Utente 490XXX
Buonasera dottori, scrivo per un problema che ormai mi porto dietro da qualche giorno; in seguito di una leggera influenza ho notato la comparsa di questo fastidioso reflusso, accompagnato a volte da nausea e senso di oppressione al petto, con difficoltà a respirare e peso sullo stomaco. Sto cercando di mangiare leggero non assumendo cibi acidi o troppo pesanti ma certi giorni, come stasera per esempio, non ho fame per provare a mangiare del semplice riso bianco.
In più si sono fatte vive con più frequenza le extrasitoli (ne soffro da almeno un anno) e vorrei sapere se questo aumento sia da collegare a questa condizione. Inoltre, oltre al fastidio al petto e allo stomaco, a volte provo dolori anche su spalle e dietro la schiena.
Cosa dovrei fare? Ho iniziato a prendere il Malox da questa mattina, ma al momento non ci sono stati grandi miglioramenti.
Attendo una gentile risposta;
Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se la dieta non è sufficiente credo corretto rivolgersi al medico per indicazioni farmacologiche. La sintomatologia cardiaca puo' dipendere da quello. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio per la gentile risposta dottore: una delle mie più grandi preoccupazioni sono queste fastidiose extrasistoli, che ho notato aumentare la sera con l'acuirsi del fastidio allo stomaco (la notte scorsa per esempio mi sono svegliata a causa della nausea con una leggera tachicardia). Cosa potrebbe essere? È possibile che un disturbo intestinale e acidità di stomaco si protraggano per così tanti giorni?
Ringrazio nuovamente per una futura risposta.
Buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
L' ernia iatale.
Si certo è possibile.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 490XXX

Buonasera dottore, oggi l'acidità è leggermente diminuita, anche see extrasistoli si sono fatte sentire più che mai: mi preoccupano molto, sono un rischio per il cuore? Avevo fatto vari controlli mesi addietro, in seguito alla risoluzione di una pericardite, ma tutto è risultato in ordine (messo sia holter che fatto ecodoppler che elettrocardiogramma) ; in più stasera, appena tornata a casa, una nausea fortissima mi ha spinto al bagno, dove ho anche abbondantemente ecaquato. Non ho minimamente appetito e sento l'acidità in gola, proprio alla base dietro la parte finale della lingua. Non ho mai sofferto di questa ernia ietale di cui lei mi ha parlato dottore, cosa dovrei fare, oltre ad andare al più presto dal mio medico curante?
Grazie ancora per la grande disponibilità,
buona serata.

[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Verosimilmente una visita gastroenterologica ed una gastroscopia. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it