Utente 564XXX
Buona sera,
A seguito di forti difficoltà digestive nel mese di luglio, e una sorella con malattia celiachia diagnosticata mi sono sottoposto a esami del sangue e successivamente a gastroscopia.
Le analisi del sangue per malattia celiachia erano negative (<10), tuttavia si presentava un deficit di IgA e IgM, così il mio curante pensando a un falso negativo mi ha fatto fare la gastroscopia. A livello visivo era tutto in regola (niente reflusso, ernie o altro). Il referto istologico parla di duodenite con pattern linfocitario. Il gastroenterologo mi ha detto che parrebbe una forma primitiva di celiachia, tuttavia io mangio normale senza problemi, solo al mattino mi sento pesante per diverse ore (bevo una tazzina di tè con due fette biscottate e cioccolata spalmabile). Ora mi chiedo, prima di luglio non ho mai avuto problemi, a cosa può essere dovuta questa duodenite? È il caso di fare nuovi esami?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Duodenite, colite, gastrite sono termini generici e non sempre legati ad un quadro clinico

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 564XXX

Grazie mille,
Tuttavia quello che il mio medico di base non capisce è come mai dalle analisi del sangue sulle proteine a fine luglio mostravo una ipogammaglobulinemia (igG nei valori normali, carenza di igA e igM) e la gastroscopia mostrava questo incremento di linfociti. Lei saprebbe cordialmente darmi una risposta?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un pattern linfocitico aspecifico e non patologico altrimenti sarebbe stato evidenziato diversamente dall'istopatologo, quantificando il numero dei linfociti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it