Utente 567XXX
Da molti anni soffro di diarrea improvvisa dopo aver mangiato (casi sporadici ma molto intensi) e di stitichezza. A tal proposito ho fatto le analisi del sangue per la celiachia (due casi certificati in famiglia) e per il lattosio entrambe risultate negative. Da due mesi a questa parte, però, ho iniziato ad avvertire un dolore, che va dal blando fino al molto intenso, che si sposta tra colon, stomaco e intestino. Inoltre avverto un senso di stanchezza maggiore rispetto al solito, un peggioramento della vista e molta aria nello stomaco. Tutto ciò accompagnato da periodi di diarrea e di stitichezza (ciononostante non ho perso peso). Ho fatto le analisi del sangue e sono risultate buone mentre la calprotectina fecale ha avuto un valore di 643, ragion per cui ho fatto una colonscopia completa che è risultata pulita. In questi giorni aspetto il risultato della biopsia dei quattro campioni raccolti. Adesso mi chiedo: la biopsia di un intestino in salute può confermare la diagnosi di Crohn? È il caso di fare una gastroscopia per escludere totalmente la celiachia? Un valore così alto di calprotectina cos'altro può indicare?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non comprendo perché a 23 anni si deve procedere subito a colonscopia e gastroscopia....

Possible che ai colleghi non venga in mente che i suoi sintomi sono collegabili a qualche intolleranza alimentare ?

Non sarà celiaca, per esempio, ma potrebbe avere ugualmente un'intolleranza al glutine o verso altri alimenti.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Guardi, le do perfettamente ragione. Io, dal canto mio, non ho potuto fare altro che affidarmi alla competenza dei suoi colleghi. Lei può consigliarmi qualche analisi specifica da fare?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' difficile via web darle precise indicazioni, ma le posso indicare un mio articolo per chiarire il concetto:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 567XXX

La ringrazio. Complimenti per l'articolo, semplice ma esaustivo. Buona giornata.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Buona giornata anche a lei
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 567XXX

Buongiorno...Dall'istologico risulto avere una flogosi cronica al grosso intestino e all'ileo, iperplasia e edema. È una cosa preoccupante? Può sempre derivare da un intolleranza alimentare?

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Istologia negativa per patologia.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it