Utente 348XXX
Buongiorno, ho 32 anni e da fine settembre di quest'anno soffro di dolori intestinali lievi dalla mattina quando mi sveglio alla sera quando vado a letto accompagnati da flatulenza durante tutto il giorno e sensazione di incompleto svuotamento nonostante vada di corpo regolarmente in maniera praticamente identica al periodo precedente l'insorgere dei sintomi succitati.

Dopo aver visitato due specialisti in gastroenterologia il 29/10/2019 effettuo una colonscopia con biopsia che cito testualmente:
Esame condotto al cieco con esplorazione dell'ultima ansa ileale che presenta piccola afta sulla quale si effettuano alcune biopsie per l'esame istologico.
Non evidenti lesioni flogistiche e/o proliferative nei tratti esplorati.
Campionamento bioptico di tutti i tratti esplorati.

DIAGNOSI: sospetta ileite terminale a diagnosi istologica.

L'esito dell'esame istologico risulta il seguente:
Materiale inviato:
A Biopsia-ileo 3 frammenti
B Biopsia-colon ascendente 2 frammenti
C Biopsia-colon trasverso 2 frammenti
D Biopsia-colon discendente 2 frammenti
E Biopsia- colon sigmoideo 1 frammento al limite del visibile
F Biopsia-retto 2 frammenti
Diagnosi:
A) Frustoli di mucosa ileale con aspetti di iperplasia linfoide follicolare talora confluente e con focale marcata flogosi linfoplasmacellulare e granulocitaria, anche eosinofila, che erode focalmente la superficie mucosa, si osservano asperri angiectasici.

B-D) Frustoli di mucosa colica con ghiandole normoconformate, flogosi cronica focalmente attiva ed aspetti di "melanosis coli"
C) Frustoli superficiali di mucosa colica con ghiandole normoconformate e lieve flogosi cronica della lamina popria.

Il reperto istologico, pur essendo concorde con la diagnosi di ileite terminale, non è conclusivo per MICI.


Detto ciò io sto assumendo colonlife su consiglio del medico e valpinax 40 dopo i pasti senza alcun miglioramento.

Sono in attesa di effettuare un'ecografia delle anse intestinali, esami del sangue e breath test.
Esame delle feci calcprotectina 40. 7 ug/g feci fino a 50. 00.

Il mio gastroenterologo non si è espresso in maniera definitiva.

Verosimilmente sarà morbo di crohn o altro.

Non ho mai presentato scariche di diarrea per più di un giorno, mai avuto febbre o tanto meno calo di peso, solo un fastidio costante al di sotto dell'ombelico con sensazione di dover andare in bagno spesso.
Ho notato inoltre che nelle uscite dopo un iniziale fastidio dovuto alla tensione causata da questi sintomi la situazione migliorava con passare del tempo fino alla scomparsa dei sintomi nell'arco della serata stessa.

Non vorrei questa situazione scaturisca e sia fortemente condizionata dallo stress.

Grazie per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo motivi per pensare al crohn. Sospetto di più un colon irritabile con possibili intolleranze alimentari


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 348XXX

Grazie mille Dott. Cosentino per la celere risposta. Sono in attesa di effettuare gli esami citati nella richiesta di consulto. Le confesso che uscire è diventato un problema per me da tre mesi a questa parte in quanto i sintomi come il tenesmo e il meteorismo mi accompagnano tutto il giorno. La diagnosi in effetti è ambigua, ciò che fa propendere per un colon irritabile è la presenza di una singola afta e la mancanza di tanti dei sintomi tipici del crohn? Fatto sta che la terapia in corso è del tutto inefficace tranne un miglioramento nei primi tre giorni in cui ho assunto la pillola blu di colon life ormai quasi un mese fa (ora sono alla seconda scatola). Il valpinax non sortisce alcun effetto.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attendiamo gli accertamenti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 348XXX

Dottore buonasera, ho fatto tutti gli altri esami.
L'ecografia delle anse intestinali dice che è tutto nella norma a parte una zona più contratta nel colon discendente, ves al minimo, non risulto intollerante al lattosio.
L'esito dell'esame istologico dei campioni estratti durante la colonscopia recita che "la diagnosi è concorde con quella del gastroenterologo (ileite terminale) ma non definitiva per MICI.
Il mio gastroenterologo visti i referti mi ha diagnosticato un colon irritabile e mi ha prescritto Pentasa 500g 3 volte al giorno 2 capsule (6 totali) e vsl3 bustine una volta al giorno per due mesi.
Lei che ne pensa?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia data è per la MICI
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it