Utente
Buongiorno, da molti anni soffro di esofagite da riflusso e ernia jatale, a seguito di gastroscopia.
Cure praticate Pantorc, Esomeprazolo (anche per lungo tempo) Ultimamente la situazione sembra peggiorata.
Oltre a frequenti dolori al petto, una enorme difficoltà alla digestione, nodo in gola (sembra avere un corpo estraneo) tosse cronica e leggere difficoltà alla deglutizione.
Fatto controlli da otorino per controllo gola (Fibrolaringoscopia), esito: Iperemia aritenoidea post comp con reflusso gastroesofageo, "si consiglia EGDS".
E' il caso di ripetere la gastroscopia (fatta molti anni fa) oltre che curare molto la dieta e la corretta alimentazione?

Grazie infinite

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se sono passati 5 anni la gastroscopia è da ripetere. Inoltre eseguirei la titolazione della gastrinemia sotto terapia con IPP per valutare l'efficacia di tali farmaci

cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie. L’esofagogastroduodenoscopia (consigliata dall'otorino) è simile alla gastroscopia?
Oppure è la stessa cosa ?
Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' la stessa cosa
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
In questo periodo Covid non è facile fare esami diagnostici tipo la "Gastroscopia". Con l'ASL è quasi impossibile. Privatamente i costi sono abnormi. Quindi non resta che aspettare.
La terapia con Esomeprazolo non scaturisce alcun effetto. I disturbi maggiori sono: tosse persistente e cronica (senza sosta) e la sensazione di corpo estraneo in gola, fastidiosissimo e preoccupante.
Grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
In attesa può procedere alla titolazione della gastrinemia.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Chiedo cortesemente una precisazione; queste patologie (Esofagite, Ernia Jatale, ecc.) sono, nello specifico, più di competenza della Otorinolaringoiatra oppure meglio del Gastroenterologo. Oppure di entrambi? Grazie

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Esclusivamente del Gastroenterologo


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
eseguita Gastroscopia; esito "Ernia jatale di 2 cm" per il resto sembra tutto nella norma. Per la tosse cronica e il senso di corpo estraneo in gola: "Ansia"

Consiglio: Levopraid Gocce 25 mg. e Marial 20 oral stik 15 ml.

Quindi, secondo il gastroenterologo, è un disturbo "psicosomatico" e, per questo va trattato.

Qualche cortese consiglio? Grazie

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Condivido con la terapia
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Levopraid Gocce 25 mg. è uno psicofarmaco con annessi effetti collaterali abbastanza preoccupanti, se veramente l'origine è psicosomatica (il nodo alla gola o bolo isterico) il fastidio e il dolore comunque rimangono. Non si dovrebbe curare il sintomo ma la causa. Lo stato d'ansia ce lo abbiamo un po' tutti, nella vita di tutti giorni è praticamente impossibile non essere ansiosi. Individuare il motivo (o i motivi) che provocano ansia e depressione e lavorare su di essi. Il rimedio (Levopraid) avrebbe, a mio avviso, una durata breve (sempre che funzioni) poi saremmo da capo.
Inoltre la storia ci insegna che quando gli psicofarmaci funzionano e ci si sente meglio il pericolo è di diventarne dipendenti.