Ho il morbo di crohn?

Buon giorno... In questi mesi ho avuto forti dolori e bruciori all'addome in basso nell ileo... Ho avuto molta aria e gonfiore solamente in quel punto devo premere per mandare via l aria e premendo sento scoppiare bolle di aria all interno...ma tantissima aria e tantissime bolle ogni giorno senza mai finire.
Ho fatto la colonscopia ed è risultato tutto nella norma ho fatto anche l entero risonanza e anche lì è tutto apposto... L unico problema che è risultato è accumulo di feci nel lato ileo... Infatti il problema è sempre li.
Dalla colonscopia mi hanno fatto molte biopsie, mi hanno esaminato tutto l intestino ed è questo è il risultato: MULTIPLI LEMBI DI MUCOSA ILEALE, MOLTI DEI QUALE ESENTI DA LESIONI CITOISTOARCHITETTONICHE.
I RIMANENTI SONO CARATTERIZZATI DA UNO STATO DI INFILTRAZIONE FLOGISTICA LINFOMONOCITARIA DI GRADO MARCATO, IN ASSENZA DI MICROGRANULOMI, DI EOSINOFILI E DI ALTERAZIONI DEL COMPARTO GHIANDOLARE (METAPLASIA PILORICA) E DELL EPITELIO SUPERFICIALE (FESSURE ULCEROSE, PAPULE AFTOIDI ECC).
NELLE SEZIONI CONSECUTIVE ALLESTITE NON SI OSSERVANO PERTANTO CONNOTATI MORFOLOGICI RICOLLEGABILI ALLA MALATTIA DI CROHN IN ARMONIA CON IL REPERTO ENDOSCOPICO.

DIAGNOSI:
QUADRO ISTIOLOGICO DI ILEITE CRONICA ASPECIFICA DI GRADO MARCATO, IN ASSENZA DI CONNOTATI MORFOLOGICI RICOLLEGABILI ALLA PREGRESSA MALATTIA DI CROHN.

TUTTAVIA, STANTE L ANAMNESTICO E TENUTO CONTO DEL CARATTERE ALTERNANTE DELLA MALATTIA DI CROHN.
SI CONSIGLIA LA VALUTAZIONE DELLA CALPROTECTINA FECALE.


Questo è il risultato delle biopsie... Vorrei sapere se per voi ho il morbo di crohn... E da cosa è causata questa ileite cronica.
[#1]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buongiorno
il quadro istologico non è compatibile con un morbo di crohn
a volte ci sono delle forme infiammatorie aspecifiche ....
direi solo di monitorizzare l’andamento dei sintomi anche con la calprotectina fecale e basta
saluti

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ma cos'è questa ileite cronica? Io leggo ovunque che l ileite cronica c'è l ha chi è affetto dal morbo di crohn?? Se non è il crohn cos'è l ileite cronica?
[#3]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buongiorno
gliel’ho scritto prima
se non è Crohn può essere una infiammazione aspecifica dovuta a batteri virus o sine causa...
spesso passano da sole senza bisogno di terapia o altro
saluti

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4]
dopo
Utente
Utente
Io non ho mai sofferto di questo problema prima e ne in 4 anni.. L ultimo anno da ben 11 mesi continua ad avere questa parte di destra sempre gonfia e tesa e premendo l intestino con le mie mani ma solo dal fianco all ileo scoppia tantissima aria ed ho sempre un peso e un dolore e bruciore continuo sempre in quel pezzettino da 11 mesi.. Adesso bevo tisana ai semi di finocchio prendo anche VSL3 e carbone vegetale tutto da tre giorni.. E non vedo che la cosa si sistema! Non so come dovrei curarla non so più cosa potrei fare.!?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Le spiego! 4 anni fa sono stata ricoverata 2 mesi.. Sono uscita dall ospedale con la diagnosi di morbo di crohn.. Nella colonscopia di 4 anni fa avevo molte ulcere intestinali forse anche dalla parte dell ileo.. Ho fatta in 4 anni sempre cura di Asacol e azatioprina e sono sempre stata bene, la calprotectina quasi sempre buona solo 2 volte un po' più alta con valori di 70 e 55 ma niente di particolare.. Adesso da 2 anni vivo in germania e come le ho scritto in precedenza da un anno ho iniziato ad avere questo disturbo che non mi ha lasciata nemmeno per 10 minuti.. Ho cominciato a fare controlli.. Esami per intolleranze del fruttosio del lattosio del glutine ma tutti bene.. Sopo ho fatto anche tac risonanza colonscopia gastroscopia tutto con biopsie.. Il risultato tutto perfetto.. E da tutti questi esami non riuscivano a vedere un problema collegato al crohn o addirittura il crohn.. Ma io stavo male per me qualcosa non andava perché io avevo i dolori come c'è li ho adesso. Quindi sono tornata in Italia dai miei medici.. Ho rifatto gli esami anche la entero risonanza dove risulta abbondanti feci nel lato destro.. Infatti dove persiste ancora il problema.. Mentre dalla colon tutto bene tranne dalle biopsie dove risulta come ha già letto ileite cronica aspecifica di grado marcato. Ma io mi chiedo sé e cronica vuol dire che non passa anche questa mai perché so che le malattie croniche non passano. Ma questa per fortuna non è collegata al crohn e da qui scopro di non essere stata mai malata di morbo di crohn.. Allora questa ileite la devo curare devo prendere qualcosa? E cronica? Non passerà mai da sola. Lei perché mi dice che avvolte passano da sole. So che lei non c entra nulla ma provi a mettersi nei miei panni. Ne sento di tutti i colori. Voglio solamente capire la mia situazione e capire adesso questa ileite dato che è cronica cosa potrebbe essere e come poterla curare oltre quello che sto prendendo. Adesso ritorno in germania tra qualche giorno e li pultroppo non è facile prendere subito un appuntamento con un gastroenterologo e fare tutti i documenti delle biopsie e colon tradotti in italiano. Ho dovuto prendere 50 giorni dal lavoro per cure mediche qui in Italia.. Ma ancora non riesco a capire cosa devo fare. Mi dia una mano a capire questa mia situazione e a spiegarmi con parole semplici cosa dovrei fare e cosa potrei avere. Mi dispiace se mi sono sfogata ma ho bisogno che qualcuno mi capisca e mi dica qualcosa che posso capire. Spero che lei lo faccia. Grazie
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ho dimenticato a dirle che circa 4 mesi fa mi hanno trovato la calprotectina a 380 ma anche il valore del pancreas a 500.. Nn so se. Entri la pancreatite o se lo avuta ma mi hanno tolto subito l azatioprina dopo 2 mesi sono arrivata in Italia e con gli stessi dolori e problemi la calprotectina senza alcun medicinale dagli esami e tornata a 12.. Cos'è che la fatta alzare? L ileite? Dato che il crohn non c'è o il valore del pancreas.. Adesso a 8 mesi che non prendo nemmeno asacol sono senza medicine.. E non devo prenderne dato che crohn non ne ho credo!e allora 4 anni fa questa ulcere erano causate da cosa se non ho avuto il crohn? Queste cose non mi spiego. Ma adesso ho un ileite cronica e il bruciore è peso sempre a destra e non è la faccio più perche tutto questo dura da quasi un anno. Come può aiutarmi a capire.. Per favore
[#7]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
mi servirebbe la risposta dell istologico della prima diagnosi del crohn...

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#8]
dopo
Utente
Utente
A:Biopsia ileale B:Biopsia ceco C:Biopsia valvola ileocecale D: Biopsia colon traverso E:Biopsia colon sinistro F:Biopsia retto

Diagnosi: A, B, C, D Minuti frammenti bioptici con caratteri della entero colite attiva focale morfologicamente compatibili con IPOTESI diagnostica formulata di morbo di Crohn.
E, F Minuti frammenti bioptici sede di flogosi cronica aspecifica e fenomeni e fenomeni edamatoso-congestizi.
Architettura ghiandolare e contenuto in muco nei limiti della norma.
Questa è il referto ISTIOLOGICO del 2017.mentre il referto di 10 giorni fa dell ISTIOLOGICO dove mi hanno esaminato tutto l intestino circa 15 biopsie compreso l ileo è:

Multipli Lembi di mucosa ileale, molti dei quali esenti da lesioni CITOISTOARCHITETTONICHE.
I rimanenti sono caratterizzati da uno stato di infiltrazione FLOGISTICA LINFOMONOCITARIA di grado marcato, in assenza di MICROGRANULOMI, di EOSINOFILI e di alterazioni del comparto ghiandolare (METAPLASIA PILORICA) E DELL EPITELIO superficiale (FESSURE ULCEROSE, PAPULE AFTOIDI, ecc).
Nelle sezioni consecutive allestite non si osservano pertanto connotati morfologici ricollegabili alla malattia di crohn, in armonia con il reperto ENDOSCOPICO.

DIAGNOSI:
QUADRO ISTIOLOGICO DI ILEITE cronica aspecifica di grado marcato, in assenza di connotati morfologici ricolkegabili alla pregressa malattia di crohn. Tuttavia, stante l ANAMNESTICO e tenuto conto del carattere ALTERNANTE della malattia di crohn, si consiglia la valutazione del calprotectina fecale.
Che ho fatto ed è a <12.5
[#9]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buonasera
in effetti il quadro istologico ultimo sembra escludere una malattia infiammatoria dell’ileo
.
va detto però che il crohn è una malattia di parete quindi la mucosa potrebbe essere anche apparentemente integra mentre permanere una infiammazione tra gli strati che compongono la parete.
io direi, nel dubbio di questa situazione
eseguire una terapia con mesalazina
per ridurre i sintomi
monitorizzando la cosa nel tempo...
saluti

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#10]
dopo
Utente
Utente
Quindi mi sta dicendo che una biopsia può anche essere non sicura.?! Credo che sia l unica cosa per la quale voi medici confermate le diagnosi e le malattie. Se con le biopsie non risulta allora come dobbiamo confermare una malattia??? Credo che comunque dovrebbe spuntare lo stesso da una biopsia anche se la mucosa è integra perché se la malattia c'è.. C'è! Anche se magari è in fase di remissione almeno credo che dovrebbe vedere malattia di crohn ma per adesso in remissione. Continuo a non capire!
[#11]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buongiorno
infatti non ho scritto che la biopsia non è sicura ma che non ha confermato ( come scrive giustamente anche lei) nessuna traccia di una infiammazione precedente o cronica.
come avrà capito su se stessa non è sempre tutto chiaro....

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#12]
dopo
Utente
Utente
Credo che comunque esame più sicuro della biopsia non ne esiste. Non me ne hanno fatta una sola ma ben sì circa una quindicina di pezzettini di intestino mi hanno voluto esaminare compreso l ileo nel tenue.. Più sicurezza di questa dove devo cercarla? Non risulta il crohn nelle ultime biopsie con tutto che ripeto mi hanno esaminato tutto. Se fossi malata di crohn anche se la malattia fosse spenta in remissione se c'è la malattia la biopsia lo diceva credo.. O no?
[#13]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
si ha ragione
una traccia di infiammazione c’è sempre...e si sarebbe dovuta rilevare

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#14]
dopo
Utente
Utente
Infatti risulta dalla diagnosi: ileite cronica aspecifica di grado marcato non ricollegabile alla pregressa malattia di crohn. E queste ulcere che hanno visto nel 2017 se non è stata colpa del crohn cosa le ha potute causare? Il medico dice che questa ileite può essere colon irritabile o sindrome del colon irritabile e che queste ulcere dato che soffro di questo o l ileite ha detto che possono essere state causate da una infiammazione del genere.. Però quando mi hanno ricoverata non avere dolori all addome e intanto c erano queste ulcere.. Se vuole le faccio leggere il referto della colon dove c erano queste ulcere per capirci un po'.
[#15]
dopo
Utente
Utente
E poi qual'è la differenza tra colon irritabile e sindrome del colon irritabile? O l ileite cronica aspecifica può c entrarci con queste due? E le ulcere? Un suo parere mi farà capire un po' grazie.
[#16]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buongiorno
colon irritabile e sindrome del colon irritabile sono sinonimi...
le ulcere ileali possono essere dovute anche a batteri più o meno patogeni intestinali.
non assocerei però le ulcere ileali al colon irritabile perché non sarebbe irritabile ma infiammazione.
ripeto il mio consiglio di monitorare la cosa ....
cordiali saluti

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#17]
dopo
Utente
Utente
Ok va bene! Io so che comunque questa ileite ce e sto cercando di cura la per un po' fin quando può passare con la mesalazina e speriamo che passa.. Ma la cosa che non capisco è che comunque con tutto che sto prendendo carbone vegetale semi di finocchio e VSL3 continuo ad avere queste bolle di aria sempre vicino la parte dell ileo che premendo scoppiano non è l aria di prima ma c'è ne ancora e soprattutto non ogni giorno tanta.. Dipende anche da quello che mangio e mi si forma tantissimo solo in quella parte. Ma cosa devo fare non sono intollerante né al lattosio né al glutine ma non so come sconfiggere questo problema che non mi vuole lasciare. Sento proprio con le mie mani l intestino che è teso e gonfio e lo devo premere per fare scoppiare questa aria all interno e continua a fare male e bruciare ma credo che sia anche corpa dell ileite per questi dolori.. Cosa posso fare?
[#18]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
provi ad associare un antispastico ai fermenti lattici e alla mesalazina

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#19]
dopo
Utente
Utente
La mesalazina ancora devo ricominciarla adesso prendo 2 volte al giorno carbone vegetale dopo i pasti alle 18 e 30 lontano dai pasti prendo i fermenti lattici VSL3.. Ho le ultime 2 bustine le sto prendendo per 10 giorni, e la sera prima di andare a letto la tisana con semi di finocchio. Devo iniziare la mesalazina ancora perché prima vorrei finire i fermenti lattici..perché mi hanno detto di prendere la mesalazina 3 volte al giorno da 400mg lontana dai pasti mezz'ora o un'ora lontano e quindi prendendo il VSL3 non posso prendere la mesalazina la stessa ora quindi sto aspettando altri 2 giorni che finisco i fermenti e inizio la mesalazina.. Comunque il carbone lo prendo subito dopo i pasti fa niente se la mesalazina la prendo circa 2 ore prima o 2 ore dopo il carbone? Non c'è qualche effetto collaterale giusto? Come antispastico quale andrebbe bene? E poi più che altro ho bisogno qualcosa che faccia sparire queste bolle che mi porto già da un anno e non c'è la faccio più.
[#20]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
buongiorno
la mesalazina la può assumere in qualsiasi orario e non va in contrasto con il carbone...
terapie antispastiche ne può trovare diverse senta il suo medico noi non possiamo consigliare farmaci
vediamo come va dopo che inizia la mesalazina
ci aggiorniamo
saluti e buon week end

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio