x

x

Dolore sotto la costola destra

Buongiorno,
una settimana fa, dopo un periodo di intenso stress psicofisico, ho iniziato ad accusare un certo fastidio sotto l'ultima costola destra, durante e subito dopo i pasti.

Mi sono recato dal medico ed ho effettuato le seguenti analisi: sangue, urine ed ecografia addome completo.
Tutto nella norma.

Il medico, dopo aver "tastato" l'addome e aver letto i referti delle analisi mi ha diagnosticato una gastrite acuta e mi ha prescritto ESOMEPRAZOLO 40mg due volte al giorno per una settimana e successivamente 40mg una volta al giorno per un mese e successivamente 20mg una volta al giorno per un mese.
Inoltre mi ha prescritto GAVISCON ADVANCED dopo ogni pasto.

Dopo due giorni di terapia con ESOMEPRAZOLO e GAVISCON ho effettuato le analisi delle feci: tutto nella norma tranne il valore della CALPROTECTINA: 102, 5 ug/g (valore di riferimento <50)

La mia alimentazione è stata sempre abbastanza equilibrata: no alcol, no fumo, no bevande frizzanti, no cibo spazzatura, pochi grassi.

Vorrei chiedere:
1) è possibile sbilanciarsi in una diagnosi di gastrite senza una gastroscopia?

2) nel caso fosse gastrite, dopo quanto tempo posso aspettarmi dei miglioramenti?

3) è possibile che la gastrite o l'esomeprazolo abbiano determinato l'alterazione dei valori della calprotectina?

4) è più probabile che sia un'infiammazione intestinale piuttosto che una gastrite?

Grazie in anticipo per chi volesse rispondermi.
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7.6k 207 8
Il sintomo che descrive non sembra correlabile con la diagnosi. Pertanto la terapia a dose così importante di IPP non è condivisibile. Orienterei il sospetto su un problema intestinale come suggerito dall incremento minimo del valore della Calprotectina. Chieda al curante prescrizione di visita gastroenterologica e inizi subito a ridurre l IPP a metà dose

Dr. Roberto Rossi