x

x

34 anni, strani dolori da un mese e sudorazone fredda

Buongiorno, ho scelto questa sezione perché non saprei dove collocarla.
Ho 34 anni, premetto che sono un tipo tranquillissimo, quindi a priori vi faccio notare che l'ansia non è assolutamente un mio problema, mi chiamano l'uomo di ghiaccio, giusto per farvi capire.
Un mese fa sono stato al pronto soccorso, poiché avevo dei dolori al torace che andavano e venivano, come spilli, delle volte dal torace li sentivo al braccio sinistro, spalla sotto ascella.
Mi hanno fatto una RX torace, controllando il cuore ed i polmoni, poiché da circa due anni soffro anche di dispnea, soprattutto disteso, delle volte il naso mi si tappa.
Mi hanno fatto alcune analisi, emocromo (i globuli rossi erano diciamo al limite del giusto verso l'eccesso), piastrine con un ricambio leggermente veloce, glicemia al limite dell'eccesso (però non ero digiuno quando andai al pronto soccorso, di conseguenza mi hanno detto che questo dato poteva essere sballato), e poi la tropomina, per escludere problemi cardiaci, ed elettrocardiogramma.
Secondo loro il cuore è apposto (ho avuto molti casi in famiglia di infarti etc), i Solomoni almeno da RX torace ok anche se mi hanno voluto segnare una spirometria (o come si chiama, scusate l'ignoranza) ad agosto.
Premetto che assumo questran da circa due anni senza alcuna pausa, una bustina soltanto la mattina prima di colazione, causa mancanza di colecisti (sono stato operato) poiché senza questo medicinale avrei crampi e dissenteria, al contrario assumendo questran il problema non ce l'ho più, al massimo delle volte ho acidità, che riparo con rioparm.
A distanza di un mese questi dolori sono rimasti anche in versione minore, e spesso si accentuano con i movimenti, collo sterno schiena spalle.
Ma il sintomo più preoccupante è sudorazione fredda e abbondandante improvvisa, con nausea, in particolare mentre sono disteso sul divano e tranquillo.
Sarà la 4 volte in 6 mesi, stanotte non ho dormito a causa di questo, con eccessiva sete e di conseguenza frequenza urinaria, il tutto a distanza di 5/6 ore dal pasto.
In particolare stanotte, avevo avuto un rapporto con mia moglie, subito dopo ho fatto una doccia, ed è successo il resto (altre volte che mi è successo però non ci sono state queste procedure diciamo quindi non credo nel collegamento, anche se delle volte dopo la doccia ho malessere e debolezza).
Generalmente la pressione è buona, anche se delle volte è leggermente sopra i valori.
Al momento ho ancora malessere (un pò di nausea e brividi momentanei con sudore), in genere mi dura una giornata, sempre con questo fastidio sterno braccio sinistro spalla, che però sinceramente sembra più muscolare/cervicale o qualcosa di simile, anche se delle volte è veramente strano, come un torpore.
Mi scuso per lungo testo, posso riportare qualche dato delle analisi in caso.
Mi sento spesso molto debole e varie dispnee, sono arrabbiato perché sono sempre allegro e positivo, quindi a differenza di altri evito stress e ansia.
Grazie a chi risponderà...
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26.8k 1k 13
Verosimilmente reflusso gastroesofageo.
Faccia una visita gastroenterologica per confermare questa mia ipotesi a distanza.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore, avevo già proceduto a chiedere al medico curante una visita, in particolare gastroscopia, purtroppo i tempi sono lunghi e debbo aspettare settembre. Ho notato per esempio, che quando bevo il vino, anche se poco, mi porta leggermente fastidio, e mi peggiora la dispnea (difatti non lo bevo più, al contrario una birra non mi da nessun problema). Un altro particolare che ho dimenticato di segnalare, spesso dopo i pasti avverto un prurito generalizzato specialmente sulla schiena veramente impellente, non sempre ma in alcune serate, ma non sono riuscito a collegare cibi particolari al problema, a parte appunto il già citato vino. I dolci elaborati mi portano acidità, specialmente le creme, infatti le evito. Procederò comunque con le visite, grazie ancora e buon lavoro.