Utente
Salve!A giugno di quest'anno ho fatto il pap test per controllo accompagnata da un ecografia per una sospetta cisti ovarica rivelatasi poi inesistente.Insomma tutto bene fin qui.Verso la fine di luglio ho cominciato ad accusare strani sintomi mai avuti prima:lieve febbre,mal di reni,dolore durante la minzione,gonfiore al ventre a volte anche dolore/fitte.I sintomi quindi si sono manifestati dopo il pap test che tra l'altro non ho potuto ritirare se non qualche giorno fà in quanto la mia ginecologa è andata in ferie sicchè mi sono ritrovata in questa situazione senza sapere cosa avessi e senza una cura.
Chiamai disperata la guardia medica la quale ,dopo aver sentito la mia sintomatologia,preseumendo che si trattasse di clamidia (per via di un rapporto sessuale non protetto risalente a febbraio),mi ha prescritto il bassado x 10gg accompagnato dal meclon ovuli.In più,in caso di persistenza dei sintomi ,mi aveva consigliato di assumere x 8gg l'azitrocimina della quale però non ho avuto bisogno fortunatamente.
Tuttavia col passare dei giorni i sintomi pian piano ricomparivano.Ho preferito non prendermi altri antibiotici e aspettare il pap test.
Finalmenete l'altro giorno l'ho ritirato e mi hanno riscontrato una L-sil di basso grado:HPV.La ginecologa mi ha prescritto da fare emocromo e ves,colposcopia e ecografia pelvica.
Solo che mi sto ponendo un mucchio di domande alle quali spero possiate rispondermi.Non conosco affatto questa malattia ahimè.
-Se avessi avuto davvero la clamidia sarebbe risultata dal pap test assieme alla L-sil oppure no?
-la prima ecogafia potrebbe fare ben sperare oppure non è significativa?
-come mai la ginecologa mi ha prescritto le analisi del sangue?(tra l'altro le ho già fatte e sono a posto)
Dottore non sò davvero cosa fare e pensare soprattutto perchè non c'è cura per questo virus da quanto mi ha detto la ginecologa.Secondo lei c'è qualche altro esame che devo sostenere?
Leggevo di un HPV test...dove posso eseguirlo?
La ringrazio per l'attenzione.

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Cara signora,l'esame che dovrebbe fare prima di tutto è la colposcopia.
La clamidia si diagnostica tramite tampone vaginale.
L'ecografia serve per valutare lo stato di utero ed ovaie, riguardo le analisi del sangue dovrebbe specificare quali le sono state prescritte.
La saluto cordialmente
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio vivamente per la celere risposta!
Mi perdoni l'ignoranza ,ma il tampone vaginale e pap test sono due cose differenti?
Per quanto riguarda le analisi del sangue sull'impegnativa c'era semplicemente scritto emocromo e ves (i cui valori sono tutti nella media).
Lei quindi non riterrebbe opportuno eseguire questo hpv test?
Grazie ancora per l'attenzione.
I miei saluti Dott.ssa.

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Il tampone vaginale è diverso dal pap test, ed è specifico per la diagnosi delle infezioni vaginali.
Dovrebbe fare prima la colposcopia ed eventualmente dopo la tipizzazione virale con l'HPV test.
Saluti
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#4] dopo  
Utente
Ho capito.Le chiedo un paio di cose e basta, non voglio disturbarla oltre.
Dove posso eseguire il tampone vaginale e l'hpv test?
C'è un centro che lei mi potrebbe consigliare?
Una domanda tecnica:in cosa consiste la colposcopia?lamia ginecologa è stata poco chiara o forse non ho ben capito io.
Cordiali saluti e grazie ancora.

[#5]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Il tampone e l'HPV test lo può fare in qualsiasi laboratorio d'analisi attrezzato per questo tipo di indagini.
La colposcopia è un esame che viene effettuato con uno strumento, il colposcopio, che consente di vedere con notevole ingrandimento il collo dell'utero.
Le inseriranno lo speculum e guarderanno dall'esterno il suo collo dell'utero, con il colposcopio, per qualche minuto. Non è un esame doloroso, tranquilla.
Saluti.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno.Le avevo scritto qualche tempo fà per l'hpv e al momento sto seguendo l'iter necessario.A breve avrò le risposte.
Tuttavia ciò che mi sta preoccupando è un'altra cosa.
Come avevo scritto sopra a febbraio ho avuto un rapporto sessuale non potretto.Verso luglio ho cominciato ad accusare strani sintomi:dolori al basso ventre,alla fascia renale,dolore durante la minzione.Ho eseguito la cura della guardia medica come le riportavo sopra e la situazione è migliorata temporaneamente.ornata dalle ferie,ho parlato con la ginecologa che si è rifiutata di prescivermi il tampone vaginale in quanto a suo dire qualsiasi cosa avessi avuto con tutto quello che mi sono presa mi è passato per forza.E stiamo andando avanti solo per l'hpv.
Ma il dolore al basso ventre rimane.Provo forti fitte anche sotto la vagina ma internamente.... al collo dell'utero credo non sò spiegarmi meglio.Mai avute simili problematiche in vita mia avendo solo 23 anni.
Questo dolore insieme a quello ventrale mi accompagna durante le urinazioni(appena provo a vuotare la vescica,o alla fine o durante.a volte invece è assente) e durante i rapporti sessuali.Ho notato che quando sto per raggiungere l'orgasmo le fitte (soprattutto alla parte bassa) aumentano fortemente.Ho effettuato l'urinocoltura e sto bene a parte un pò di acetone(il medico di base mi ha prescritto il danzen)e ho fatto di testa mia il tampone per clamidia e candida(si tratta del tampone + generico a detta del laboratorio analisi).Tutto negativo.Altre malattie(mi corregga se sbaglio)credo di non averne,tipo:gonorrea,sifilide ecc...in quanto avendo avuto solo quel rapporto a febbraio ed essendo passati molti mesi non ho avuto i segnali tipici di queste patologie.Ovviamente mi bacchetti pure se dico sciocchezze.
Io cmq vorrei rieseguire il tampone ma la dott.ssa del laboratorio mi ha detto che ci sono talmente tante altre cose per cui fare il tampone che è opportunao avere la prescrizione medica.Ma la mie ginecologa si rifiuta.E non sò come fare.Temo di avere la Pid e per questo martedì andrò a fare l'ecografia TV.
Son davvero disperata perchè mi porto questi sintomi dalla fine di luglio e non intendono sparire e temo che la venga trascurata e possa peggiorare.
Grazie mille per l'attenzione.
I miei più cordiali saluti.

[#7]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Riguardo la PID, cerchi di stare tranquilla.
Il tampone vaginale può essere prescritto eventualmente anche dal suo medico curante.
Faccia intanto l'ecografia transvaginale, e cerchi di tenere sotto controllo la funzione intestinale, per cui beva almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, segua un'alimentazione corretta, ricca di fibre, verdura e frutta, e assuma fermenti lattici (yogurth).
Incrementi l'attività fisica giornaliera, basta una passeggiata a passo sostenuto di 30 minuti al giorno.
Mi tenga aggiornata e buona domenica.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#8] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta Dott.ssa!
Martedì(sperando che non arrivi il ciclo) andrò ad eseguire la TV.Lei dice che da questa ecografia risulterà qualcosa?Nel senso che se avessi davvero l'infammiazione pelvica si vedrebbe?
Per quanto riguarda il tampone(l'avevo dimenticato... chiedo venia)neanche il medico di base intende farmelo eseguire,questi ha addotto la medesima motivazione della mia ginecologa ossia che la cura svolta quest'estate mi ha completamente sterilizzata(uso testuali parole.)
Lei mi consiglia di effettuarlo un 2° tampone oppure posso ritenermi "pulita"?Se si, e laddove dovessi nuovamente farlo per conto mio, per quali batteri/mst dovrei farlo?Io cmq per quel che ricordo il"famoso" ragazzo di febbraio,avendolo frequentato per un bel pò,non aveva "segni particolari" ai genitali e zone limitrofe e in tutti questi mesi a parte i sintomi di cui lei dicevo non ho presentato altre anomalie:niente secrezioni purulente,niente bolle (quelle derivanti dalla sifilide per intenderci).Non sò se possa essere significativo o meno ciò.
Le chiedo anticipatamente scusa per il fatto che molte volte tendo a ripetermi nelle cose nei vari conulti che le chiedo ma ho sempre paura di non spiegarmi bene o di non essere chiara ovvera ancora di dimenticari qualcosa.
Grazie mille.
I miei saluti.

[#9]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
L'ecografia serve appunto per vedere se ci sono eventuali patologie uterine e ovariche.
Se non ha perdite vaginali bruciori, pruriti, non è necessario ripetere il tampone, stia tranquilla.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#10] dopo  
Utente
Bruciori e pruriti sono assenti fortunatamente. ^^
Per quanto concerne le perdite non saprei dirle con certezza....mi sembra di averle anche ora nella norma(parlo ovviamente in modo soggettivo in virtù del mio trascorso).Ad esempio adesso in concomitanza con l'avvento del ciclo sono un pò aumentate.Ho quasi sempre avuto delle secrezioni,a volte anche gialline, e non in prossimità del ciclo,ma non saprei dirle con assoluta sicurezza se ora forse(a prescindere dal ciclo) siano leggermente aumentate o no oppure se siano mutate in termini di aspetto e odore.Di certo non noto cambiamenti tali da andare in allarme.
In ogni caso domani le farò sapere i risultati sia della colposcopia che dell'ecografia.
Grazie di tutto!

[#11] dopo  
Utente
Tutto rimandato purtroppo....sono arrivate le mesturazioni...e la preoccupazione rimane.
Mi sono ricordata di chiederle una cosa.Ho notato che negli ultimi mesi(da luglio neanche a farlo apposta) il flusso del ciclo è diminuito:i primi 2 gg l'ho avuto sempre abbondante (i 3 restanti và a scemare) ora è praticamente dimezzato.A cosa potrebbe essere dovuto?
Inoltre volevo chiederle se per il fatto della vescica (il dolore che sento)posso fare qualche visita specifica a parte.Oppure l'ecografia mi potrà dare qualche indicazione anche in merito?
Comincio a temere,parlo da ignorante e da persona spaventata,che sia a questo punto questo benedetto hpv a darmi questi sintomi,tuttavia mi hanno detto che è asintomatico.Ma fino a che punto lo è?Potrebbe essere lui dott.ssa?
Attendo una sua risposta.
Grazie e a presto.

[#12]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
La riduzione della quantità del flusso, può verificarsi, non si deve preoccupare, si tratta di un fenomeno transitorio.
La vescica può essere studiata con l'ecografia pelvica.
I sintomi che lei riferisce non sono da correlare all'HPV.
Si rilassi.
Saluti.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#13] dopo  
Utente
Capisco.Ha perfettamente ragione quando dice che devo stare più tranquilla ;è solo che vorrei fare tutto presto perchè ho paura che qualsiasi cosa io possa avere peggiori a causa dei "tempi d'attesa" se così si può dire.Ieri ho sentito comunque il mio medico di base e mi ha sostituito il danzen ,in quanto inefficace in 10 gg di terapia, con il cistalgan.Vediamo come và.
Come sempre la ringrazio di tutto! ^^

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno Dott.ssa!
Finalmente sono riuscita a fare la colposcopia.
I fogli che mi hanno consegnato contengono molti dati che sono riporati e suddivisi in tabelle(le riporto solo le sezoni dove hanno barrato le caselle):
QUADRO VUVLVOSCOPICO:nella norma.
[1° riquadro]SCHEDA COLPOSCOPICA
-CONCLUSIVO: GSC--->visibile esocervicale
[2° riquadro]QUADRO COLPOSCOPICO NORMALE
-epitelio cilindrico-->fino a 1/3
-zona di trasformazione normale-->incompleta
[3°riquadro]TEST DI SCHILLER-->Non captante
[4°riquadro]VULVA-PERINEO-ANO-->Reperto normale
Alla fin c'è una tabellina con le coclusoni:
QUADRO COLPOSCOPIO:ectopia periorfiziale.Ai margini dell'ectopia area di epitelio aceto bianco sottile iodonegativo.
Detto questo le racconto un pò com'è andata quel giorno.
Appena inserito lo speculum mi hanno subito fatto notare di essere molto irratata.Così ho spiegato loro che forse forse poteva esser dovuto ad una presunta cistite(quella di cui le dicevo nei giorni addietro)che mi tormentava da un pò.Mi hanno detto di si tant'è che se glielo avessi detto prima non mi avrebbero neanche fatto sostenere l'esame.Mi hanno chiesto poi se avessi notato perdite anomale rispetto al solito e ho risposto che ultimamente ne avevo alcune particolarmente piccole ma avevo notato in quanto dense tipo micro-grumi.Mi è stato fatto il tampone per la tipizzazione.(se ne parla a novembre)
Alla fine della visita ho chiesto cosa fosse risultato dall'esame ma non ho avuto risposta.
Mi è stato solo detto di rifare il pap-test(perchè quello del 4 giugno è vecchio ormai) e di rifare la colposcopia a dicembre.(forse per via dell'irritazione?non so....)
Poi mi hanno prescritto questa cura (per l'irritazione trovatami)
-mecloderm ovuli x 7 gg a sera
-edenil lavande x 7gg al mattino
-dicflor elle x 30 gg (una al dì)
-filme gyno ovuli x 3 mesi a giorni alterni

Per l'hpv invece l'oasit-k x 3 mesi tutti i giorni,una pasticca al dì.

Detto questo vorrei sapere la sua opinione perchè sono un pò confusa.
Il mio medico di base,cui ho fatto visionare la colposcopia,mi ha detto che questa non fà altro che confermare L-SIL.
La mia ginecologa invece dice che non mi hanno trovato nulla e che posso stare traquilla.Tant'è che non ha voluto rifarmi il pap-test o meglio vuole aspettare che le porti i risultati della tipizzazione per poi farmi il pap test e eseguire nuova colposcopia se necessario.
Non si tratta a chi io debba credere bensì vorrei solo capire cosa mi è stato o non stato trovato.Potrebbe aiutarmi lei in questo?
Dal punto di vista della salute,dopo l'assunzione dei farmaci per l'irritazione ho notato un miglioramento anche di quella presunta cistite.
Per quest'ultima cmq ho già seguito (con poco successo) una cura di monuril e ciproxin x 7 gg ed eseguito un esame citologico delle urine.
Il fastidio purtroppo rimane.
Ah..quasi dimenticavo ^^...ho fatto l'ecografia pelvica ed è tutto a posto anche la vescica.
Solo uan domanda le vorrei fare in merito:se avessi avuto aderenze si sarebbero viste?Glielo chiedo perchè il ginecologo che me l'ha fatta dice che non si sarebbero viste ossi che è molto difficile.
Insomma mai che avessi un parere univoco o quantomeno pareri simili.
Attendo una sua risposta.
Cordiali saluti.

[#15]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Dalla colposcopia si evidenzia un processo infiammatorio, e comunque non ci sono lesioni tipiche da HPV.
Bisogna aspettare il risultato della tipizzazione virale per chiarire bene la situazione.
La terapia che le hanno prescritto è per il processo infiammatorio e per rinforzare le sue difese immunitarie.
Il pap test lo ripeterei prima di fare la prossima colposcopia.
Con l'esame ecografico non è possibile vedere le aderenze.
Buona serata.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#16] dopo  
Utente
Dottoressa buongiorno, dopo un pò di tempo mi rifaccio viva perchè avrei bisogno di un suo consulto.
Quanto all'hpv sto continuando i controlli di routine.Purtroppo dalla tipizzazione risulta che ho il tipo 31.
A parte ciò,il mio problema più pressante è ora (non ricordo se gliene ho fatto menzione) quel persistente dolore che accuso durante la minzione e non solo:molte volte infatti sento delle fitte anche quando sto facendo tutt'altro.Senza contare che vado in bagno solo al bisogno(non ho lo stimolo di andarci di continuo e il flusso è normale a differenza di quanto accacde con la cistite)e non provo alcun bruciore durante la minzione ma solo dolore che a volte è intermittente: a volte c'è, a volte no,a volte si manifesta alla'to iniziale della minzione altre volte ancora durante o alla fine.
Il dolore,ho notato,si acuisce in prossimità delle mesturazioni e mi accompagna per tutto il giorno e tutti giorni.Ho anche cominciato a percepire come una sensazione di riscaldamento mista a bruciore nelle parti intime e quando ho rapporti provo dolore(soprattutto al momento dell'orgasmo).Ho il ventre indolensito.
Si pensava fosse cistite.Ho eseguito 2 volte l'urinocultura,1 volta l'esame citologico delle urine,ho seguito 2 volte l'ordinaria cura per la cistitite ma nulla.Il dolore è diminuito ma mai scomparso.
Gli esami poi si sono rivelati sempre negativi,tutti regolari insomma.Ho anche fatto la cura per il processo infiamamtorio che mi è stato diagnosticato in sede di colposcopia (vd intervento sopra)e anche quello non ha giovato.
Mi sono recata dal medico di base il quale mi ha prescritto,come ultima spiaggia,un tampone vaginale per gonococco,clamidia,micoplasmi,ureoplasmi.
Tutto negativo/assente:
Sviluppo batterico:assente
Sviluppo micetico:negativo
ricerca gonococco:negativo
clamidia:negativo
Micoplasmi(colturale):
-u.ureaalyticum: assente
-micoplasma hominis:assente
Secondo lei ho eseguito un tipo di tampone completo?Potrei farne un altro per la ricerca di qualche batterio che non mi è stato prescritto in questo esame?Mi consiglia un tampone cervicale o uretrale?Oppure può consigliarmi qualcos'altro da fare?
Mi perdoni se le pongo tutte queste domande ma non sò più che fare.E' quasi un anno che ho questo disturbo e non riesco a venirne a capo.Io purtroppo sono convinta che sia dovuto tutto a quel rapporto sessuale non protetto che ebbi a febbraio di un anno fà perchè è da quel momento in poi che sono iniziati tutti i miei problemi.
Confidando in una vostra celere risposta,le porgo i miei più cordiali saluti.

[#17]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Continui a fare i controlli per il virus HPV.
Per questi disturbi, provi a seguire i consigli, riguardo l'igiene intima, gli indumenti, l'alimentazione e la regolarizzazione della funzione intestinale che troverà nel mio articolo minforma su questo problema.
Il link è:

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/646-prurito-bruciore-e-perdite-vaginali-consigli-pratici.html

Buon fine settimana.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#18] dopo  
Utente
Grazie dottoressa.Lo leggerò sicuramente.Solo una domanda.Il mio medico di base ha cercato di localizzare il dolore tastandomi il ventre.
Il dolore lo sento rasente all'osso pubico,un pochino sopra e in profondità.
Il dottore dice che sia l'utero e che potrebbe entrarci l'hpv.E' possibile?
Mi ha prescritto una TV.