Utente
Buongiorno
a novembre 2010 ho effettuato un pap test con risultato ASCUS.
Ho effettuato la colposcopia che ha evidenziato una cervicite cronica con alterazioni focali da effetto citopatico virale. La ginecologa mi aveva prescritto degli ovuli e trasfactor 11 per un mese, cura che ho seguito. Per eccesso di zelo ho sottoposto i risultati ad un altro ginecologo, il quale mi ha parlato di CIN 1, avanzando due possibili soluzioni: l'intervento per eradicare eventuali condilomi oppure di aspettare 6 mesi e rifare il pap test per controllare che l'infezione da virus rientrasse. Nel frattempo, per facilitare la decisione sulle opzioni prospettate, ho effettuato HPV test che ha evidenziato una negatività per ceppi ad alto rischio. All'inizio di agosto ho quindi effettuato un ulteriore pap test. Risultato: "reperto infiammatorio. Paracheratosi". il risultato può essere collegato al contagio da hpv? è preoccupante? Spero in una vostra risposta. Grazie

[#1]  
Dr. Neri Stella

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Buona sera, stia tranquilla, l'assenza di virus e il pap-test negativo devono assolutamente tranquillizzarla. Per quanto riguarda la storia clinica, le consiglierei comunque di effettuare una colpoiscopia di controllo tra 3 mesi perchè dalla sua descrizione non risulta chiaro se sono stati evidenziati dei condilomi a livello del collo dell'utero. Lei parla di CIN 1 che è una diagnosi che scaturisce da una biopsia che non penso sia stata fatta nel suo caso, ma che è improbabile in caso di assenza di infezione da papillomavirus.

Cordiali saluti
Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli

[#2] dopo  
Utente
gentile dottoressa, la ringrazio per la pronta risposta.
Quello riportato (cervicite cronica con alterazioni focali da effetto citopatico virale) è in realtà il risultato dell biopsia (non mi ero spiegata bene). Non ho con me il risultato della colposcopia, ma ricordo che il gineocologo ha parlato due condilomi piatti che sono stati oggetto di esame istologico. A seguito del suddetto ho effettuato l'HPV test risultato negativo per ceppi ad alto rischio oncogeno.
Il mio dubbio è che la paracheratosi sia collegata all'effetto citopatico di cui sopra. Mi può dare un parere in merito?

[#3]  
Dr. Neri Stella

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Ora è tutto più chiaro. Avendo fatto la biopsia, è quella la diagnosi che deve tener presente. Il suo problema dunque è che sono presenti dei condilomi piani evidenziati coloposcopicamenta e la biopsia ha confermato alterazioni correlate al papillomavirus (nel suo caso ceppi di basso grado). Non si preoccupi per la paracheratosi, non indica nessuna lesione e verosimilmente costituisce l'esito cicatriziale della cervicite. Come le dicevo, avendo effettuato una biopsia, il risultato istologico ci da la conferma della patologia in atto. Stia tranquilla e valuti semplicemente con il suo ginecologo se eliminare i condilomi o effettuare il follow up propostole.
Dr. Neri Stella
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia.
Napoli