Utente
Buongiorno, compio 42 anni ad agosto, dopo 2 aborti per gravidanze anembrioniche nel 2008 e la seconda nel 2010, io e mio marito stiamo valutando un tentativo di PMA in quanto l'anno scorso hanno riscontrato in mio marito astenozoospermia, mentre negl'anni precedenti sono riuscita a rimanere incinta in modo naturale.
Stiamo facendo tutti gli esami per farci valutare da un centro sterilità convenzionato ASL.
Non capisco molto se i miei valori mi danno la speranza di tentare ICSI o FIVET ecc Soprattutto se posso rientrare nella prassi convenzionata o solo a pagamento.
Riporti i dati principali : prelievo del sangue al 2° giorno di mestruazioni
AMH antimulleriano 0,7 ng/ml
FSH ORM. FOLLICOLO-STIMOLANTE 8,57 mlU/ml
LH ORMONE LUTEINIZZANTE 3,62 mlU/ml
17 B ESTRADIOLO 31,00 pg/ml
PROLATTINA 11,61 ng/ml
TSH-REFLEX 1,603 se serve anche questo

Se occorrono altri dati, ve li posso indicare.
Dai valori di riferimento del centro diagnostico, non è chiaro quale riga di riferimento bisogna leggere. Righe come Fase follicolare, picco metà ciclo,post-menopausa, e altri ancora
C'è solo l'asterisco, quindi deduco sballato, per l' AMH
Mi potete gentilmente spiegare se l'AMH deve essere alto, basso, e idem per FSH per avere buone possibilità di riuscita PMA se è meglio sia alto o basso oppure?
Vi ringrazio in anticipo dell'aiuto che vorrete darmi
Un cordiale saluto, da una donna confusa, e molto speranzosa

[#1]  
Dr. Ario Joghtapour

40% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
MONTEVARCHI (AR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
L’AMH è un nuovo strumento della misurazione di riserva ovarica che non subisce fluttuazioni durante il ciclo, le sue concentrazioni ematiche diminuiscono nella vita riproduttiva, nel suo caso è molto basso. FSH andrebbe dosato nei primi giorni del ciclo (3° giorno) nel suo caso se è nei primi giorni del ciclo, il valore è ottimale nonostante 42 anni. Purtroppo dopo i 40 anni i risultati in PMA diminuiscono, comunque prenda una decisione e magari al più presto si sottoponga al PMA. cordiali saluti
Dr Ario Joghtapour Spec in Ginecologia Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana. Master Univers Medicina Materno-Fetale -Chirurgia Robotica

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dott., grazie mille per la risposta.
Sì l'esame del sangue l'ho fatto il 2° giorno delle mestruazioni.
Bene mi consola che l'FSH è buono, consapevole invece dell' AMH basso, ahimè l'età...ci siamo già rivolti alla Clinica Zucchi di Monza e spero con i miei valori di poter rientrare nella PMA in convenzione e NON a pagamento.
Ho ritirato anche l'esame spermiogramma con test capacitazione di mio marito, nell'ultimo esame dell'anno scorso aveva come diagnosi ASTENOZOOSPERMIA GRAVE, ad oggi invece ASTENOZOOSPERMIA LIEVE.
Le indico i valori, perchè di questo test capacitazione non mi è chiaro se è buono oppure incide nell'esito negativo di una PMA.

CONTA TOTALE SPERMATOZOI 142.0 x 10^6/ml
MOTILITA' TIPO A 7% so che è bassissimo, e A + B non è > di 50
MOTILITA' TIPO B 42 %
MOTILITA' TIPO C 14%
MOTILITA' TIPO D 37%
SPERMATOZOI VITALI 71%
FORME NORMALI 41%
ANOMALIE DELLA TESTA 55%
ANOMALIE DEL TRATTO INTERMEDIO 2%
ANOMALIE DELLA CODA 3%
CELLULE ROTONDE 3%

Test capacitazione: MI DICA COME SONO QUESTI RISULTATI
N° spermat. capacitati/ml 16 x 10^6/mL
motilità tipo A 62 %
motilità tipo B 8 %
motilità tipo C 10 %
motilità tipo D 20 %
Metodo MICROSCOP.

Ab antispermatozoi NEGATIVO

Quindi secondo lei una gravidanza in modo naturale è davvero MOLTO difficile ?
Invece secondo lei con questi nostri valori ci consiglierebbe una IUI, ICSI o FIVET ? Quale sarebbe più efficace ? Vorrei fare 1 solo tentativo di PMA, avendo avuto già 2 aborti per gravidanze anembrioniche psicologicamente non ne sopporterei altre....Mi capisce?
Attendo fiduciosa una sua risposta esaustiva, e rincuorante !
GRAZIE MILLE
Saluti

[#3]  
Dr. Ario Joghtapour

40% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
MONTEVARCHI (AR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
...Test capacitazione: MI DICA COME SONO QUESTI RISULTATI

R: vanno bene. Per FIvet oppure ICSi sono più che sufficienti.

......Quindi secondo lei una gravidanza in modo naturale è davvero MOLTO difficile ?

R...Statisticamente parlando sì, poi ci possono essere casi sporadici che non fanno testo. Sempre con PMA i risultati dopo 40 snon bassi, dopo 42 ancora di più.

.....Invece secondo lei con questi nostri valori ci consiglierebbe una IUI, ICSI o FIVET ? Quale sarebbe più efficace ?

R: non è che un metodo è più efficace dell'altro, andrebbe valutato l'indicazione della coppia, nel suo caso solo il fattore dell'età indica FIVE-ICSI.

.....Vorrei fare 1 solo tentativo di PMA, avendo avuto già 2 aborti per gravidanze anembrioniche psicologicamente non ne sopporterei altre....Mi capisce?
R: La capisco, importante è che le decisioni siano prese in modo consapevole.

Cordiali saluti e auguri.
Dr Ario Joghtapour Spec in Ginecologia Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana. Master Univers Medicina Materno-Fetale -Chirurgia Robotica