Utente
Buongiorno,
brevemente la mia storia: 41 anni , nessuna gravidanza, 11 anni fa sono stata sottoposta a conizzazione per una CIN2/3, da allora pap-test e colposcopia regolarmente eseguiti ogni 6 mesi (da qui si capisce lo spavento!) sempre risultati regolari.
Da 2 anni ho un nuovo fidanzato con cui ho sempre avuto rapporti protetti, ma negli ultimi 2 mesi avendo io dovuto prendere la pillola Klaira (per mettere a “riposo” tutto visto che a dicembre 2011 mi hanno tolto due polipi endometri ali e al controllo effettuato un mese fa, un polipo si stava riformando), siamo passati a rapporti non protetti. Nel controllo ginecologico eseguito un mese fa, il pap-test riporta testualmente “ASC-US (candida? Infiammazione? Infezione HPV?)”, da cui mi sembra di capire che si evince un’anomalia, ma aspecifica.
Al momento del pap-test ho fatto anche la colpo che è risultata negativa. Ora il mio ginecologo mi fa ripetere l’HPV-DNA test (che 3 anni fa era risultato negativo) e anche il Fish test.
La mia domanda è la seguente: è possibile che in due mesi di rapporti (non frequenti) non protetti possa già emergere un ASCUS imputabile ad HPV? Son rimasta negativa per 11 anni (al momento della conizzazione l’HPV non era stato comunque diagnosticato), possibile che in 2 mesi ritorni nello stesso incubo?
Quale iter prudenziale è meglio seguire per intervenire il prima possibile? Lo dico perché nella mia precedente esperienza in 6 mesi il pap-test è passato da CIN1 a CIN2/3, quindi ora sono molto più desiderosa di bloccare tutto piuttosto che avere una posizione attendista.
Grazie per l’aiuto

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La probabilità di cui parla è piuttosto remota, ma non impossibile considerando la variabilità di incubazione dell'HPV.
Se la colposcopia non rileva zone sospette, ritengo che non vi sia motivo di preoccupazione.
Dopo l'esito del HPV-test, esegua un follow-up con paptest ogni 3 mesi (in via prudenziale) per almeno 3 volte
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta puntuale.
Ho tre ulteriori quesiti:
- quando mi fu fatta la conizzazione, il referto istologico non rivelò la presenza di HPV. Mi dissero che poteva essere un ceppo allora non "mappato" o che più probabilmente l'infezione era molto vecchia, aveva provocato l'alterazione (che ormai proseguiva in modo autonomo), ma il virus non era più presente (debellato dalle difese immunitarie). Interpretazione che la convince?
- se l'HPV-test era negativo 3 anni fa significa che l'HPV allora non era presente- se ora lo fosse potrebbe essere una recrudiscenza del vecchio o un qualcosa di nuovo? Esiste una risposta certa o certezze non ve ne sono?
- Infine la vaccinazione quadrivalente la riterrebbe utile nel mio caso?

Non avendo avuto molti partner, sono ovviamente preoccupata e sconfortata.

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
1- l'interpretazione non è del tutto convincente riguardo la mappatura del virus, potrebbe essere stato debellato
2- se fosse presente adesso, potrebbe essere un nuovo ceppo virale
3- il vaccino protegge solo da alcuni ceppi virali (quelli più a rischio), bisognerebbe conoscere quali ceppi lei ha contratto
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
Buonasera,
ho fatto nuova visita di controllo per eseguire il FISH-test.

Il medico che mi segue da anni e che è colposcopista mi ha fatto una colposcopia molto minuziosa con l'acido acetico. Dice che l'unica minima evidenza acui però non attribuisce un significato displastico (perchè apparentemente ha connotati differenti) è in un punto sulla cicatrice della precedente conizzazione. Dice che spesso le cicatrici, in quanto tali, non reagiscono come tessuti che non hanno mai subito interventi.
So che è persona prudente, ma lui sa anche che io sono molto apprensiva, per cui ora aspetto l'esito di questo test.
La mia domanda è la seguente: è possibile che una colposcopia a distanza di 6/8 settimane possa dare evidenze nuove?
La mia perplessità è legata al fatto che sembra che i problemi alla cervice uterina abbiano una progressione molto lenta, io invece mi ritrovo a delle reazioni molto rapide (ripeto pap-test più colposcopia ogni 6 mesi tutto negativo negli ultimi 11 anni, raschiamento per un polipo ed esame 8 mesi fa tutto negativo). Se veramente in due mesi di rapporti non protetti, questo è il risultato,non so davvero come tutelarmi.

Grazie

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Credo di avere già in parte risposto dicendo che "la probabilità di cui parla è piuttosto remota, ma non impossibile considerando la variabilità di incubazione dell'HPV."
Al momento non vedo motivo di preoccupazione se la colposcopia ha dato esito negativo
Riporti le novità
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,
volevo riportare le novità: HPV-test e FISH test entrambi negativi.
Questi risultati mi hanno molto rasserenata (immagino qundi che al pap-test fosse stata data una lettura di quasi-positività in via prudenziale).
A questo punto, posso aver la certezza di non aver infezioni da HPV in corso oppure, anche con questi risultati, non si sa mai che qualcosa si annidi nelle cellule?
Farò il prossimo controllo di routine a fine febbraio.

Grazie per la collaborazione

[#7]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Con questo risultato può escludere infezioni in atto, deve fare i controlli così come programmato
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"