Referto esame istologico per hpv

Salve, sono una ragazza di 28 anni, a fine agosto ho eseguito un pap-test ed è stata evidenziata un'alterazione. Ho fatto una colposcopia con biopsia, e vorrei scrivere qui il referto dell'esame istologico:

"Frammenti di mucosa cervicale con papillomatosi e vacuolizzazioni perinucleari dei cheratinociti, aspetti di metaplasia epidermoide estesa anche alle cripte ghiandolari. Reperto morfologico indicativo di lesione di tipo virale (hpv)"

Ho chiesto al mio ginecologo se fosse un livello CIN1 o altro, ma mi ha detto che è lieve e non è neanche un cin1. E' così? Al momento della biopsia mi aveva detto di stare tranquilla e che se fosse stata una lesione lieve spesso non viene trattata chirurgicamente. Però al momento della consegna del referto mi ha parlato subito di laser vaporizzazione senza darmi troppe spiegazioni. Mi sembra una sorta di controsenso e non capisco bene.. capisco che magari sia sempre meglio eliminare queste cellule alterate, e se è proprio da fare lo si fa, d'altra parte penso che sia cmq un intervento un pò invasivo, per quanto semplice routine etc etc.. quindi insomma mi chiedo se sia davvero il caso di agire subito chirurgicamente o se invece sia consigliabile una costante monitorizzazione nell'ipotesi che magari questa lesione regredisca?
Non vorrei trovarmi a dover fare più volte il laser e stressare il collo dell'utero.. ho anche avuto un raschiamento un anno fa per un aborto e mi preoccupa il fatto di "stressare" la zona.. insomma vorrei sapere se ci sono altre vie comunque valide.

Grazie mille, Manuela

[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40k 1,2k 246
Non si tratta di una lesione displastica ( CIN) e quindi può non essere trattata.
Voglio fare una precisazione che per far diagnosi di HPV non è necessaria una biopsia è sufficiente un HPV test.
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/835-considerazioni-sulla-infezione-da-hpv-papilloma-virus-umano.html
Saluti

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Biasi, la ringrazio per la sua risposta.

Vorrei chiederle, mi consiglia di sentire anche altri pareri? Io per ora non mi sento molto propensa a fare una laser vaporizzazione.. lei mi scrive "..e quindi può non essere trattata". Ma a suo parere sarebbe meglio trattarla o no?

Ora, non è bello da dire, ma per quanto ritenga il mio un bravo ginecologo ho però qualche dubbio se fidarmi in questa circostanza. E' appena andato in pensione e sta proseguendo la sua attività privatamente.. sta lavorando tantissimo ultimamente, veramente tanto, e non vorrei insomma.. che cercasse di lucrare il più possibile su queste cose. Ho avuto come questa strana sensazione anche viste le incongruenze e quindi mi sono nati dubbi..

Non voglio polemizzare, mi dia il suo parere professionale ovviamente, grazie
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40k 1,2k 246
La lesione intraepiteliale di basso grado corrisponde ad una infezione da HPV, quindi anche transitoria, ai 6 mesi potrebbe non essere presente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie nuovamente per la sua risposta. Credo che consulterò il Centro Donna della mia città e per ora non farò laser..

Un'altra cosa: adesso sarebbe inutile fare un HPV test in quanto è già ovvio che io abbia questo virus? Vorrei sapere quali ceppi ho. Deve prescriverlo per forza un ginecologo? L'avevo chiesto al mio prima della biopsia ma mi aveva addirittura detto che non esisteva, poi in un altra visita mi disse che era un esame complicato.. poi mi sono informata su internet..mi secca perchè proprio su questo argomento non ero informata purtroppo.

Inoltre, dovrò rifare più avanti un'altra biopsia per sapere se la lesione è peggiorata o migliorata?

Grazie
[#5]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40k 1,2k 246
La prassi è:
PAP-test>>>>>HPV test>>>>>>>COLPOSCOPIA!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio