Utente 289XXX
Gentile dottore,
sono una ragazza di 20 anni.

Da ottobre/novembre mi si è presentata una lieve irritazione sul grande labbro sinistro, precisamente a livello della piega cutanea tra questo e il piccolo labbro sinistro, all’altezza del clitoride. E’ costantemente presente un arrossamento, una specie di segnetto rosso poco percettibile ad occhio nudo che però talvolta mi provoca un fortissimo e assai fastidioso prurito. Talvolta inizia da solo all’improvviso e comunque ricomincia SEMPRE non appena sfioro la zona. Quando, inevitabilmente, mi gratto il “taglietto” rosso si rende più evidente e mi provoca un po' di bruciore oltre al prurito, la zona intorno appare molto irritata e tutto il clitoride è dolente.
In un paio di occasioni è anche capitato che il prurito si facesse più intenso sul clitoride stesso e si espandesse fino al piccolo labbro dx. In queste occasioni ho notato che era arrossato e il lato destro del clitoride estremamente gonfio.

Le aggiungo per completezza che proprio a partire da quei mesi e fino a dicembre ho avuto ripetuti rapporti a rischio a seguito dei quali, a partire da 45 giorni dopo l'ultimo (circa 4 mesi dopo il primo quindi), ho fatto i seguenti accertamenti:
- HERPES 1-2 IgM
- citomegalovirus IgG
- citomegalovirus IgM
- HBeAg
- Anti-HBeAg
- Anti-HBsAg
- Anticorpi anti-HCV
- Anti-HBcAg totali
- HBsAg
- sierologia lue
Da cui è risultato tutto assolutamente ok.
Ho eseguito anche il test per l’HIV, con esito negativo, e un pap test che non ha rilevato alcuna lesione (sono anche vaccinata x l’hpv) ma solo un’infiammazione, compresa la riparazione tipica.

Da dicembre non mi depilo nè ho rapporti. Ogni volta attendo semplicemente che il prurito passi da solo, ma i sintomi si ripresentano sempre allo stesso modo e con la stessa intensità. Un paio di volte ho applicato una crema allo zinco che ha alleviato il fastidio ma non è stata risolutiva. Nella mia vita ho avuti degli episodi di candida (con prurito interno, bruciore e la classica ricottina) quindi sento di poterla escludere a priori poichè i sintomi sono completamente diversi.

Non potendo fare subito la visita, potrebbe dirmi se questi sintomi potrebbero essere legati a qualcosa in particolare, per cui magari dovrei affrettarmi a fare degli accertamenti precisi e diversi da quelli già fatti? Sono molto preoccupata dalla durata di questi fastidi mai avuti in precedenza e che permangono in maniera così stabile e inalterata. Inoltre ho iniziato a frequentare un ragazzo e, avendo intenzione di avere rapporti con lui (ovviamente parlo di rapporti protetti!), vorrei prima avere la certezza assoluta di non trasmettergli nulla, perciò avrei davvero bisogno di qualche indicazione su come muovermi.

La ringrazio in anticipo per la risposta,
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto metterei in evidenza i consigli per una igiene intima corretta.
https://www.medicitalia.it/blog/ginecologia-e-ostetricia/1818-igiene-intima-femminile-consigli-utili.html
quello che riferisce potrebbero essere associato a dermatiti e dermatosi vulvari.
PRURITO,BRUCIORE e DOLORE , che portano a grattamento con sovrainfezione batterica.
In questi casi è molto importante la visita con un esame vulvoscopico.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 289XXX

Dottore la ringrazio davvero per la risposta (questo sito è un vero punto di riferimento per me!).

Il giorno dopo aver inserito la domanda sono riuscita, quasi per miracolo, a fare una visita ginecologica. La dottoressa mi è parsa davvero molto scrupolosa. Dopo una visita accurata ha detto che al momento non ho alcun sintomo esterno, nemmeno di irritazione e che secondo lei si tratta di semplice candida, ipotesi che ha ulteriormente confermato quando le ho parlato dei miei episodi precedenti.
Io non sapevo potesse dare sintomi simili e così esteri, ma in effetti mi pare l'ipotesi più probabile avendo anche dei disturbi intestinali frequenti.
Alla fine mi ha prescritto un ciclo di 10 giorni con fermenti lattici e una crema da usare nel caso si ripresentasse il prurito. Da quando ho inserito la domanda però, fortunatamente, non si è ancora ripresentato nulla.

La ringrazio ancora,
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
PERFETTO!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI