Utente
Buongiorno.
dopo una interruzione terapeutica 5 mesi fa per malformazioni, Oggi mi trovo di nuovo incinta.
Già dall'inizio della gravidanza, subito dopo l'ovulazione "fortunata" mi si è formata una cisti liquida di 9 cm nell'ovaio destro (spesso mi si formano).
All'ecografia in data gestazionale 6+2 la ciste ha raggiunto i 12 cm.
Oltre a questo, sempre a 6+2, è stata visualizzata camera gestazionale di 12 mm con un sacco vitellino ma non l'embione.
Vorrei sapere se ho speranza che la gravidanza prosegua, sia per la ciste, sia per il fatto che l'embrione ancora non si è visto pur essendo la camera gestazionale già piuttosto grande. grazie

[#1]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig, per quello che riguarda la cisti dovrà tenerla sotto controllo, perché potrebbe ingrossarsi o torcersi sul peduncolo e richiedere pertanto l'intervento chirurgico, talvolta indispensabile anche in gravidanza. In questi casi si sviluppano violenti dolori addominali, che richiedono il ricovero ospedaliero. Dal punto di vista della gravidanza, occorre ripetere l'ecografia tra 7 giorni, per seguire l'evoluzione del quadro descritto. Una sola ecografia, in epoca così precoce, anche se l'embrione non è ancora presente non giustifica diagnosi affrettate. Sinceri auguri.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, all'ultima ecografia (epoca gestazionale 7+2) la ciste è cresciuta di 1 cm arrivando a 13 cm X 11 cm.
Per quanto riguarda l'embrione (sempre a 7+2) è 6 mm con battito quindi una settimana indietro rispetto a quanto dovrebbe.

Per la ciste mi è stato solo detto di continuare progesterone ovuli 200, attendere, e rifare controllo tra 3 settimane che però mi sembrano troppe. Ed evenutalmente provare ad aspirarla, se non diminuisce, in sede di villocentesi.

Cosa ne pensa? davvero non si può fare niente adesso a parte attendere e sperare che non si verifichi una torsione?

Grazie

[#3]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. sig., di solito in gravidanza si procede con estrema cautela, poiché un intervento chirurgico puo' comportare rischi di aborto. Prima di fare alcunché in medicina è importante valutare bene il rapporto tra rischi e benefici. Quindi l'atteggiamento consueto in casi come il suo, se l'ecografia è rassicurante, è di attesa. Viceversa, se il quadro clinico ed ecografico dovesse peggiorare, in quel caso è indicato l'intervento chirurgico. L'aspirazione della cisti sotto guida ecografica è un'ulteriore possibilità, oggi meno utilizzata che in passato per i progressi della laparoscopia. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli