Utente
salve.
Io e mio marito abbiamo 32 anni.
A mio marito a settembre 2014 hanno trovato condilomi acuminati sul pene.
Fatto diverse visite dermatologiche e hanno detto che questo HPV non è di quelli carcerogeni perché quelli che causano condilomi non sono maligni. Ora li sta curando con Crema aldara e sembrano pian pianino andare via.
Lui dice che da quando ha 17-18 che vede questi puntini bianchi andare e venire ma non ci aveva mai fatto caso perché sparivano da soli.
Ora invce erano in numero maggiore e non andavano via e così siamo andati a farli vedere. Ecco che ci hanno dato la diagnosi di HPV con condilomi genitali.
Io sono andata subito dal ginecologo il quale mi ha detto veramente di stare tranquilla perché il mio pap test a marzo era perfetto e non c’era niente di anomalo e che questo tipo di HPV da condilomi non è pericoloso. e che ci vediamo a marzo 2015 come programmato.
Anche fare un test HPV per individuare i ceppi mi ha detto che non è necessario (premetto che il mio ginecologo ha visitato anche mio marito guardandogli il pene).
Pure io prima di mettermi con lui ho avuto altre storie...e se fossi io ad averlo contagiato...e io avrei altri ceppi ad alto rischio???
(fino ad ora PAP TEST da quando ho iniziato a 20 anni tutti nella norma.
Ora ho paura che possa aver preso il tumore al cavo orale dato che se lui dice di aver sempre visto questi condilomi bhe abbiamo fatto diverse volte sesso orale (sia io a lui che lui a me). La dermatologa mi ha controllato l’esterno della vagina e non c’era niente…ma la bocca no..perché dice che non cè nessun problema con questi condilomi e la bocca.
Mentre invece su internet vedo di tutto e la cosa mi terrorizza.
a volte la voce mentre sto parlando scende, poi tossendo risale…dopo un po riscende…mi capita ogni tanto nhe non sempre.
Ho la lingua un po bianca, i lati della lingua mi sembrano strani e non riesco a capire se è la normale struttura o se ci sono dei bordi un po irregolari con sporgenze.
inoltre sotto la lingua vedo dei filamenti un po bianchi che terminano con una piccola escrescenza di pelle...anche mio marito ce le ha!!!
Ho davvero paura di aver contratto tumori del cavo orale facendo sesso orale prima che si scopriva il papilloma virus.
Altre MST non ne ha...ha fatto test hiv, epatiti, sifilide, ureplasma, esame urine ecc ecc. ed era tutto negativo.
Se lui ha davvero questi condilomi che vanno e vengono da quando ha 17 anni (prima di mettersi con me) bhe allora con tutti i rapporti orali....sono davvero fregata e mi verrà un tumore al cavo orale!!!
Aiuto...cosa ne pensa????

[#1]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., l' HPV, come diceva un grande Maestro... significa: Ha Poco Valore ! Non è pericoloso l'HPV in sé, ma gli eventuali effetti delle infezioni da HPV ad alto rischio che non guariscano spontaneamente. Esistono infatti vari tipi di HPV, di cui andrebbero testati solo quelli ad alto rischio, in quanto gli altri non sono cancerogeni. Anche in caso di infezione da HPV ad alto rischio, pur non esistendo una cura specifica, la stragrande maggioranza si risolvono senza reliquati. Bene hanno fatto pertanto gli specialisti che ha consultato a tranquillizzarla. L'ansia deprime le difese immunitarie ed apre la porta alle malattie. Le consiglio di limitarsi ai controlli che le vengono consigliati e di non avventurarsi su Internet a caso. Se proprio vuole navigare in sicurezza su questi argomenti, dovrebbe leggere " Le 100 domande sull' HPV" del GISCI, una seria e ben documentata trattazione scritta da esperti del Gruppo Italiano per lo Screening del Cervicocarcinoma per i non addetti ai lavori. In un linguaggio comprensibile troverà tutto quello che deve sapere sull'argomento, senza inutili e dannosi voli pindarici. La troverà sicuramente completa ed esauriente. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente
Salve,
ecco che torno a scrivere...
Cerco di riassumere brevemente la storia di mio marito dato che è passato molto tempo.
A settembre 2014 (quindi un anno fa) mio marito ha sviluppato condilomi da HPV sul pene.
Visitato dal dermatologo, il quale ha guardato anche la zona anale, ci ha confermato che erano condilomi e che erano solamente sul pene.
Non ha ritenuto opportuno mandarlo da un proctologo per fare altri esami.
Abbiamo cominciato con Aldara per 4 mesi e all’inizio sembrava andare meglio…ma poi la crema ha fatto una reazione di bruciore, rossore e sangue sulla pelle attorno ai condilomi. I condilomi non sanguinavano, era solo la pelle attorno a sanguinare perché probabilmente corrosa dalla crema.
(forse mio marito non è stato attento a come metterla).
Visitati dal dermatologo ci ha detto di fare molta attenzione e di applicarla il più precisamente possibile. Così abbiamo fatto. Passa il tempo e i condilomi sono ancora lì. Sparivano un po e poi ritornavano e qualcuno altro nuovo appariva.
Essendo la pelle di mio marito sensibile abbiamo deciso di provare prima di tutto con un rimedio naturale consigliatoci dal nostro omeopata da cui siamo seguiti.
Negli ultimi 8 mesi dobbiamo dire che non sono spariti ma non si sono neppure più ingranditi ne nemmeno ne sono apparsi di nuovi…e questo trovo sia giâ molto positivo.
Ora riproviamo con la crema aldara e vediamo come va.
Ora il problema è che purtroppo mio marito l’altra sera ha avuto un episodio di sangue anale. Da una settimana circa sulla carta igenica trovava sangue rosso vivo. Tutto è cominciato con feci dure e dopo aver mangiato salsa piccante al peperoncino e insaccati vari.
Però non sentiva nessuna pallina emorroidica. L’altra sera si è accorto che aveva una macchia di sangue sui suoi boxer…praticamente altezza anale e poi si è espansa un po lungo la riga del sedere (scusate i termini ma è per far capire). Il sangue non era tanto….almeno non mi sembrava…la macchia era già secca quando ho visto…non gli era mai capitato che il sangue gli macchiava le mutande…poi il giorno dopo ha sentito che si era formata una pallina….e poi è sparita dopo 24 ore circa.
Da questo episodio degli slip sporchi….di sangue non ne è più uscito e la pallina non è più tornata.
Ora ho avuto la bella idea di vedere in internet….e ho letto che potrebbero essere questi condilomi anali e che potrebbero essersi trasformati in tumore anale (dato che questo tumore è sì raro ma si sviluppa in soggetti con HPV e quindi con condilomi anali).
Mio marito altri sintomi non ne ha…non è dimagrito, l’appetito non gli manca, le feci sono normali (a volte un po piu stitico e a volte diarrea se mangia male..ma è sempre stato così da quando lo conosco), non ha plurito e non sente l’ano umido. Solo a volte gli capita che sente di dover defecare e poi fa poco….ma poi gli passa e il giorno dopo (se non il giorno stesso) defeca normale.
Dobbiamo preoccuparci che possa essere tumore anale da condilomi? (ho esaminato il suo ano ma non mi sembra di vedere condilomi o cose strane).
Ora sabato andiamo in vacanza due settimane e con questa cosa so già che me le rovino perché ho il pensiero fisso sul tumore anale da HPV.
In dicembre abbiamo la visita dal dermatologo…prima era impossibile.
Ho letto in certi siti dove si dice che le tipologie di HPV che causano verruche genitali (condilomi) non sono le stesse che provocano il cancro e che i condilomi seppure fastidiosi e difficili da elimanre non diventeranno cancro.
Invece in alti siti internet ho letto tutto il contrario…e mi sono spaventata molto.
Premetto che io sono andata dal ginecologo a farmi vedere e ha detto che era tutto ok e di non preoccuparmi.
Spero davvero che sappiate darmi un parere positivo in attesa della visita e per potermi godere la mia vacanza con mio marito in tutta gioia e felicità di cui abbiamo bisogno in questo momento.
Saluti e grazie per la vostra professionalità

[#3]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., faccia visitare suo marito da uno specialista e non si lambicchi il cervello con idee strane. Internet non potrà mai sostituire la professionalità di un medico. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#4] dopo  
Utente
buongiorno...
volevo ringraziarla infinitamente per i suoi consigli che mi ha dato....sono serviti molto ed ora mio marito dopo averlo fatto visitare dallo specialista è tranquillo perché ci hanno detto che non è nulla e di stare sereni che prima o poi questi condilomi spariranno e non degenereranno in tumore e di non più guardare in internet altrimenti la nostra ipocondria ci rovina la vita.
E non è il caso di rovinarsi la vita per questi condilomi che con un po di pazienza spariranno senza lasciare segni di sè e senza lasciare brutte malattie.
grazie davvero molto...siete davvero tutti molto professionali e ci aiutate giorno dopo giorno ad andare avanti con i vostri consigli.

Veniamo al mio problema..scrivo su questo post dato che avrei bisogno un parere ginecologico.
è da qualche tempo (premetto che ho l'intestino irritabile) che dopo aver defecato e pulendomi la vagina è un po' sporca di feci...ora non so se sono feci che escono dalla vagina oppure se pulendomi un po di feci scivolano semplicemente sulla vagina.
(Tra una settimana ho cmq la visita dal ginecologo ma volevo sapre il suo parere)
Non ho dolore...alle volte brucia ma proprio saltuariamente e poi passa quasi subito.
Premetto che il mese scorso ho avuto perdite intra-mestruali perché ho fatto casino con la pillola. Infatti il mese di ottobre avendo avuto un lutto siam partiti e non ho preso con me la pillola...l'ho dimenticata per 3 giorni, poi presa 3, poi diemnticata 2 (non sono incinta perché no ho avuto rapporti per via di questi condilomi d mio marito che sta facendo la cura con Aldara).
Dopo tutte queste dimenticaze avuto spotting rosa-marroncino, Terminato il Blister è venuto il cilco.
Ricominciato il Blister questo mese di novembre ho ancora dimenticato,nella seconda settimana di assunzione, due pillole consecutive. La sera del secondo giorno piccole perdite rosa-marroni con muco. Ora ho continuato il blister normalmente e le perdite si sono praticamente fermate. Se spingo per defecare un po di perdite marroncini ci sono ancora ma proprio pochissime.
Ora vorrei sapere cosa ne pensa..sopratutto per quel che riguarda queste feci in vagina.
Premetto che non ho perdite di vece involontarie...nel senso che non trovo slip sporchi perché perdo feci senza accorgermene o cose così.
A volte quando defeco...e poi pulendomi...capita questa cosa...

Scusi un po il messaggio un po compliato. Spero abbia capito cosa intendo.

Cari saluti e buona giornnata

[#5]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., stia tranquilla, ano, vagina e sbocco dell'uretra nella donna sono così vicini che è normale imbrattarsi. Ne parli col suo ginecologo. Spesso sono manifestazioni legate al colon irritabile, tipico disturbo dei soggetti ansiosi. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#6] dopo  
Utente
buongiorno,
10 giorni fa ho fatto la visita dal ginecologo e sto aspettando l'esito per quel che riguarda il pap-test.
ora in questi giorni ho la parte addominale pelvica che è molto gonfia...non ho dolore. Ho appetito ma mangio cmq poco perché ho il colon irritabile.
Mi tocca prendere molto spesso Imodium per bloccare la diarrea (da colon irritabile che ho da ormai 5 anni) e poi mi blocco e se mangio la parte pelvica della pancia mi si gonfia. Il peso fa un po su e giù ma mangio poco per non dover correre in bagno e quindi è normale che un po dimagrisco.
Ora la mia domanda è questa: se fosse un gonfiore da tumore ovarico il ginecologo si sarebbe accorto 10 giorni fa durante la visita? Il colon irritabile può dare questi sintomi di gonfiore pelvico? (ho notato che quando defeco diminuisce un po...).
grazie mille per la sua sempre infinita disponibilità.

cari saluti e buona serata

[#7]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., il tumore ovarico è diagnosticabile con la visita, abbinata all'ecografia transvaginale e ai marcatori tumorali specifici. Penso che se il suo ginecologo avesse sospettato alla visita una patologia del genere le avrebbe fatto fare ulteriori accertamenti. I disturbi che riferisce sembrano più di origine intestinale, pertanto, se dovessero persistere, potrebbe consultare un gastroenterologo. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli