Utente
Buongiorno,
Chiedo gentilmente un parere e premetto che mi scuso se sarò un po lunghina.A seguito di tre rapporti mirati,nel mese di ottobre,sono rimasta subito incinta.il giorno dopo l'ultimo rapporto ho iniziato ad avere problemi di bruciore e perdite bianche.il ginecologo mi ha detto che era candida e facendo mille cure d lavande e crede interne il problema è rimasto fino a quando ho scoperto della gravidanza.ho perso poi la bambina a dieci settimane di gestazione.ho eseguito due tamponi vaginali,pap test e tampone cervicale ed è tutto ok.il tpine vaginale però dice: ph 3,8 scarsi lattobacilli,rari leucociti e flora batterica assente.i miei fastidi continuano incessantemente da ottobre se non nella fase del raschiamento dove ho avuto le normali perdite di sangue.la situazione rispetto all'inizio è molto migliorata ma io chiedo:si tratta solo di ripristinare la flora?un ph così è pericoloso per le infezioni o potrebbe essere troppo acido per gli spermatozoi?io da ieri sto usando gli ovuli della Normigin che contiene lattobacilli di doderlain e per ora va bene.in vescica,dall'esame delle urine,risultano rari leucociti.visto che non ho infezioni cosa posso fare per la flora e la mucosa vaginale?tra l'altro é quasi due mesi che ho fatto il raschiamento e non ho ancora il capoparto e se fosse una carenza di estrogeni che magari si correla ai miei fastidi?grazie mille

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nel post-aborto il ritardo potrebbe essere legato a due motivi :
1. durante il raschiamento la mucosa endometriale (endometrio ) viene eliminata in modo energico e dipende molto dall'operatore , pertanto sino a quando la proliferazione endometriale non si completa.
2. i valori di prolattinemia possono rimanere alti per un po di tempo ed inibire la ovulazione e quindi la mestrauazione
Il Ph vaginale si deve mantenere a livelli di 3 - 3,5
Ci sono prodotti che contengono (sotto forma di capsule vaginali,) tutti gli elementi per poter ripristinare il pH vaginale ACIDO.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dottore.quindi il mio ph 3,8 è giusto? Inoltre non capisco la sua risposta al punto uno e per prolattina non intende beta hcg? Io ho fatto le beta pochi giorni fa ed erano a 4 quindi negative.inoltre io durante la gravidanza prendevo eutirox da 25 mg per tsh a 2.90 ma con aborto ho sospeso

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dopo un raschiamento l'endometrio viene asportato chirurgicamente da una curette (strumento chirurgico) e questa operazione potrebbe essere più o meno energica e quindi ripristinarsi più o meno rapidamente.
La prolattina non è la beta HCG
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Grazie

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore,
Alla fine ieri dopo 58 giorni dal raschiamento il capoparto è arrivato: intenso,doloroso e abbondante.Volevo chiederle,visto che sono carente di lattobacilli, se subito dopo le perdite sia opportuno inserire il normogin per diversi giorni?visto che contiene bacillo di doderlain.inoltre ora mi sorge una domanda e mi scuso se mi sbaglio.gli estrogeni non sono amici del ph vaginale? Può essere che io abbia uno squlibrio di estrogeni che di conseguenza mi poeta a questo squlibrio e carenza di lattobacilli? Premetto anche che ho una secchezza vaginale.Grazie infinitamente

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì questa ipotesi è giusta , ma va confermata clinicamente
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI