Utente 268XXX
Buongiorno. Tra un paio di mesi compirò 25 anni, mi è arrivata una lettera del servizio di screening per la prevenzione del tumore al collo dell'utero.
Ma lo posso fare il pap test, visto che sono ancora vergine? Sul web ho trovato opinioni contrastanti, c'è chi dice che non si può, chi dice che si usa uno speculum apposito o addirittura un cotton fioc ecc.
Premetto che qualche anno fa ho fatto anche la vaccinazione per il papilloma virus. Avendo fatto quello, e non avendo ancora avuto rapporti sessuali, credo che le possibilità di un tumore al collo dell'utero siano abbastanza remote, o no?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Colgo l'occasione per chiarire questo aspetto:
Per eseguire un buon prelievo citologico è importante evidenziare bene il collo uterino (portio , cervice) e questo è possibile soltanto usando lo speculum.
Nel caso di una donna "virgo" (vergine) è possibile usare uno speculum da virgo con un consenso informato da parte della donna per possibili lacerazioni della membrana imenale (o IMENE) , questo perchè molte donne ci tengono all'integrità imenale sino al primo rapporto sessuale .
E' un 'assurdità sentire parlare di cotton fioc per il paptest (è da bandire) , se non si evidenzia il collo uterino ,naturalmente con uno speculum .
Sono d'accordo sulla sua ultima affermazione : l'ideale è vaccinarsi PRIMA DI INIZIARE l' attività sessuale.per la prevenzione del carcinoma del collo uterino.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI