Utente 388XXX
Salve, vi scrivo in merito alla mia ragazza, 25 anni.

Le è stata diagnostica dalla ginecologa una forma di vaginosi. Si è curata con sei applicazioni di Meclon pomata. Ora, al termine del trattamento, apprezza una completa remissione dei sintomi (aveva perdite inodori, sensazione di disagio, crampetti in corrispondenza del canale vaginale).

La mia ragazza assume la pillola anticoncezione Yaz, e si trova molto bene (prima aveva un ciclo molto doloroso, ora è tutto normale).

Ci chiedevamo se fosse necessario, anche a vaginosi guarita, l'astinenza dal sesso o l'utilizzo del preservativo. E se sì, per quanto tempo.

Io ho fatto dei controlli e sono a posto sotto tutti i punti di vista.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La vaginosi non è considerata una malattia sessualmente trasmessa, in caso di partner sintomatico , quest'ultimo va trattato, ma soltanto in questi casi..
Quindi nessuna precauzione
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Grazie mille per la celere risposta,

Avrei altre due domande.

1. I rapporti senza preservativo mettono la mia ragazza a rischio di nuove infiammazioni?

2. La ginecologa ha prescritto alcune analisi per "vedere se continuare con la pillola o sospenderla". Le analisi rappresentano una verifica di routine (in effetti è da un anno che la mia ragazza prende la pillola e non ha fatto mai analisi) o è pericoloso utilizzare la pillola per così tanto tempo? Preciso che grazie alla pillola la mia ragazza non ha più dolori mestruali (che prima erano intensissimi) e si trova molto bene.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non ha senso la sospensione periodica della pillola, che fa soltanto danni.
La ripresa della pillola dopo una inutile sospensione , riporta gli stessi effetti collaterali della prima assunzione ( AIFA) , oltre ad aumentare il rischio trombo embolico di base presente in tutti noi , anche senza l'assunzione della pillola.
Gli esami di laboratorio di routine vanno eseguiti indipendentemente dall'assunzione della pillola.
Senza alcuna sospensione
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI