Utente 397XXX
Gentile dott. /dott.ssa,
Le scrivo per chiederLe un parere. Da novembre 2015 su consiglio del ginecologo assumo effiprev, in quanto ho un ciclo molto doloroso e una formazione delle ovaie micropolicistiche. Mi è stato consigliato di prenderla per tre-quattro mesi e poi sospendere per vedere l’eventuale reazione. Ora appena si è verificato il ciclo (fortunatamente senza i classici vomiti e svenimenti) ma nei 15 gg prima ho avuto sempre forti mal di testa e mal di pancia (basso ventre). E’ giusto secondo Lei, dover sospendere solo per un mese e poi riprendere per altri tre mesi non facendo una terapia continua? cosa si riesce a vedere? L’organismo così non si scombussola? P.s. premetto che ho sempre un fastidio all'ovaio dx, nonostante su parere del ginecologo ho preso un prodotto con Ippocastano, Maldodestrine, Bromelina.
Lei cosa ne pensa?
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sospendere periodicamente la pillola NON ha nessun razionale scientifico.
L'idea di dover interrompere periodicamente la pillola continua ad avere gravi conseguenze , quali l'aumento delle gravidanze INDESIDERATE e il ricorso all'aborto e , per certi aspetti, anche l'aumento degli effetti collaterali e indesiderati.
Non esiste prova di effetti cumulativi della pillola, cerotto e anello anche dopo moltissimi anni di uso e deve essere considerato un ERRORE l'interruzione periodica dei contraccettivi estroprogestinici senza precisa indicazione medica o motivazione soggettiva.
SALUTI e buona contraccezione
Nicola Blasi, MD
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI