Utente 360XXX
Gent.li Dottori,

Vi scrivo perché avrei bisogno di un consulto.
Io e la mia ragazza viviamo una relazione a distanza e nonostante ci vediamo più o meno due settimane ogni mese, stiamo pensando di prendere in considerazione l'idea di usare dei contraccettivi diversi dal profilattico.
Vivendo una relazione di questo tipo, pensiamo che la pillola non sia il metodo migliore in quanto non abbiamo rapporti ogni giorno e quindi ci siamo indirizzati sul cerotto e anello vaginale.

In particolar modo abbiamo alcuni dubbi circa l'utilizzo del cerotto anticoncezionale.
Precisamente, lo stesso deve essere utilizzato come la pillola? Se la mia ragazza dovesse applicarlo il primo giorno di mestruazioni e poi magari toglierlo quando non ci vediamo e rimetterlo dopo un mese, sempre ad intervalli, sorgono dei problemi? Deve essere utilizzato con continuità e quindi deve essere applicato anche quando non ci vediamo?

Per essere più chiaro provo a farvi un esempio. Il 16 febbraio sarò da lei e teoricamente il primo giorno di mestruo sarà il 13. Se dovesse applicarlo il giorno 13 febbraio e toglierlo quando vado via e rimetterlo il primo giorno delle successive mestruo, potrebbe esserci problemi?

Altra domanda : funziona già dalla prima applicazione? Ovvero, applicato il primo giorno di mestruo, se dovessimo avere rapporti alla fine delle stesse, saremmo già coperti da indesiderate gravidanze?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
ASSOLUTAMENTE NO , il cerotto e l'anello non vanno usati al momento, ma sono entrambi estroprogestinici al pari della pillola, cambia soltanto la via di assorbimento , l'anello per via vaginale e il cerotto per via cutanea .
Usati nel modo che lei descrive significa prepararsi ad un flusso mestruale alterato (meno metrorragia )
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI