Utente 150XXX
Salve, ho 30 anni e per la prima volta in vita mia mi sono avvicinata all’idea della pillola come metodo contraccetivo per esigenze di vita (ovvero essere sicura al 99% di non avere gravidanze in questo particolare momento della mia vita). Tuttavia l’esperienza si sta rivelando tragica... prima ginecologa: mi prescrive Yasmin. Assunta da prassi il primo giorno di ciclo. Ciclo normale, ma che non termina mai, seguito da un abbondante spotting. In 10 gg il mio umore si stravolge, ho crisi di pianto, dormo tantissime ore e ovunque, stanchezza estrema. Al decimo giorno torno a controllo: le ovaie sono ferme, ma l’endometrio è spessissimo e la dottoressa non se lo sa spiegare. Prova la pressione e si è alzata. Risultato sospensione immediata. Passano 3 gg di grossi sanguinamenti, ma al controllo l’endometrio è tornato nella norma, così mi prescrive Mercilon. Con quella sto leggermente meglio di umore, ma da subito mi gonfia le gambe in maniera esagerata rendendole anche molto rigide (faccio sport a un buon livello e ho perso prestazioni a causa della rigidità!). Dopo 15 gg di assunzione ricomincia lo spotting, e la dottoressa mi chiude quasi la porta dicendomi che l’unica alternativa è l’anello. Così cambio ginecologo e al giorno 18 di Mercilon mi visita. Ovaie e utero a posto, ma probabilmente dosaggio che causa spotting. Gli spiego i miei sintomi e lui mi dice proviamo con una pillola solo progestinica e mi dà Cerazette, sospendendo subito l’altra. Dal solo spotting che avevo, ecco che oggi mi compare un sanguinamento vero e proprio, come un ciclo. Anche se Domenica, lo chiamo in preda al panico e mi dice solo di prendere 2 compresse insieme per 3/4 gg e portare pazienza. In giro peró leggo di tante ragazze a cui questi sanguinamenti non sono mai terminati, ed io sono indecisa. In meno di un mese questo è il secondo ciclo e ho avuto perenne spotting tranne 5 gg. In più fastidio ad avere rapporti, lubrificazione quasi zero, desiderio calato... Col mio compagno abbiamo valutato anche di sospendere e tornare al profilattico... mi chiedevo se la sospendo così, i rapporti avuti fino al giorno prima sono considerati a rischio? E poi per curiosità: esistono donne che non sopportano la pillola come me e non potranno assumerla mai?? Grazie mille...

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Precisazione importante che rappresenta una alternativa valida alla pillola quando si manifestano alterazioni ormonali da pillola , sono gli IUS (sistemi intrauterini ) a dismissione di un progestinico il LEVONORGESTREL della durata di 3 anni come il Jaydess o come il KYLEENA della durata di 5 anni .
E' possibile inserirli a NULLIPARE (donne che non hanno avuto gravidanze), con efficacia contraccettiva pari a quella della pillola , riduzione dei flussi mestruali .
Questo tipo di sistema viene utilizzato anche a scopo terapeutico per donne con IPERPLASIA ENDOMETRIALE.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 150XXX

Grazie mille dottore per l’informazione, ma avendo avuto sensibilità al progesterone, con la spirale non c’é il rischio di avere lo stesso fastidio?
E poi come mi regolo per i rapporti avuti sabato? Li posso considerare protetti se sospendo oggi, considerato che ho anche il ciclo?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Comunque deve portare a termine il blister in uso.
Il progesterone non passa nel circolo sanguigno con lo IUS , per questo nessun problema.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI