Utente 431XXX
Gentile Dottore,
Sono un ragazzo di 22 anni, ieri mentre avevo un rapporto completo con la mia partner, a metà rapporto mi sono accorto che il preservativo,non era alla base ma bensì a metà pene. Così ho sistemato nuovamente il preservativo e ho continuato. Nonostante il profilattico preferisco arrivare sempre fuori, per un fatto di sicurezza.
La mia preoccupazione è la presenza di liquidi preeiaculatori, sull'asta del pene nel momento in cui era scoperto. Devo procedere con la pillola o posso stare tranquillo?
In attesa di una Sua risposta, Le porgo i miei più cordiali saluti.
PS: dinamicamente la vedo impossibile come cosa, però nel dubbio è sempre meglio chiedere

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi è veramente impossibile escludere la emissione di liquido pre- eiaculatorio in vagina , non esistono criteri clinici , ma probabilistici e quindi per maggior garanzia dovrei consigliarle la contraccezione post- coitale o di emergenza .
Meglio eccedere , e non ritrovarsi con problema (gravidanza indesiderata) molto difficile da risolvere.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Gentile dottore ,
La ringrazio per la risposta. Leggendo altre domande simili, mi è venuto il dubbio che probabilmente mi sono espresso male. Praticamente il preservativo era rimasto a metà asta del pene, con il glande sempre coperto e con il profilattico sempre aderente all'asta. Devo seguire il suggerimento da lei citato con queste ulteriori informazioni? Mi scusi nuovamente l'ingnoranza e il disturbo. Le porgo i miei più cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se i liquidi da lei menzionati sono stati a contatto con l'ambiente vaginale , il rischio è presente
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI