Utente
Buongiorno! Avrei bisogno di un consulto riguardo un problema capitatomi la scorsa settimana, che mi preoccupa molto. Assumo regolarmente la pillola yasmin da circa 3 anni e non ne ho mai dimenticata una: oltre a questo io e il mio ragazzo abbiamo sempre praticato il “coito interrotto” che, ne sono consapevole, non è un metodo contraccettivo sicuro ma che mi ha sempre garantito una maggior sensazione di sicurezza. La scorsa settimana ho dimenticato però la pillola di mercoledì (quarta pillola del blister, quindi prima settimana). Me ne sono accorta la mattina dopo e l’ho quindi presa intorno alle 11, circa 10/11 ore dopo il solito orario di assunzione. Ho avuto rapporti non protetti nei due giorni precedenti (martedì e mercoledì) la dimenticanza, ma in entrambi i casi abbiamo praticato comunque il coito interrotto. Teoricamente parlando dovrebbe essere molto difficile che ci sia una gravidanza in corso, è corretto? Nonostante ciò, a circa una settimana di distanza ho avuto forti dolori da ciclo, mal di testa, perdite acquose e seno più gonfio del solito (ma di questi ultimi due sintomi non sono totalmente certa, essendo io parecchio impressionabile). Potrebbe essere solo quindi autosuggestione? O c’è effettivamente un’alta possibilità di una gravidanza in corso? Quando mi conviene fare il test? Dopo 10 giorni dalla fecondazione può considerarsi già affidabile (quindi potrei farlo intorno a sabato/domenica), o è meglio aspettare l’eventuale ritardo nel ciclo?(si parla quindi di ancora due settimane).
Grazie

[#1]  
Dr. Cesare Gentili

28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
CARRARA (MS)
PISA (PI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se prende regolarmente la pillola non c'è alcun motivo di praticare il coito interrotto .
L'assunzione della seconda pillola, quando se ne dimentica una dovrebbe avvenire entro le 24 ore da quella dimenticata. Nel suo caso dunque la copertura è garantita...anche senza coito interrotto.
Dr. Cesare  Gentili
www.cesaregentili.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio! Giusto per capire meglio, i sintomi presentati (che continuano anche ora, in particolare fastidio e doloretti nella zona dell’utero, mai sperimentati prima d’ora al di fuori del periodo del ciclo), a cosa potrebbero essere dovuti dal momento che il prossimo ciclo mestruale è ancora molto lontano? Potrebbero essere stati innescati dalla “dimenticanza” della pillola?

[#3]  
Dr. Cesare Gentili

28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
CARRARA (MS)
PISA (PI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La dimencanza di una pillola è inifluente sulle reazioni che può avere l'organismo.
Per i doloretti, in un consulto on line, non so che dire
Dr. Cesare  Gentili
www.cesaregentili.it