Utente 507XXX
Gentili Dottori, sono una ragazza di 24 anni, e ho una questione da porVi: quando avevo 16 anni, ho assunto la pillola anticoncezionale (Yasmin) per un anno, finché, in seguito ad analisi di routine che evidenziavano un’alterazione della Proteina C Anticoagulante, sono risultata omozigote per la mutazione del gene mthfr. L’omocisteina è sempre rimasta perfettamente nella norma, tuttavia la mia ginecologa mi ha detto di interrompere la pillola. Ora vorrei riprenderla e volevo un Vostro parere. Vorrei riprenderla anche per tentare di ridurre le problematiche legate all’arrivo delle mestruazioni (irregolari) che, negli anni, sono peggiorate. I primi giorni soffro spesso di vomito, ipotensione e lipotimie, oltre che di crampi addominali, e volevo chiederVi anche se l’anticoncezionale potrebbe aiutarmi. Vi ringrazio in anticipo e Vi porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi è consentita l'assunzione della cosiddetta "minipillola" contenente soltanto progestinico (gli estrogeni sono controindicati, come nella classica pillola estroprogestinica ) o si potrebbe pensare all'inserimento di un sistema intrauterino a base di levonorgestrel (progestinico ) come il KYLEENA .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI