Utente 214XXX
Buonasera, scrivo perchè lo scorso dicembre ho avuto una GEU tubarica risolta con methotrexate. Il motivo pare essere stato l'endometriosi, diagnosticata a posteriori grazie alla isterosonosalpingografia che ha peraltro evidenziato anche una parziale ostruzione della tuba sx, poi liberata. Visti i trascorsi e lo spermiogramma di mio marito non proprio brillante, il ginecologo ha consigliato di iniziare un percorso di PMA. A inizio mese ho quindi fatto la prima visita e i dottori consigliano la IUI dato che abbiamo già avuto una fecondazione naturale in passato.
Il mio dubbio ora è.. leggo che con la IUI le possibilità che la gravidanza sia extrauterina sono maggiori rispetto ad una gravidanza naturale, e la GEU tende normalmente a recidivare.. non è quindi un po' "rischioso" nel mio caso? Non sarebbe meglio passare direttamente alla Fivet? Al centro dicono di non volermi caricare di ormoni, ma a me non importa perchè quello che importa è il risultato e qualora dovessi restare incinta con una IUI per poi scoprire che è nuovamente in tuba ci morirei. Cosa consigliate? Sono molto confusa.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con la fecondazione assistita (FIVET) gli embrioni sono collocati all'interno della cavità uterina , quindi è impossibile l'insorgenza di di una GEU(gravidanza extra uterina ) , con l'inseminazione omologa /eterologa il rischio di gravidanza ectopica rimane immutato.
La decisione della scelta spetta soltanto a lei.
In bocca al lupo !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI