Utente 510XXX
Buonasera, alla mia ragazza è stata riscontrata una candida glabrata, di seguito ad un fastidioso prurito nelle zone intorno alla vagina, non internamente.
Premetto che lei è ipertiroidea da sempre ed al momento assume 3 tapazole da 5mg al giorno.
Ha fatto gli esami sulle malattie sessualmente trasmissibili, Pap test e tampone vaginale. E' risultata positiva all'epatite B S-epatite b (HBV) Anti-HBs, per quanto riguarda il Pap test è stata riscontrata una floglosi benigna, invece come dicevo, col tampone una candida glabrata.

Esame colturale vaginale
Esame batterioscopico
Lactobacilli: alcuni
Polimorfonucleati: discreto numero
Miceti: alcune spore
P.h.: 4,7
Esame colturale vaginale: positivo
1 candida glabrata

Ovviamente abbiamo fissato una visita dal ginecologo ma l'attesa mi sta divorando e non riesco a capire se:
Per sicurezza dovremmo ripetere il tampone.
E' una candida grave, cioò che possa mettere a rischio la vita di chi ce l'ha.
Si può debellare definitivamente.
L'ipertiroidismo e l'assunzione di Tapazole può influire sulla guarigione
Siccome è la prima volta che andrà dal ginecologo con cui abbiamo fissato l'appuntamento, volevo capire se è una candida di "routine" che la dottoressa possa facilmente indirizzare verso farmaci appropriati. Perchè leggo di famaci che praticamente non servono per questo tipo di candida.
Ringrazio anticipatamente per la risposta, buona serata

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto nessun rischio di vita per la donna.
La C. GLABRATA è curabilissima con fluconazolo e l'ipertiroidismo e conseguenti terapie non hanno ruolo nell'insorgenza della vulvo-vaginite da MICETI ( albicans, glabrata, crusei, ect..) .
Le condizioni patologiche che favoriscono l'insorgenza sono: diabete non controllato, stati di immunodepressione,fattori immunologici.
L'assunzione di antibiotici, di cortisonici, citostatici, spermicidi, invece per quanto riguarda eventuali terapie.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Innanzi tutto rinnovo i miei ringraziamenti al Dott.Blasi per la pronta risposta.
Siamo stati dalla ginecologa che ha prescritto alla mia ragazza:
Miconazolo 400mg 1 capsula vaginale x 6 sere
in seguito iniziare con ab300 1 ovulo vaginale per 15 sere
in seguito alla fine della terapia normogyn 1 capsula vaginale per 6 sere.
Può essere una terapia adatta? Perchè prima ci stava prescrivendo degli antibiotici orali, poi alla mia domanda (a cui già aveva risposto il Dott.Blasi) se gli antibiotici per via orale potessero influire con il Tapazole, lei ha risposto che non lo sapeva e allora ha deciso di cambiare la terapia per la candida. Comunque faremo un'altra visita da un'altro ginecologo, per sicurezza. Ringrazio ancora anticipatamente per le risposte.