Utente 342XXX
Buongiorno,
ho 37 anni. Due anni fa mi è stato rimosso un fibroma cellulato con due isteroscopie. Ho assunto Esmya dopo il primo intervento, ma anche dopo il secondo perché non erano sicuri che fosse stata rimossa la base d'impianto. Il farmaco mi ha fatta ingrassare parecchio, ma ha anche causato frequenti spotting. Poi nel tempo la situazione è un po' migliorata, con qualche lieve spotting.
Due giorni fa, dopo che non apparivano anomalie da 5 mesi, ho visto dei filamenti rossi in mezzo a muco viscido trasparente al 17 giorno. Poi le perdite, solo sulla carta igienica, si sono fatte rosa, poi sul marroncino giallastro. Ieri dopo l'evacuazione si sono fatte rosa ed ora marrone scuro. Sempre sulla carta, ma non spariscono. Ultimamente sono stanca per delle preoccupazioni e sento le gambe pesanti. Ho dei lievissimi bruciori al ventre.
Cosa mi consigliate?

Grazie!

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si potrebbe prendere in considerazione l'inserimento di un sistema intra -uterino (IUS) a base di un progestinico (levonorgestrel ) con effetto terapeutico e anche contraccettivo.
Non necessariamente deve continuare l'assunzione di Esmya , ma potrebbe essere utile anche un estro- progestinico (pillola, anello e cerotto )
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 342XXX

La ringrazio infinitamente. Ieri ho fatto un'ecografia pelvica temendo il ritorno di un fibroma: è perfettamente negativa! Quindi sì, è una causa disfunzionale. Ho dimenticato di dire che non ho mai avuto rapporti e che la miomectomia non ha causato deflorazione. Ho notato che quel poco muco comincia ad essere maleodorante. Quindi, se posso chiederLe, potrebbe essere un'infezione? Ed un estro-progestinico è assumibile da chi sporadicamente ha aura visiva? Grazie ancora e buona serata. La seguo sempre e verrò a salutare se passo dalle Sue parti.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
GRAZIE
Potrebbe essere utile anche una minipillola (pillola senza estrogeni) che potrebbe cautelarla se l'aura visiva fosse di natura vascolare.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI