Utente 550XXX
Buongiorno, so che ci sono già molte domande come questa ma io vorrei esporre il mio caso.
Da due mesi il mio ciclo è di 31 giorni ma può variare da 28 a 31.
Ultimo ciclo iniziato il 22/05 e ultima mestruazione il 26/05.
Io ho avuto due rapporti non protetti ma assolutamente non completi il 27/05 e il 29/05. In ogni giornata sopra scritta ne abbiamo avuti due a distanza di un’ora l’uni dall’altro.
All’incirca da sabato 8/06 ho notato un leggero allargamento dell’areola che sembra anche un po’ gonfia (specialmente quella sx) con dei puntini bianchi.
Da invece due giorni sto avendo dolore al seno che mi sembra abbastanza noduloso ma non tanto al livello del capezzolo quanto invece ai lati che poi risale anche verso l’ascella.
L’ovulazione sarebbe dovuta essere attorno al 7/06 e il prossimo ciclo dovrei averlo il 22/06.
È possibile che sia rimasta incinta in quei due giorni? (So che il coito interrotto non è assolutamente un metodo efficace ma eravamo presi dal momento). Ho anche effettuato due test di gravidanza uno l’11/6 e uno Di quelli precoci il 13 o il 14; entrambi negativi.
Non so se tutto ciò è dovuto all’ansia per gli esami che dovrò affrontare

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Penso sia in atto uno stress psico-fisico , che porta a picchi elevati di PROLATTINA , generando a livello mammario quei segni che lei ha descritto.
Sul COITO INTERROTTO ho scritto fiumi di risposte , non è possibile prevedere una gravidanza perchè è tutto legato alla famigerata goccia preeiaculatoria.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 550XXX

Scusi se la disturbo ancora ma vorrei un parere anche da lei.
Stamattina a 5 giorni da ciclo ho fatto un altro test, negativo.
Oggi pomeriggio sono andata da un ginecologo che, dopo avergli spiegato tutte le dinamiche, mi ha prontamente risposto che sono passati ben 22 giorni dal rapporto a rischio e che quindi il test di stamattina è da ritenersi affidabile.
Lei concorda?