Utente
Buonasera cari dottori,
Sono una ragazza di 25 anni con ovaio multifollicolare, assumo l’integratore Kirocomolex per regolarizzare il ciclo e favorire l’Ovulazione da sei Mesi.

Da quando assumo l’integratore il ciclo è regolare e ha una durata di 30/31 giorni.

Giorni fa ho ritirato l’urinocoltura prescritta dal mio medico curante per bruciori durante la minzione con esito positivo all’esc.
Coli, dovrei iniziare la cura antibiotica che non ho ancora iniziato perché ho un ritardo mestruale di due giorni.

Essendo alla ricerca di un bambino ed avendo avuto rapporti mirati non ho iniziato la cura per evitare di arrecare danni ad un’eventuale gravidanza.

In questi giorni ho accusato molti dolori alla schiena e senso di malessere generale.
Fino ad oggi ho trattato i sintomi della cistite con un integratore naturale al cranberry che mi ha dato sollievo.
Stamattina ho effettuato un test di gravidanza con esito negativo.

Posso ritenerlo valido e iniziare la cura antibiotica con serenità?
Tutti questi dolori alla schiena e il ritardo delle mestruazioni potrebbero essere causati dall’infezione di esch. Coli?
Vi ringrazio in anticipo per la risposta
Buona serata

[#1]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., una cistite trascurata può complicarsi e determinare una pielonefrite, per diffusione del processo infiammatorio alle vie urinarie ascendenti. E' un problema serio anche in gravidanza, tra l'altro può causare aborto. Queste infezioni devono essere curate senza indugio. Esistono antibiotici che possono essere tranquillamente utilizzati anche in gravidanza, si può far prescrivere uno di questi, in attesa eventualmente di ripetere il test, se le mestruazioni non arrivano. Cordiali saluti e auguri.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dotoressa,
La ringrazio per la risposta.
Inizierò immediatamente la cura per l’infezione alle vie urinarie.
Il medico curante mi ha prescritto l’amoxicillina/acido clavulanico sarebbe compatibile con una presunta gravidanza?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., stia tranquilla, l'antibiotico prescritto dal suo medico può essere utilizzato senza rischio alcuno in tutta la gravidanza, anche nelle fasi più precoci, che, com'è noto, richiedono la massima cautela nell'uso dei farmaci. La saluto cordialmente.
Dr. Lucia Vecoli