Utente 395XXX
Buongiorno.
Ho 39 anni e sono alla 32 settimana della mia prima gravidanza (u.m. 12/01/2009 ma ridatata eco graficamente al 8/01/2009) e ieri per la prima volta in occasione dell’ecografia del terzo trimestre e relativa flussometria fatta per mio scrupolo l’ecografista mi ha accennato l’esistenza di un problema di ritardo di crescita del feto.
Riassumo come sono andate le cose.
In occasione della morfologica (9/6/09) alla 21 + 3 erano state rilevate della anomalie nella flussometria
A.Ombelicale PI 1.00
A.Uterina SX PI 1,21 RI 0,65 incisura assente
A.Uterina DX PI 0,95, RI 0,57 incisura assente
Commento: doppler utero placentare ai limiti della norma
Il ginecologo che mi segue all’epoca mi disse che non c’era nulla di cui preoccuparsi dato che tutte le rilevazioni biometriche eseguite indicavano mediamente un assestamento dei valori tra il 50° ed il 100° percentile (soprattutto la CA).
Invecesuccessivamente con l’ecografia fatta dal mio ginecologo in data 10/08 (alla 30 + 4) sono stati rilevati i seguenti valori:
DBP 78
CC 277
CA248
Femore 58
Omero 52
Peso stimato 1498
Posizione cefalica, placenta posteriore, liquido amniotico regolare
Ma anche in questo caso il mio ginecologo ha ritenuto di non effettuare alcun ulteriore controllo né doppler rinviandomi ad un controllo dopo un mese (previsto quindi per metà settembre)
Un po’ insospettita da valori inferiori nella crescita ieri 19/08 (quindi dopo 9 giorni dalla precedente eco) ho effettuato una nuova flussometria ed ecografia con i seguenti risultati (settimana 32+0)
A.Ombelicale 1,15 (è peggiorata o migliorata?)
A.Uterina SX PI 1.04 RI 0,60
A.Uterina DX PI 0,92 RI 0.57
DBP 78,8
CC 285,7
CA 258,8
Femore 57,7
Omero 52,6
Peso: 1.550 Presentazione cefalica, BCF regolare 147 battiti, MAF regolare (che cosa significa?)
Placenta posteriore L.A regolare;
Come dicevo l’ecografista ci ha detto che il bambino (maschio) è piccolo e che si tratta di un ritardo di crescita medio - lieve, suggerendoci di fare un controllo tra 15 gg e rinviando al medico ginecologo per eventuale cura (eparina o aspirinetta).
Ho sentito il mio ginecologo telefonicamente ma secondo lui la situazione non è così allarmante … dice che bisogna solo aspettare e che il bimbo è solo un po magrolino.
Ma a me pare che i valori siano scesi al 10° o forse anche 5° percentile … e consideriato che prima si assestavano intorno al 100° percentile e che sia io che mio marito siamo alti 172 e 184 rispettivamente e di corporatura normale la cosa mi pare preoccupante
E’ vero che io alla nascita (a 7 mesi) sono nata con un peso di 1.800 gr ma perché mia madre all’epoca soffriva di problemi di epatite gravidica.
Io invece non ho nessun particolare problema a parte i valori della flussometria un po’ alterati e la mia pressione è buona70/120.
Che cosa mi consigliate? Ritenete ci sia un problema di ritardo di crescita?Che cosa dobbiamo fare?
Grazie infinite per il vostro aiuto.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
MAF sta per movimenti attivi del feto.
Ha ragione il Collega curante.
Ci si trova di fronte ad un quadro compreso nella normalità.
I valori riportati per la CA (circonferenza addominale) sono compresi fra il 5° ed il 10° percentile per l'epoca.
Si deve, in questi casi, continuare il monitoraggio ed associare, alla flussimetria, il rilievo del valore dell'indice di pulsatilità dell'arteria cerebrale media (ACM) nel tratto intermedio (M2), come sicuramente saprà il Collega curante.
All'epoca della strutturale il valore dell'indice di resistenza di una delle uterine (la Sx) era al limite alto della norma (0,65).
Le dicisioni terapeutiche spettano al Curante.
Non è, comunque, il caso di preoccuparsi eccessivamente.
Ripeto: il dato va monitorato nel tempo.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Gent.mo dott. Santoro
La ringrazio per la risposta immediata.
Il ginecologo mi farà una flussometria martedì prossimo (ha parlato anche di arteria celebrale) ma continua a sostenere che il valore di resistenza 0.65 rilevato sull'arteria sx in sede di morfologica fosse in realtà migliorativo ... non capisco a me sembra alto e che più alto è il valore peggio è ... è corretto?
Cmq vedremo i valori della nuova flussometria ....
Intanto l'ecografia che mi ha fatto oggi (a 32+2)il ginecologo curante (ho dovuto insistere un bel po') non ha rilevato variazioni rispetto a quella del 19/08 (me l'aspettavo sono passati a mala pena due giorni!) tranne il valore del CA che secondo questa rilevazione sarebbe addirittura sceso a 253 (che secondo le ns tabelle è sotto al 5° percentile)
Il medico mi ha prescritto una cura a base di aspirinetta ed un integratore di omega 3.
A questo punto non ci resta che attendere la flussometria ... non le nascondo che sono piuttosto in ansia e non so cosa aspettarmi per il futuro ... non faccio che ripetermi che arrivati a questo punto della gravidanza non è possibile che le cose vadano male ...
Quali sono le reali conseguente per il bambino determinate dal cattivo funzionamento della placenta e dal conseguente ritardo di crescita. Quali sono i rimedi?
Quando è necessario intervenire con il ricovero e/o parto prematuro?
La ringrazio infinitamente dell'attenzione. le invierò i dati della nuova flussometria ... mi farebbe molto piacere sapere la sua opinione.
Grazie ancora.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Penso stia galoppando con la fantasia ed in modo negativo.
Attenda la flussimetria di controllo e stia serena.
Continui con il trattamento impostato ed attenda i risultati.
Come Le ho detto, non mi sembra un quadro patologico.

Mi tenga informato se crede opportuno.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 395XXX

Egr. Dott. Santoro,
l'aggiorno sulla questione che purtroppo non è ancora del tutto chiara.
In data 10/9 (SG 35) ho fatto un ulteriore controllo ecografico e flussometria con i seguenti risultati:
P.I arteria ombelicale 0,90 (1° misurazione) 0,74(2° misurazione)
P.I. arteria cerebrale 1,35 e 1,57 (rispettivamente prima e seconda rilevazione)
Inoltre le biometrie erano:
DBP 90;
CC 308;
CA 290;
FL 69
Omero 62
Peso stimato 2589
tutto sembrava quindi procedere per il meglio.
per sicurezza il mio medico mi ha prescritto un ulteriore controllo ecografico che ho eseguito ieri 23/09 (dopo quindi 13 gg) SG 37 + O che ha riportato i seguenti valori:
Arteria cerebrale media PI 1,48 RI 0,75
Arteria Ombelicale PI 0,91 RI 0,59
I valori della biometria sono stati i seguenti (e sono quelli che mi preoccupano di più)
BDP 89,3 mm
HC 30,22 cm
AC 28,9 cm
fl 69,7 mm
Peso stimato circa 2500 gr
In pratica nell'arco di due settimane NON C'E' STATA ALCUNA CRESCITA.
Il mio medico non ha saputo dirmi come mai, ma si è limitato a dire che i valori della flussometria sono a posto, che devo stare a riposo e che il bambino nascerà con un peso di circa 2700 gr. rinviandomi ad un controllo tra 2 settimane.
Ma io non sono per nulla tranquilla come è possibile che in due settimane (dal 10/9 al 23/9) non ci sia stata alcuna crescita. Che cosa ne pensa? Se la flussometria è ok quale potrebbe essere il problema?
Sono veramente preoccupata che il mio piccolino stia soffrendo mentre io non sto facendo nulla per aiutarlo ...
La prego mi dia un consiglio.
Grazie.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Mi scusi, com'è il reperto ostetrico? (intendo la visita)
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente 395XXX

L'esito della visita è: genitali esterni e vagina regolari, collo rammollato raccorciato del 70% pervio abbondantemente al dito. Parte presentata cefalica longitudinale mobile; corpo uterino non contratto durante la visita.
Non ho altro ... ma mi pare che il ritardo di crescita sia conclamato.
E' corretto attendere due settimane per il prossimo controllo?
Grazie infinite

[#7]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Credo si prospetti un parto prima del termine previsto.
Ne parli col Curante. Ma Le ripeto: stando ai dati ecografici non mi sembra affatto una situazione di allarme. Cerchi di avere un colloquio col Collega che la segue già in questa settimana e stia tranquilla.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#8] dopo  
Utente 395XXX

Egr Dott. Santoro, innanzitutto grazie dell'attenzione e delle risposte celeri.
Ci tengo ad aggiornarla sulla mia situazione; poichè non riuscivo a mettermi in contatto con il mio Curante (è fuori città)questo pomeriggio mi sono rivolta al reparto ostetricia di una struttura della mia zona; ho esposto la situazione al medico di guardia il quale ha ritenuto sottopormi alCTG il cui esito è stato "tracciato rassicurante frequenza basale normale variabilitàregolare non decelerazioni; alcune accelerazioni" nonchè ad una nuova ecografia e flussimetria il cui esito è stato il seguente:
Ecografia:
DBP 88,4 (25°)
CC 325 (50°)
CA 320 (45°)
Femore 69,8 (30°)
Omero 62,4 (45°)
Attività cardiaca regolare; attività motoria presente; situazione longitudinale; presentazione cefalica, placenta posteriore grado 2; liquido amniotico AI LIMITI INFERIORI DELLA NORMA
Peso stimato 2800 gr
Flussimetria
Art omb PI 0,73
Art cereb media 1,30

Il medico mi ha riferito che si è certamente verificato un rallentamentodella crescita rispetto al I e II trimestre, mi ha prescritto alcuni esami del sangue (emocromo ast; alt uricemia, Pt ATIII, es urine non chè un ciclo di monitoraggio CTG a giorni alterni ed una ecografia e flussometria tra una settimana prospettandomi la possibilità di un ricovero per un parto prima del termine qualora, all'esito degli accertamenti di cui sopra ci fossero segnali di sofferenza.

Innanzitutto mi pare che, come confermato dal medico, secondo queste ultime rilevazioni la situazione sia un po' meno preoccupante, anche se secondo il medico che mi ha visitata anche la riduzione del liquido amniotico è sintomatica del ritardo di crescita che non è tuttavia cronico.
Che ne pensa di questi risultati e dell'approccio sui controlli?
Posso stare tranquilla e concentrami sulla nascita imminente senza vivere con angoscia questi ultimi giorni?
La ringrazio dell'attenzione e della risposta-


[#9]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Come Le dicevo, il Suo non mi sembra affatto un caso di cui preoccuparsi eccessivamente ma solo da monitorare nel tempo.
Concordo sulla prescrizione delle cardiotocografie a distanza di tempo. Ma con molta serenità.

Auguri e mi tenga informato se crede.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli