Utente 669XXX
Da circa 13 anni soffro di forte cefalea cronica di tipo tensivo con episodi anche di forte emicrania che mi rende la vita impossibile. Sono stato in cura da molti neurologi con conseguenti cure di profilassi che non mi hanno risolto il problema, osteopati, omeopati, chiropratici e kinesiologi ma niente sembra risolvere il problema.
Mi sono deciso a fare l'ennesima indagine presso un dentista specializzato in stomatognologia per vedere se avessi un problema di malocclusione o quant'altro.
Ho portato con me una rx panoramica opt e mi sono fatto visitare. Il dottore non ha trovato dolori mandibolari ma ha constato che ho un morso incrociato bilaterale e quindi un palato strettissimo!! In piu' ha visto che i denti sopra invece di essere inclinati in avanti sono dritti tenendomi la mascella bloccata dietro e quindi probabilmente premendomi dietro al collo e forse riducendomi la lordosi naturale dello stesso.
Il palato stretto mi ridurebbe tantissimo la respirazione nasale (infatti respiro sempre con la bocca anche se il naso non e' ostruito) ed e' incredibile che il mio dentista personale non mi abbia mai fatto notare nulla quando si era in tempo per mettermi un allargatore rapido di palato cosa che ora a 33 anni e' impossibile.
Il dott.Cucchi pero' ha detto di essere interessato a me come caso clinico e se io fossi d'accordo proverebbe un tentativo disperato mettendomi lo stesso l'allargatore rapido.
Io non so cosa fare perche' a 33 anni non vorrei fare danni piu' di quelli che ho, in piu' ho visto che questi apparecchi si attaccano agli ultimi denti dell'arcata superiore che io ho devitalizzati da 16 anni.
Dall'altro lato l'idea di rassegnarmi alla mia cefalea cronica mi sconsola (sempre se dipenda da tutto cio'...). Ho una brutta postura con tanto di " gobba" e torace carenato ed a questo punto comincio a pensare che questo dipenda dalla mio palato stretto.Ho chiesto se poteva aiutarmi un byte ma mi e' stato sconsigliato perche' non risolverebbe il problema dice lui. Sono molto indeciso sul da farsi.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Secondo me il bite nel Suo caso se fosse assai alto dovrebbe apportare vantaggi. Difficile dirlo per e-mail senza visitarla, però prima di fare ortodonzia ai miei pazienti preferisco fare terapia con bite per togliere dolore. Di solito c'è sempre un bite per tutte le situazioni (sottolineo di solito).
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 669XXX

Dr.Tonlorenzi la ringrazio moltissimo per avermi dedicato attenzione. Non sono alto sono 1,76 cm quindi non saprei cosa dirle. Quando parla di bite intende uno notturno o fisso per tutte le 24 ore?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il discorso è più complesso, non è possibile rispondere per mail.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
.......io fossi d'accordo proverebbe un tentativo disperato mettendomi lo stesso l'allargatore rapido.....
sconsigliabile allargare un palato in morso crociato bilaterale ad un paziente adulto senza associare la chirurgia: il rischio di problemi parodontali conseguenti è elevato
non vorrei aggiungere altro a quanto già detto dal dr.Toniorenzi, vero è che all'apparenza sembra un quadro multidisciplinare dove sembrano necessarie diverse figure professionali: ortodonzista, chirurgo, gnatologo, osteopata
purtroppo senza alcuna documenazione e senza una valutazione clinica per chiunque è impossibile dire di più
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it