Utente cancellato
Buongiorno,
ho 25 anni e soffro di forti crisi vertiginose accompagnate da sintomi neurovegetativi (cali di pressione, sudorazioni, bradicardia, svenimenti) che mi costringono a letto anche per giorni interi.
Ho effettuato svariate visite (dall'otorino, dall'oculista, dal dentista) ma non hanno riscontrato nulla di anomalo e hanno escluso che la causa delle vertigini potesse essere di loro pertinenza.
Siccome soffro anche di tensione cervicale e a volte di "torcicollo", spesso concomitante alle vertigini, ho supposto possa dipendere da quella. Il mio medico di base mi ha prescritto Levopraid 75 gocce al giorno e Arlevertan 2 compresse 20/40mg al giorno. A VOLTE (non sempre) riescono ad alleviare i sintomi ma non mi va di andare avanti a farmaci, e siccome lui non mi consiglia nient'altro lo chiedo a voi. E' opportuno fare una visita neurologica? Delle sedute dal fisioterapista o dall'osteopata potrebbero essermi utili? Ho sentito che molti hanno risolto così.
Inoltre volevo chiedervi cosa io possa fare per alleviare i sintomi neurovegetativi sopra citati (ipotensione, svenimenti etc.) perché sono davvero terribili e io non posso permettermi di stare giorni a letto.
Grazie in anticipo per l'attenzione,
Lucrezia

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, una visita dal neurologo può essere indicata.
Tuttavia vedo che non è la rima volta che si rivolge agli esperti del sito. Oggi il principale problema sono le vertigini, ma ha chiesto aiuto per "rigidità cervicale" (qui per torcicollo), tachicardia e sudorazione notturna,(oggi bradicardia), reflusso gastro esofageo, cefalea, mal d'orecchio,acufeni, nodo ala gola.

Su vertigini, acufeni e dolori cervicali le avevo risposto tempo fa: se crede, rilegga la mia risposta e gli articoli che le avevo linkati su questi argomenti.
https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-generale/339993/Dolori-a-collo-lato-sinistro-della-testa-orecchio-e-occhio

Mi incuriosiscono anche i problemi di disturbi del ritmo cardiaco, la sudorazione notturna, il reflusso gastro esofageo
La mia curiosità è dovuta al fatto che sono tutti problemi che potrebbero trovare nella malocclusione dentaria una interpretazione patogenetica e una ipotesi terapeutica: è strano che lei abbia tutte queste malattie, anche se è possibile, ma non sarebbe illogico che avesse una situazione occlusale sfavorevole che le favorisce tutte.
Leggo nel suo racconto che ha consultato anche un dentista: è fondamentale che il dentista che consulta per questi problemi sia esperto in gnatologia e nei rapporti fra l'occlusione dentaria e le così dette "patologie di confine" che costituiscono il suo problema: non tutti i dentisti amano coltivare queste sottospecialità.

Le suggerirei in particolare di non trascurare un elemento che spesso sfugge: il ruolo che nelle problematiche cardiocircolatorie, extrasistoli e disturbi del ritmo in genere compresi, può essere sostenuto dal russare notturno e dalla presenza di apnee nel sonno.
Un primo orientamento diagnostico in tal senso si ottiene con semplici domande al paziente al partner e ai famigliari: il paziente russa abitualmente? arresta il suo respiro anche per una decina di secondi almeno? riferisce bruschi risvegli notturni?, al mattino si alza stanco? di giorno é stanco e sonnolento? In caso di risposte positive il quadro va approfondito per la conferma diagnostica e per la scelta della più adeguata terapia.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema: il primo si riferisce all’ipertensione ,che per, come precisato sopra, non é l'unico problema cardiocircolatorio che può dipendere dal russare notturno e nell’Apnea nel Sonno.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1310/Ipertensione-Arteriosa-attenti-al-russare-e-all-Apnea-nel-Sonno

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni%20e%20patologie%20respiratorie%20ostruttive.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
264620

dal 2017
Salve dottore,
innanzi tutto la ringrazio per la risposta. In secondo luogo, non russo durante il sonno e mi capita rarissime volte di svegliarmi di notte con "fame d'aria", ma ho imputato tutto a una forte sindrome ansiosa di cui soffro (a volte mi sveglio anche in preda a terrori notturni e attacchi di panico).
La malocclusione c'è: fin da bambina mi hanno riferito il cosiddetto "morso profondo", che non ho mai corretto, e al risveglio la mandibola fa un rumore sordo dalla parte sinistra e sembra bloccarsi, come se andasse a scatti (sono anni che in famiglia ridono molto per questo mio bizzarro problema...) ma sinceramente ho sempre trascurato la cosa e non ho mai pensato potesse essere collegata agli altri miei innumerevoli disturbi......martedì comunque mi recherò dal dentista per un controllo di routine, approfitterò dell'occasione per parlargliene.
Già che ci sono le pongo un'altra domanda: è possibile che la malocclusione sia anche causa di cefalee e di dolori agli occhi? Al mattino mi sveglio, oltre che con collo indolenzito, anche con una sgradevole sensazione di "mattone" sulla fronte e sul naso, e con gli occhi che dolgono alla rotazione (un po' come quando si ha la febbre, per intenderci) e la sensazione va ad affievolirsi col passare delle ore.
La ringrazio infinitamente per le indicazioni precise ed esaurienti. Buona giornata!

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente,le cose che aggiunge rinforzanoi il mio sospetto. ("mi capita rarissime volte di svegliarmi di notte con "fame d'aria. ...a volte mi sveglio anche in preda a terrori notturni e attacchi di panico.....è possibile che la malocclusione sia anche causa di cefalee e di dolori agli occhi? Al mattino mi sveglio, oltre che con collo indolenzito, anche con una sgradevole sensazione di "mattone" sulla fronte e sul naso").
La cefalea é il sintomo più comune delle problematiche gnatologiche:

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
264620

dal 2017
La ringrazio infinitamente. Ne parlerò al mio dentista domani stesso.
Cordiali saluti