Utente 199XXX
Gentili medici,
da anni soffro di un disturbo all'ATM (come penso che possiate vedere dalle mie precedenti richieste su questo sito) e benché all'apparenza possa sembra che non vi sia nessuna correlazione con i sintomi che esporrò a breve, sospetto che vi sia una stretta correlazione motivo per cui ho voluto fare questa premessa.

Da alcuni mesi sto sperimentando alcuni sintomi molto variegati e che si presentano e scompaiono con una certa periodicità, cioè alterno periodi in cui sto bene e periodi in cui tali sintomi si presentano tutti insieme.
Questi includono:

- abbassamento dell'udito, sento le orecchie chiudersi come quando si sale di quota, non è tangibile (riesco a sentire tutti i suoni che sentivo prima) ma molto fastidioso

- scoppiettii alle orecchie, questo è forse il sintomo più difficile da spiegare. All'interno di entrambe le orecchie sento un rumore simile al gocciolare di un lavandino (o se preferite, è simile allo scricchiolare del fuoco o ancora allo scoppiettare della carta d'imballaggio).
Questo sintomo è sempre presente, ma mentre nei periodi in cui sto bene questo rumore si presenta esclusivamente quando apro la bocca o deglutisco, nei periodi negativi questi rumori sono persistenti e insistenti, li sento anche a riposo tenendo tutti i muscoli fermi e si intensificano se muovo la mandibola o deglutisco

- confusione e stordimento, mi sento stanco e non sono capace di portare a termine anche le operazioni più elementari, penso che sia cosa comunque il fatto che quando ci corichiamo in un letto e chiudiamo gli occhi la nostra mente inizia a vagare e a pensare alle cose più disparate, ma nei miei periodi negativi questo non accade e se mi metto a letto sento solo il vuoto nella mia testa, e più in generale sento questa sensazione di vuoto in ogni momento della giornata. Non saprei come altro spiegarlo

Altri sintomi probabilmente sono la mancanza di concentrazione e un peggioramento dell'equilibrio.

Sinceramente sono molto preoccupato perché lavoro in un ambito in cui il focus è essenziale e a lungo andare questo mio stato può portare a serie conseguenze.

Mi piacerebbe avere qualche certezza perché facendo qualche ricerca su internet ne ho trovate davvero poche, spero possiate aiutarmi.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, è evidente anzitutto che lei presenta un problema alle ATM. Che questo comporti problemi di disfunzione tubarica, di disequilibrio e comunque si estenda all'orecchio è possibile.
In particolare va sottolineato che Il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione , ma è necessariamente influenzato anche dal catarro che vi transita: una delle funzioni della tuba è proprio quello di trasportarlo nel retrobocca, in modo da poterlo eliminare con la deglutizione. In presenza di muco , deglutendo o muovendo la mandibola, si percepiscono a volte dei rumorini dovuti alla mobilizzazione del muco stesso.
Pertanto la invito a consultare un dentista -gnatologo esperto nei rapporti fra ATM e Orecchio.
Le suggerisco anche di leggere gli articoli che si aprono con quest link:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 199XXX

Chiedo immensamente scusa per il ritardo con cui rispondo, non ho ricevuto la classica email di notifica e confidando solo su quella ho pensato di non aver ricevuto nessuna risposta.
In ogni modo, la ringrazio vivamente per il consulto e la spiegazione del funzionamento, che non nascondo mi abbia sollevato un poco. Mi farò visitare da uno gnatologo quanto prima possibile. Grazie ancora.