Utente 133XXX
Buongiorno! Sono uno sportivo, gioco a calcio e calcetto, dal 2003 ad oggi ho giocato 532 partite. Negli ultimi anni ho avuto distorsioni e ricadute. Ho optato, finchè ho potuto, per la terapia conservativa, ma ho avuto diverse recidive. Fatta diverse volte la RMN e arrivando alla certezza che dovrò sottopormi ad intervento chirurgico al ginocchio sinistro per lesione del legamento crociato anteriore con interessamento del menisco vorrei chiedere se va bene un istituto di ortopedia e traumatologia diciamo generico, ma comunque specializzato in interventi di questo tipo o è meglio trovare una struttura specializzata in chirurgia dello sport? Penso che di base una ricostruzione del crociato sia uguale in uno sportivo come in un comune ginocchio che non fa sport, nel senso che le ginocchia sono uguali in tutti gli individui, confermi o smentisca questo mio pensiero. Altra informazione: anche al ginocchio dx ho avuto varie distorsioni ed il crociato è ormai andato, si possono operare contemporaneamente per evitare di allungare a più di un anno i tempi di recupero? Attendo suggerimenti in merito, grazie.

[#1]  
88469

Cancellato nel 2016
E' indifferente il tipo di struttura,per'altro non esistono strutture specializzate in chirurgia dello sport,ma Specialisti in ortopedia e traumatologia dello sport.
Un consiglio che le do' e' di consultare uno Specialista in Fisiatria per un adeguato trattamento di potenziamento mirato dei muscoli "fissatori" del ginocchio come preparazione all'intervento,quest'accorgimento Le puo' permettere una eventuale riduzione dei tempi di recupero post-intervento.
Saluti

[#2]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Un intervento "doppio" creerebbe diversi problemi nella sua "indipendenza funzionale", non permettendole di muoversi in alcun modo.
Per quanto riguarda la struttura, il chirurgo è importante, ma la riabilitazione è FONDAMENTALE. Si rivolga quindi allo specialista in medicina dello sport (visto che è un atleta ...) per avere tutte le indicazioni pre e post-chirurgiche e si affidi poi ad una struttura riabilitativa esperta di riabilitazione funzionale degli atleti: dopo una ricostruzione del LCA tornare a fare l'impiegato non è la stessa cosa di tornare a praticare uno sport agonistico.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#3]  
88469

Cancellato nel 2016
Pienemente confivisibile la risposta data dal Collega.saluti

[#4] dopo  
Utente 133XXX

Cari dottori, intanto grazie per le vostre risposte. Ho recepito i consigli sulla struttura e sulla riabilitazione, mi rimane qualche dubbio sulla scelta del chirurgo. Scusate il mio essere esigente, ma vi assicuro di aver conosciuto gente davvero superficiale, c'è chi sbaglia una ricetta otto volte su dieci, figuriamoci fare attente valutazioni, diagnosi o terapie sulla base di un quadro davvero chiaro e completo. Per l'intervento va bene anche l'ortopedico pur se non specializzato in medicina dello sport? Chiedo questo perchè non mi risulta facile dalle mie parti trovare un professionista che abbia entrambe le specializzazioni.
Altra curiosità sul consiglio del Prof. Grasso sul fatto di consultare uno Specialista in Fisiatria per un adeguato trattamento di potenziamento mirato dei muscoli "fissatori" del ginocchio come preparazione all'intervento. Questo accorgimento riduce di un bel po' i tempi di recupero? In pratica cosa avviene tecnicamente nel ginocchio? Grazie per la vostra cortesia, buona domenica.

[#5]  
88469

Cancellato nel 2016
Provo a risponderLe:
Lo Specialista in Ortopedia e Traumatologia di solito e' sufficiente ma essi si "specializzano"yulteriormente in alcuni tipi di intervento bisogna quindi che s'informi ageguatamente magari all'Universsssita' di Messina per avere indicazioni sulla scelta dello Specialista.Per non generare equivoci la figura professionale che deve cercare e' cmq lo Specialista in Ortopedia e Traumatologia,non il Medico Specialista in Medicina dello Sport.
Esiste in Riabilitazione una documentazione scientifica che comprova che un trattamento di potenziamento dei muscoli "fissatori" del ginocchio riduce i tempi del recupero della funzionalita' dopo l'intervento.
La tecnica di intervento non e' materia mia,ma,sicuramente qualsiasi intervento sulla complessa articolazione del ginocchio si giova di un'adeguata riabilitazione pre e postoperatoria con trattamento di tipo isocinetico integrato da kinesiterapia attiva ed in acqua.
saluti

[#6] dopo  
Utente 133XXX

È tutto chiaro, grazie per la disponibilità. Saluti.

[#7]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CIGLIANO (VC)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Lei ha giustamente, per dare un'idea del livello a cui pratica attività sportiva, specificato che "dal 2003 ad oggi ha giocato 523 partite".
E' chiaro, sintetico, e da' l'idea dello stress a cui sottopone le sue ginocchia.
Lo stesso vale per i chirurghi: per prendere più di una specializzazione "sulla carta" è sufficiente studiare: il fatto che un ortopedico sia anche specialista in medicina dello sport non le garantisce una migliore perizia in un determinato tipo di interventi.
Durante la propria carriera chirurgica, ciascun professionista affina le proprie capacità e conoscenze eseguendo interventi chicrugici. Naturalmente, nella ricostruzione artroscopica legamentosa, sarà più bravo un chirurgo che si occupa di quella metodica quotidianamente, piuttosto che un chirugo -magari bravissimo- che però esegue tali interventi solo occasionalmente.

Distinti saluti.
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#8] dopo  
Utente 133XXX

Dottor Caldarella, tante grazie. Apprezzo la Sua risposta esauriente, concordo pienamente. Ho prenotato la prima visita pre-intervento presso il COT di Messina, mercoledì prossimo. Vedremo come andrà. Saluti.