Utente 190XXX
Buongiorno,

vi chiedo un consulto medico legale: in data 28 dicembre sono caduta mentre sciavo e dato che non riuscivo assolutamente a terminare la discesa autonomamente per un forte dolore al ginocchio sono stata portata a valle con il taboga e successivamente accompagnata in ospedale in ambulanza. In PS mi hanno fatto le lastre e non è risultata alcuna frattura, il verbale di pronto soccorso recita "prognosi di 10 gg salvo complicazioni e diagnosi di distorsione e distrazione legamento collaterale mediale del ginocchio, consigliato bendaggio di Jones per immobilizzare l’articolazione per 10 gg, non caricare a sinistra e consigliato il controllo ortopedico dopo 7-14 gg per ulteriori valutazioni e cure del caso". Il 7 facendo la RMN risulta "lesione completa del tratto prossimale del legamento crociato anteriore con diffuso versamento articolare e contusione con edema osseo in sede tibiale posteriore e condiloidea laterale". La visita ortopedica conferma la rottura dell' lca e l'ortopedico è sicuro del fatto che il mio lca dovrà essere ricostruito chirurgicamente.

Nel contratto con la mia assicurazione sugli infortuni c'è l' obbligo di comunicare entro tre giorni da quando se ne è avuta la possibilità la denuncia di sinistro, cosa che io li per li non ho fatto perchè ero convinta che fosse una semplice distorsione.

Secondo voi l'assicurazione potrebbe non risarcirmi per questo? O potrei avere un risarcimento parziale?
(nel contratto si fa riferimento all. art 1913 del cod. civ.)

Qualora riuscissi ad avere il risarcimento, contando che la diaria da ricovero/gesso è di 100 euro al giorno e l'invalidità permanente ammonta a 100.000 euro, a quanto potrei aver diritto? ho letto proprio su questo sito che indicativamente lca rotto da diritto a 6-10 punti di invalidità permanente..

Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte e mi congratulo per il sito!



S.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

il fatto che lei non abbia denunciato il fatto entro i 3 giorni non pregiudica per nulla il suo diritto ad essere indennizzato.

Per la valutazione dei postumi, non è possibile darle una risposta perché non è la lesione ad essere indennizzata ma le conseguenze funzionali che questa lesione lascia come postumi; perciò, è necessaria la visita.

Un LCA rotto, in base anche al grado di instabilità che concretamente determina sull'articolazione del ginocchio, ha un ampio range di valutazione, che va dal 5% al 10% in tabella ANIA e dal 7% al 14% in tabella INAIL ex DPR 1124/65; ma la volte la valutazione può anche superare questi valori, se si tratta di una instabilità complessa del ginocchio.
Come vede, senza visitare il suo ginocchio non è possibile indicarle l'ammontare dell'indennizzo che le spetta.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 190XXX

La ringrazio molto della Sua risposta,
le auguro buon lavoro e mi congratulo per la Sua professionalità,

Saluti,


S.

[#3] dopo  
Utente 190XXX

La ringrazio molto della Sua risposta,
le auguro buon lavoro e mi congratulo per la Sua professionalità,

Saluti,


S.