Neurologia/cardiologia/pscicoterapia

Salve a tutti ho 18 anni (ipocondriaco)
Buonasera a tutti i dottori.

Sono mesi che vivo con il terrore.

Ogni giorno mi sento piccolo svenimento (come se si interrompesse l afflusso di sangue) che dura 1/2 secondi e mi porta ti a fare movimenti involontari (come se volessi risvegliare il corpo) ho sensazioni improvvise di restringimento toracico all altezza del cuore che durano 3/4 secondi.

Per questo ho fatto due ingressi in ps entrambi con ecg negativo al punto di evitare di fare l eco e diagnosi di origine ansiosa (15mg di tranquirit e mi mandavano a casa)

Sono sempre triste e ho paura di ciò che possa essere (AAA, patologie neurologiche, cardiache etc)
La mia sensazione è quella di essere esterno dal mondo, come se camminassi su un tappeto/materasso morbido.

Premetto che in casi di ansia o di coricamento a letto mi sento extrasistoli anche forti che durante il sonno o il pre addormentamento mi fanno prendere respiro forte in maniera involontaria.
Ovviamente legato ad ogni sintomo sopra descritto (extrasistoli, mini sensazione pre sincope, testa confusa, gambe deboli, instabilità) avverto immediatamente con gli stessi sintomi, vampate di calore, sudorazione e ansia.

Il mio medico di base è molto tranquillo: mi ha prescritto per escludere il tutti analisi della tiroide, insulina e glicemia (per una possibile restitenza all insulina) tutto negativo.

L unica cosa possibile a cui si è arrivati è stata la sindrome di rohemeld, se mangio male e sto in posizione scomoda sento il cuore come se si stringesse (senso di infarto) dopo qualche minuto torna normale (seguito da flautolenze ed eruttazioni intense) soprattuto se mischio sugo e cioccolato.
Ho una predisposizione a questo, da piccolo ho sofferto di bolle d aria nella pancia.

Causa la mia ipocondria, in 18 anni di vita ho fatto dai 14 ai 18 anni (in 4 anni) 11 visite al cuore (tutte con risultato negativo) l ultima esattamente a novembre scorso con eco carotideo ecocardio ed ecg negativo.
Ho una gran paura di morire
Premetto che ho paura ad andare in posti lontani da casa, lontani da un qualunque ospedale, molto affollati e luoghi chiusi per evitare brutte figure.

Cerco aiuto disperato.
Mentre cammino sento come se dovessi cadere o svenire (sudo e mi agito) cerco sempre conforto nei miei genitori che ormai non mi credono più

L unica cosa che mi è venuta fuori in tutte queste visite è stata quella che sono microcitemico (portatore sano di anemia mediterranea) come mamma.

Ho paura anche di tutte quelle patologie degenerative a carico del sistema nervoso anche se sintomi non ne ho mai avuti apparte qualche punto nero nel campo visivo, Che se sforzato diveniva luminoso (credo sia dedotto da luce artificiale proprio per questo) 8 mesi fa ho fatto visita dall oculista (fondo oculare enervi ottico perfetto)
Aiutatemi vi prego non ignorate il mio consulto sono disperato a soli 18 anni, non so se fidarmi di me stesso (pensare che abbia qualcosa di serio sotto) o dei medici (tutti paicosomatico)
Studio medicina e per quanto possa essere al settimo cielo perché è io lavoro che ho sempre sognato allo stesso tempo mi fa paura perché già adesso leggendo su internet sento riflesso su di me, figuriamoci quando curerò un paziente con seri problemi.

Mio nonno dottore in pensione primario in ospedale mi dice sempre che sono fatti nervosi
aiutatemi
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 74.8k 2.3k 20
Gentile Ragazzo,

da quanto scrive la sintomatologia è verosimilmente di origine psichica, è questo l'aspetto che deve curare per cui Le consiglio di effettuare serenamente una visita psichiatrica.
Se non affronta questo problema difficilmente potrà venirne fuori spontaneamente.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la tempestiva risposta! Dottore io non mi sento realmente bene, se muovo la testa in alcuni versi mi sento per qualche millesimo di secondo di svenire/cadere e subito vampate di calore collo schiena braccia. Mi pesa però fare sempre visite al ps, mi mando solo a casa con un bicchier online di ansiolitici. Non è che si possa trattare di una compressione di qualche vaso cerebrale/AAA/cerebrale etc
La mia paura è quella di trascurare tutto per dare peso alle somatizzazioni ansiose

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto