Utente 129XXX
Dopo tanto penare x tanti medici mi sono recato da un neurologo che dopo aver visto i miei esami e sentito la mia storia mi ha detto che soffro di un disturbo da somatizzazione mi ha dato lyrica da 75 a zarelis da 75
Appeno ho preso lo zarelis so stato malissimo due giorni nel letto con nausea vertigini e bruciori da x tutto con ansia al max
I miei diturbi sono bruciori alla schiena vertigini e senso di rigidita' alle gambe.Ho diverse protusioni erniarie ma secondo il neurologo non centrano.
Il problema che a me tutti sti antidepressivi mi fanno stare malissmo anche alle dosi minime infatti tempo fa un medico mi consiglio' di prebdere mezza compressa di entact e mi vennero gli stessi sintomi di adesso in forma minore rispetto ad ieri.
Ora visto che non riesco a prendere si farmaci anche alle dosi minime come posso risolvere il mio problema ??
Il fatto di sentirmi cosi' male adesso mi spaventa dovrei prendere lyrica ma ho paura di risentirmi male.
Che fare??
Ci sono altri rimedi naturali da provare prima che se non mi ammazza sta problematica mi ammazzano gli antidepressivi????
E poi chiedo:
Possibile che un disturbo da somatizzazione mi possa procurare vertigini bruciori alla gambe alla schiena senso di freddo lipotimie mi sento svenire con il coprpo che sembra gelarsi all'improvviso insomma un bel pasticcio
Ci sta anche da dire che non dormo bene e che ho accumulato molto stress x varie vicende, che posso fare x cercare di risolvere al meglio senza farmaci antidepressivi che non tollero??
GRazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i farmaci di elezione per il Suo problema sono gli antidepressivi. Un'alternativa potrebbe essere rappresentata dalla psicoterapia. Consulti uno psichiatra per avere delle indicazioni più appropriate.
Le ricordo però che spesso gli effetti collaterali degli antidepressivi col prosieguo della terapia tendono a ridursi fino, a volte, a scomparire del tutto.
Comunque le ripeto di consultare uno psichiatra.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 129XXX

GEntilissimo Dott FErraloro mi rendo conto che gli antidepressivi sono forse l'unico rimedio ma se non li posso tollerare come faccio???
E' possibile che prendendo LYrica posso comunque stare meglio???
Noto anche che il mio umore a degli alti e bassi infatti quando mi sento l'umore su mi sento meglio anche fisicamente invece quando sto un po con l'umore giu mi sento giu'.Le vorrei chiedere se la diagnosi di disturbi da somatizzazione sia giusta.
Il fatto di avere questo umore ballerino di tormentermi nel cervello a pensare sempre le stesse cose mi faccio quasi dei film e' questo un disturbo da somatizzazione da ansia???
Come stabilire se sia solo ansia da depressione o da stress???
Intanto le dico che quando ho l'umore al suo posto io faccio 100 cose e ho tanta voglia di lavorare
Secondo me se solo salisse l'umore io forse riuscirei a risolvere il 90% dei miei problemi

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile fare diagnosi on line, Le rinnovo l'invito a consultare uno psichiatra per una valutazione diretta del Suo problema e per dei consigli terapeutici che potrebbero anche riguardare la psicoterapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Quindi dott Ferraloro lei mi dice che e' piu' indicato uno psichiatra che il neurologo x questo titpo di problema??
MA riusciro' mai a guarire???
Mi e' caduto il mondo addosso ho due belle figlie piccole da far crescere e una brava moglie e io invece sto cosi' male dentro e non mi so dare una risposta..
Potrei anche sopportare il bruciore ai muscoli ma la cosa che veramente mi fa stare male e quel senso mancamento che mi viene ogni tanto, mi sento come se mi gelassi tutto e venir meno una sensazione veramente brutta che poi mi scuote tutto dentro e mi fa stare ancora + male accentuando l'ansia
Per adesso sto prendendo solo lyrica da 75mg la sera e diciamo lo tollero ma x gli antidepressivi non ci provo + xche' so che mi fanno + male che bene anzi mi distruggono e' bastata una sola compressa di zarelis x fammi stare veramente male tre giorni senza potermi muovere per le vertigini nausea e crampi e senza toccare cibo .
Vi chiedo esistono casi in cui ci sono soggetti che non possono prendere gli antidepressivi che agiscono come ricaptatori della serotonina

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo specialista più indicato per il Suo problema è lo psichiatra. Circa gli effetti collaterali degli antidepressivi, Le posso dire che spesso in un soggetto l'intolleranza al farmaco si presenta solo per quello e non per altri, anche della stessa classe, anche perchè con alcune formulazioni a gocce si può iniziare da dosaggi bassissimi incrementandoli poi gradualmente, così si può saggiare la reazione individuale al farmaco.
Ma per questo Le dirà meglio lo specialista.
Non si scoraggi e si goda la Sua bella famiglia.
Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 129XXX

GRazie x il consiglio on so allora l perche ' del mio neurologo a insistere su la terapia
Dice che la devo prendere x forza
Io intanto stasera ho preso la 3 compressa di lyrica
LE chiedevo visto che nelle indicazioni del lyrica ci sta oltre al dolore neuropatico anche la cura x il DAG e possibile che possa solo il lyrica risolvermni entrambi i prb???
Sia il dolore e bruciore che l'ansia

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tra le indicazioni del Lyrica c'è anche il DAG.
Come ogni farmaco la risposta è individuale ed ogni soggetto reagisce in modo diverso da un altro.
Teoricamente potrebbe avere buoni risultati per entrambi i problemi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 129XXX

Prof FErraloro volevo approfittare ancora della sua pazienza, vorrei fare con lei se possibile il punto della situazione.
Allora siccome mi hanno detto che trattasi di disturbo da somatizzazione le chiedevo questo:
Io personalmente non sono mai stato ansioso se anche una dose d'ansia mi e' venuta e' stato anche causato dal fatto che x cercare di capire quale prb avessi ho girato tre anni tra medici.Ora vi chiedo se questi sintomi possono essere compatibili con questa diagnosi:
Io nella stessa giornata avverto questo senso di tremore rigidita' e poi all'improvviso scompare x poi ricomparire senza motivo, noto anche che se sto lavorando a qualcosa che mi piace i sintomi sono del tutto svaniti e poi ricompaiono da soli, faccio presente inoltre che il sottoscritto lavora facendo turni di notte e che x 15 anni dopo le notti non ha mai riposato ne prima di farle ne dopo lo smonto della notte, tanto e' vero che mi sentivo come una macchina che usciva fuorigiri ma non riposavo.
Ora oltre questo piccolo particolare che non so quando possa essere importante girando in rete con questo benedetto e anche maledetto internet ho letto di una patologia , la SPASMOFILIA dove io mi riconosco quasi integralmente, ora le chiedo potrebbe trattarsi di tale prb???
Inoltre faccio presente che di esami neurologici ho effettuato solo due elettromiografie quasi tre anni fa all'inizio del prb che sono risultate normali.
Altri esami sono solo esami del sangue e basta .
Basta l'elettromiografia x fare una diagnosi di spasmofilia che serve x approfondire la mia situazione, anche perche ' le ripeto io non mi sento affatto depresso ho tanta voglia di lavorare e di fare cose belle e godermi la vita ma quando mi prende non tanto i dolori alle gambe ma quel senso di bruciore diffuso alla schiena braccia e gambe mi sento venire l'ansia
Non vorrei che siccome sono una persona lo ammetto forse ipocondriaca mi faccio subito io una diagnosi di quello che avverto possa aver falsato involontariamente la diagnosi del neurologo
Dove potrei approfondire il tutto???
Se facessi un consulto psichiatrico questo mi potrebbe escludere la diagnosi di ansia e somatizzazioni??
Aspetto fiducioso una sua risposta e mi scusi se la martello sempre con lo stesso prb ma capiura' x me e' molto importante uscirne xche' sono giovane ho 43 anni e ho da portare avanti una famiglia che non posso assolutamente abbandonare

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo, lo specialista di riferimento per il Suo problema dovrebbe essere lo psichiatra, pertanto La inviterei ad effettuare questa visita. Circa la spasmofilia, l'EMG può rilevare una predisposizione alla spasmofilia (sindrome comunque non ben precisata e non sempre riconosciuta). Comunque La invito a non fare autodiagnosi navigando in Rete in quanto esiste molta spazzatura che il paziente ovviamente non può valutare.
Tale tipo di ricerca può aumentare gli stati ansiosi ed ipocondriaci creando un circolo vizioso da cui spesso è faticoso uscire.
Cerchi di rasserenarsi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 129XXX

Allora mi sono rivolto da un psichiatra amico che mi ha detto che molto probabilmente sono intollerante ai serotinergici e quindi di non provarne altri
Mi ha dettto che secondo lui nn ho bisogno di antidepressivi e che non ho bisogno neppure di psicoterapia
Diche che l'ansia che ho e' cmq collegata al prb che ho che non si riesce a risolvere
La rigidita' muscolare e il bruciore alle gambe con senso di freddo non e' dovuto alla'nsia cioe' l'ansia non mi porta questo prb ma e' il prb che ho che mi porta ad avere l'ansia
Insomma un bel casino
Adesso nn so se interpellare altro medico ma intanto con il lyrica tutto sommato sono 10 giorni che lo prendo non e' che sia cambiato molto
Anzi il psichiatra ma detto che minimo lo devo prendere x 30 giorni
Che debbo fare secondo voi adesso??

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dovrebbe seguire le indicazioni dello specialista che ha consultato. Capisco che possa essere il Suo problema a crearLe l'ansia ma questa evidentemente c'è. Veda se è possibile rimuovere a monte il problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 129XXX

Rimuovere a monte il prb significa rimuovere la causa che mi porta a questa rigidita' muscolare e bruciori
E questo mi sembra veramente che ci voglia un miracolo
Lyrica ormai lo prendero x 1 mese tanto non mi da fastidio
MA la mia rabbia sta nel capire dove sta la causea dei mi dolori

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se la situazione dovesse persistere consulti un altro psichiatra dato che ha finora avuto due pareri contrastanti che, capisco bene, la mettono in crisi perchè non sa cosa seguire.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 129XXX

MA Dott FErraloro lei ritiene che prb di tipo neurologico non ci sono??
Premetto che ho fatto solo 2 elettromiografie due anni fa negative quando non avevo anche il bruciore alle gambe
Poi di esami neurologici non ho fatto niente +
Si puo' esludere con certezza che tutti questi disturbi non siano di pertinenza neurologica??
OPS dimenticavo di dirle che tutto questo prb e' iniziato da l'assunzione di statine.
Ora le ho sospese da tre anni ma io da quando presi quei farmaci non so stato + bene
Il mio cpk e' sempre stato normale e x questo mi hanno detto che le statine non centrano nulla
Intanto io continuo a dire che da quando le presi iniziarono i dolri muscolari diffusi dopo la sospensione
andarono via i dolori alle braccia ma alle gambe no
Ci puo' essere un nesso???????????

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Dopo tre anni con la CPK normale non penso proprio.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 129XXX

E va be allora x le statine caso chiuso
MA intanto tutto e' partito da li
Probabilmente anzi sicuramente ci stava gia qualcosa BORDELINE che pi con le statine se innescato
Cmq Egreg. Dott FErraloro lei ritien che avendo fatto due elettromiografie queste bastano x escludere qualsiasi prb neurologico??
A proposito ma sulla spasmofilia lei che mi dice??
Non so se le ho fatto gia sta domanda.

[#17] dopo  
Utente 129XXX

PArdon rileggendo i messaggi le avevo gia' parlato della spasmofilia

[#18] dopo  
Utente 129XXX

Perdonate se insisto ancora sull'argomento
Allora dopo 15 giorni di lyrica da 75 mg mattina e sera non e' cambiato x adesso nulla ancora
Allora mi chiedo devo ancora aspettare oppure qualche risultato si sarebbe dovuto gia' vedere??
Inoltre tornando alla diagnosi di somatizzazione vorrei avere una delucidazione se fosse possibile
IL diturbo alle gambe a me e' come un senso di rigidita' e bruciore cosa che ho potuto leggere su internet che e' ben diverso dal senso di gambe stanche che porta l'ansia o depressione.
Inoltre un disturbo da somatizzazione comporta una rigidita' continua alle gambe anche nel momento in cui secondo me io nn ho assolutamente ansia???
Faccio altresi' presente che il sottoscritto nn ha mai e poi mai sofferto di ansia, non vorrei che visto che dopo tanti accertamenti e visite specialistiche senza risultato ormai ci si da la colpa all'ansia che ripeto che non ho oppure se mi viene e quando mi sento poco bene
Vorrei sapere se esiste uno specialista che fa cura e diagnosi di disturbi alle gambe a napoli o provincia
E poi sto disturbo si associa molte volte ad un bruciore anche del basso ventre non la vescica ma come se fosse l'intestino ma va e viene
Insomma il quadro e' molto complesso mi rendo conto ma io mi sono stancato di stare cosi' xche' stare cosi mi porta ad un'auto ansia x colpa che non si capisce la causa e allora ti fai 1000 pensieri
Vorrei vedere qualche altra persona al posto mio e quindi non mi venissero a dire che so depresso xche' il depresso lo si vede in faccia e io vi assicuro fortunatamente non lo sono faccio 1000 cose al giorno e quindi mi chiedo possibile che sia depresso io???
Insomma datemi un suggerimento consiglio xche' ormai nn ci sto capendo niente + tra neurologo che mi da x ansioaso con disturbo di somatizzazione tra psichiatra che dice che nn ho niente e che e' un'ansia giustificata dal problema tra reumatologi che non sanno neppure loro che diavolo ho tra fibro entesite cfs spondiloartrite
Insomma dico e' possibile che nel 2010 non si possa curare un disturbo come questo che mi sta rovinando la qualita' della vita in tutti i sensi

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

capisco il Suo sfogo ma on line non è possibile potere risolvere il problema. Le possiamo dare soltanto delle informazioni generiche.
Circa la terapia, le consiglio di attendere almeno altre due settimane per valutare l'eventuale efficacia del Lyrica, dopodichè, se non avrà benefici, riferisca al neurologo prescrittore.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 129XXX

GEnt Dott FErraloro dal neurologo prescrittore non ci andro' piu' visto che con quella compressa mi stava uccidendo
E' vero che lo telefonato e mi ha detto di cambiare da zarelis a percitale ma io con lo spavento che mi so preso e x come mi so sentito male non prendero' mai + un farmaco antidepressivo almeno appartenenti alla classe dei serotinergici
E anche se andassi da lui ormai lui la diagnosi secondo lui e' quella che gli vado a dire che secondo me non ho la depressione e ne l'ansia
Insomma bel casino peccato che lei dista molto se no potevano scambiare due chiacchiere e farmi valutare da lei
PEr quando riguarda chi studia i disturbi di gambe rigide e bruciore a chi mi posso rivolgere??

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non pensi che il neurologo La stava "uccidendo" perchè non poteva sapere la reazione individuale al farmaco.
Quando noi facciamo una prima prescrizione non possiamo sapere l'eventuale intolleranza del paziente per quel determinato farmaco a meno che il paziente non abbia già avuto in passato esperienze negative con quel farmaco o con quella classe di farmaci.
Circa la domanda a quale specialista rivolgersi per il problema alle gambe, non è possibile stabilirlo a priori ma non con una visita diretta perchè i Suoi sono disturbi che possono interessare, a seconda dell'origine, vari specialisti, dall'angiologo al neurologo allo psichiatra.
Il Suo medico curante che idea si è fatto dei suoi disturbi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 129XXX

IL mio medico di base e che ne parliamo a fare
LAsciamo perdere tocchiamo un'altro tasto delicato
Lui non sa cosa fare ha alzato le mani e ha detto la situazione e' molto complicata finche non si esprime sotto altri sintomi nn so che fare
In poche parole finche non mi viene qualcosa non si sa dove intervenire
E vi sembra un metodo professionale questo??
Non so!!!

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il Lyrica oltre che per il trattamento del disturbo d'ansia generalizzata è indicato anche e soprattutto per il dolore neuropatico, pertanto se il Suo bruciore alle gambe dovesse avere tale origine ne potrebbe trarre beneficio. Le ripeto però di attendere almeno un paio di settimane ancora.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 129XXX

OK faro' come lei mi suggerisce sperando di risolvere il prb anche se sono completamente demoralizzato
Speriamo che il dosaggio di 150mg diviso in due somministrazioni da 75 mattina e sera sono sufficienti.
Inoltre le vorrei chiedere se quando assumo questo farmaco posso assumere altri farmaci tipo efferalgan o moment o voltaren x il dolore

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non sono state segnalate interazioni negative del Lyrica con i farmaci da Lei menzionati.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 129XXX

Buondi oggi mi embra proprio che sia iniziata una giornata di .......
Nonostante stanotte abbia dormito bene cosa x me molto difficile in quando mi capita spesso di risvegli notturni , stamane ho oltre al solito bruciore alle gambe con rigidita' se sommato oggi anche i crampi al polpaccio
Orea mi mancava solo questo x completare il quadro.
Poi la cosa che ho sempre detto a che nessuno mi sa dare risposta e che mentre la rigidita' e presente ad entrambi le gambe questa miracolosamente scompare x un po ad una gamba e affligge solo l'altra gamba
Insomma che diovoleria di patologia e'????
Ho fatto decine di esami ma nulla nn ci sta perfettamente nulla indici di flogosi normali e elettroliti normali anche il magnesio
Che potrei provare x cercare di alleviare questo fastidio???

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se tutti gli esami sono negativi bisogna pensare ad una somatizzazione. Qualora il Lyrica non Le desse benefici Le consiglierei una visita psichiatrica per un inquadramento più corretto del Suo problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 129XXX

MA di esami parliamo azotemia glicemia transaminai emocromo ves pcr reumatest qpe ana ama asma na k ca mg fosforo altri esami specifici non so se ci sono ??
Bastano solo questi x fare diagnosi di somatizzazione??
Ops dimenticavo che ho fatto anche RMN colonna in toto e li solo ci sta qualcosina
Allego referto:
L'esame RM del distretto vertebro midollare ( tratti cervicale dorsale e lombosacrale) e' stato eseguito con tecnica TSE T1 e T2 sul piano sagittale , GE T2* sul piano assiale TSET1 sul piano assiale
Ridotta la fisiologica lordosi cervicale
Note di spondilosi cervicale
Riduzione di segnale in T2, per fenomeni disidratativi dei dischi intersomatici del tratto cervicale del tratto D6-D10 e di L5-S1
Noduli intrasponginosi di schmorl ad alcune limitanti somatiche del tratto dorsale.
Protusione discale posteriore paramediana destra allo spazio intersomatico C5-C6 che occupa lo spzio subaracnoideo anteriore.
Protusione discale posteriore mediana allo spazio intersomatico D6-D7 che occupa lo spazio subaracnoideo anteriore.
Ernia discale posteriore paramediana sinistra allo spazio intersomatico L5-S1 a decorso parzialmente discendente che impronta la tasca radicolare di S1 omolaterale.
Il canale vertebrale e' di ampiezza regolare
Il midollo presenta regolare morfologia e segnale.


R.M BACINO
L'esame R.M del bacino ha mostrato:
Assenza di lesioni ossee strutturali in atto.
Non sono evidenti zone di alterato segnale dei tessuti molli perearticolari del cingolo pelvico.



Altri esami non ne ho recenti??
BAstano x dare disturbo da somatizzazione??
MA poi scusate sta somatizzazione se anche veramente fosse il disturbo ci sta anche quando ti senti rilassato??

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti le somatizzazioni sono spesso indipendenti da evidenti stati ansiosi o di "tensione nervosa".
Nel Suo caso però potrebbe starci pure (visto il referto della RM che sconoscevo) una possibile origine lombare. Tale coinvolgimento non posso valutarlo, dovrebbe rivolgersi direttamente ad un neurologo o ad un ortopedico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 129XXX

Dott Ferraloro le dovrei solo x l'assiduita' con cui rispondere farle un regalo
In effetti due neurologi mi hanno detto uno che non ho nulla l'altro la somatizzazione
L'ortopedico mi ha indicato un ciclo fi fisiokinesiterapie che poi in passato le ho gia' praticate ma nn mi risolvono il prb
Cmq secondo lei potrebbe essere la schiena a provocarmi tutti questi disturbialle gambe???
Se fosse cosi' visto che ne ho provate tante che mi consiglia di fare quale terapia??
Ormai ho capito che siccome la diagnosi e' complessa devo per forza provare altri farmaci x cercare di capirci qualcosa
Ritiene che una semplice visita posturologica possa risolvere il tutto??
GRazie infinitamente
OPS mi chiedevo come mai e' solo lei cosi' gentile a rispondere alla miei domande
Si vede che altri specialisti non si azzardano a rispondermi visto la complessita' del caso

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la mia ipotesi circa un'eventuale origine lombare del Suo disturbo mi è venuta dopo avere letto il referto della RM.
Ma se Lei mi dice che ha praticato in passato, su prescrizione ortopedica, un ciclo di FKT senza esiti apprezzabili non so sinceramente fino a quanto sia valida la mia ipotesi. Comunque, se fosse possibile, un controllo fisiatrico potrebbe essere utile (anche per sentire un ulteriore parere!).

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 129XXX

FAtto anche quello ma mi ha rimandato dal neurologo
Insomma sono come na pallina di ping pong
Volendoci allora soffermare su queste maledette somatizzazioni cosa potrei prendere associato al lyrica x vedere se i disturbi vanno via'??

[#33]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Lei già sa, non è possibile prescrivere farmaci on line anche perchè non è possibile fare una diagnosi. Ogni terapia va prescritta dopo una diagnosi,
per questo si affidi ai medici della Sua zona.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#34]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei prese il lyrica secondo la prescrizione del neurologo, ma invece non prese l'altro farmaco sulla base di un ragionamento di accentuazione a breve termine di alcuni sintomi che ovviamente non ha a che vedere con l'efficacia del farmaco (venlafaxina). Non ha preso il farmaco sostituvio indicatole dal neurologo (citalopram).
I sintomi somatoformi possono accentuarsi nelle prime due-tre settimane della terapia, questo nei pazienti che successivamente migliorano, quindi non è da considerarsi come un segno che la terapia sia inadatta, né tantomeno giustificano affermazioni del tipo "il neurologo mi vuole uccidere".
Il problema sta nel fatto che nonostante abbia ricevuto una diagnosi, da una parte continua a procedere autonomamente verso altre ipotesi, dall'altra assume una terapia che non corrisponde a quella indicata.
La diagnosi di somatizzazione non procede per esclusione "e basta", ha i suoi sintomi caratteristici, che sono psichici.
La risoluzione di questo disturbo può richiedere un trattamento con dosi iniziali minori, copertura maggiore con altre medicine temporanee, e anche per ipotesi che sia sufficiente un solo medicinale anziché due.
La risposta perà richiede determinati dosaggi e e tempistica. 150 mg è un dosaggio sensato ma sono possibili incrementi.
Riferisca ad un medico specialista, ovvero non gestisca le medicine da solo, in questo modo diventa un circolo chiuso tra preoccupazione per i sintomi e non per il disturbo da somatizzazione, e terapie tendenzialmente tenute "basse" e quindi con minore probabilità di incidere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#35] dopo  
Utente 129XXX

Dott PAcini quindi secondo lei il mio problema e' semplicemente un disturbo somatiforme
Il bruciore i crampi la rigidita' il senso di freddo come se il sangue scorresse freddo e' sempre secondo lei da ricondurre al prb del disturbo somatiforme
FAtto sta che io non metto in discussione la diagnosi del medico a cui mi sono rivolto , ma la terapia prescrittami certamente non la posso fare
E' impensabile che io stia malissimo solo con una semplice compressa da 75mg tanto da portarmi crampi bruciori e tantaltro che solo a ricordarmi mi porta brividi.
Io la terapia x il disturbo da somatizzazioni la voglio fare e' nel mio interesse non creda che stare tutti i giorni male a me faccia piacere, ma il prb e che quando prendo sti farmaci io sto malissimo e quindi non e' possibile, questo me successo anche con il farmaco ENTACT dove un medico che adesso non ricordo disse che secondo lui poteva starci nei miei disturbi un prb ansioso ma non parlava di somatizzazioni.
Ebbene ne presi mezza compressa al mattino il terzo giorno dovetti andare in Pronto Soccorso mi sentivo svenire e ansia alle stelle con crisi di pianto
PEnsate solo quello che ma potuto far invece ZARELIS da 75mg che lo presa intera ma una sola volta
Altri farmaci quali lextonan e laroyl invece non mi fanno nulla
Il letoxan mi fu dato da un medico della SUN di Napoli che mi disse di prenderne 7/ 8 gocce x aiutare il riposo , in realta non mi face nula e ne prendevo anche 10 ma non e' che mi aiutava tanto e lo smisi di prendere senza effetti collaterali
Il laroyl invece mi fu dato da un reumatologo quando all'inizio i medici interpellati parlavano di prb reumatico e ne prendevo poche gocce
E' stato l'unico farmaco che x 1 settimana mi ha fatto stare BENISSIMO
Poi non so che e' successo non faceva + effetto mi fece ingrasare di molto e lo smisi di prendere e ebbi un certo effetto collaterale come di astinensa
Ora io non sono un medico ma ho potuto constatare sulla mia pelle che i farmaci di vecchia generazione non mi danno prb invece i farmaci di nuova generazione SSRI invece sono intollerante al massimo
Ora che mi consiglia di fare ???
Visto che gia' mi so rivolto dal psichiatra il quale mi ha detto di continuare LYRICA almeno 1 mese e poi vedere
Intanto oggi ho dei crampi muscolari e bruciore terribile e mi fa male anche la schiena
FAtto sta che sti prb sono a giorni
Giorni in cui sto meglio altri i cui sto da schifo

[#36]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Innanzitutto non è che lo penso io, io mi riferisco alla diagnosi che le è stata fatta. Ha un'idea poco chiara di cosa significhi questa diagnosi, se esprime il dubbio che si tratti "solo" di un disturbo di somatizzazione. Se si chiama di somatizzazione vorrà dire che si esprime con sintomi corporei, cosa c'è che non torna ?

"E' impensabile che io stia malissimo solo con una semplice compressa da 75mg tanto da portarmi crampi bruciori e tantaltro che solo a ricordarmi mi porta brividi."

E' pensabilissimo, sarebbe pensabile anche prendendo un farmaco che non contiene niente (placebo).

Non vi è neanche ragione di utilizzare solo farmaci di nuova generazione, quelli di vecchia generazione si utilizzavano già sui sintomi somatici di varia origine.
Poche gocce di laroxyl però rientran el discorso che facevo prima, cioè usare dosi misere per evitare fastidi, senza però ottenere risultati. Il lexotan è un farmaco ad azione diretta, funziona subito a seconda della dose ma non è curativo.
Continuare la cura per 1-2 mesi è ragionevole, perché i risultati si misurano a 1-2 mesi, e non subito. Quindi lo psichiatra ha dato un parere comprensibile, che poi rivedrà dopo aver potuto stabilire se 150 mg di lyrica stanno o meno funzionando. Se funzionano, lo fanno in maniera graduale, niente che abbia senso misurare giorno per giorno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#37]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei prese il lyrica secondo la prescrizione del neurologo, ma invece non prese l'altro farmaco sulla base di un ragionamento di accentuazione a breve termine di alcuni sintomi che ovviamente non ha a che vedere con l'efficacia del farmaco (venlafaxina). Non ha preso il farmaco sostituvio indicatole dal neurologo (citalopram).
I sintomi somatoformi possono accentuarsi nelle prime due-tre settimane della terapia, questo nei pazienti che successivamente migliorano, quindi non è da considerarsi come un segno che la terapia sia inadatta, né tantomeno giustificano affermazioni del tipo "il neurologo mi vuole uccidere".
Il problema sta nel fatto che nonostante abbia ricevuto una diagnosi, da una parte continua a procedere autonomamente verso altre ipotesi, dall'altra assume una terapia che non corrisponde a quella indicata.
La diagnosi di somatizzazione non procede per esclusione "e basta", ha i suoi sintomi caratteristici, che sono psichici.
La risoluzione di questo disturbo può richiedere un trattamento con dosi iniziali minori, copertura maggiore con altre medicine temporanee, e anche per ipotesi che sia sufficiente un solo medicinale anziché due.
La risposta perà richiede determinati dosaggi e e tempistica. 150 mg è un dosaggio sensato ma sono possibili incrementi.
Riferisca ad un medico specialista, ovvero non gestisca le medicine da solo, in questo modo diventa un circolo chiuso tra preoccupazione per i sintomi e non per il disturbo da somatizzazione, e terapie tendenzialmente tenute "basse" e quindi con minore probabilità di incidere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#38] dopo  
Utente 129XXX

BE allora che fare!!!!!!!
Aspettare ancora e vedere che succede oppure fare altro consulto ma da altro psichiatra???
X adesso siamo quasi credo a + di 15 gioni di terapia
LA cosa che le vorrei chiedere e se il farmaco essendo anche utilizzato x il DAG e' cmq efficace x questo problemo ho a solo indirizzi di tipo neuropatico x il dolore

[#39]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

le sue domande ripropongono in forma di domanda quel che ho appena risposto.

Ho detto che le cure si valutano a 1-2 mesi, lei dice che sono passati 15 giorni...
L'altra è se una prescrizione già fatta a seguito di una diagnosi, che abbiamo in due trovato sensata rispetto a tale diagnosi, possa essere efficace.

Ripetendo le domande ovviamente poi non c'è più nessuna certezza neanche di ciò che è già stato detto e chiarito, questo non vale tanto per queste due specifiche domande quando in generale per l'approccio alla sua situazione.

Inoltre lei chiede se è efficace per il dolore neuropatico o anche per il suo problema, ma si inutisce che lei voglia dire anche per gli altri sintomi (corporei). Il farmaco non agisce sui sintomi uno per uno, agisce sulla condizione cerebrale che muove ansia e sintomi associati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#40] dopo  
Utente 129XXX

OK scusi se faccio domande inutili
Aspettero ancora e poi vedremo il da farsi
Speriamo che mi riolva qualcosa
Intanto se dovessero sopraggiungere nuovi sintomi li postero'
Grazie 1000

[#41] dopo  
Utente 129XXX

Volevo aggiornare un po la mia situazione di salute
Allora adessi siamo ad 1 mese e mezzo di dosaggio di 150mg suddiviso in due dosi mattina e sera del farmaco lyrica
Devo dire che tutto sommato diciamo che i disturbi di bruciore rigidita' e freddo si sono attenati
Adesso sara' il caldo?? Infatti anche l'anno scorso con il sopraggiungeredell'estate sono stato un po meglio
LA rigidita' la tengo sempre anche il bruciore ma con minore intensita'
Ora chiedo che dovrei fare secondo gli esperti continuare ancora x altri due mesi a questo dosaggio oppure cambiare terapia visto che cmq non abbiamo risolto del tutto il prb????
Non sono andato ancora dallo psichiatra lo vorrei fare dopo l'estate anche x essere seguito diversamente, in alcuni momenti di tensione prendo delle gocce di seditivax e anche queste mi aiutano ma deve passare un po x fare effetto
Mi chiedevo visto che sono un sogetto molto sensibile se bastasse assumere delle gocce di prodotti erboristeria tipo i fiori di bach per avere cmq un risultao apprezzabile
Grazie

[#42]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

cosa deve fare non può chiederlo qui, ha un medico che le indica cosa fare con la sua cura.

Non è chiaro perché uno veda dei risultati, seppur non completi, e abbia come pensiero quello di rivolgersi verso l'indefinito e il non documentato, oltre che spesso il non noto (come composizione).

Cosa le impedisce di chiamare il suo psichiatra chiedendo cosa fare, o semplicemente di attendere la visita successiva ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#43] dopo  
Utente 129XXX

Sono andato a visita succesiva e lo psichiatra mi ha detto che si tratta di un disturbo da ansia ed ipocondrismo
Ora la terapia e' la seguente:
TRittico gocce 3 al mattino , il pomeriggio, la sera
E a questo continuare con lyrica che ormai sono due mesi che ne prendo 75 x 2 una al mattino e l'altro la sera
Ora mi so dimenticato diu chiedergli se cmq non ci sono contrindicazioni con l'associazione dei due farmaci e dopo quando tempo di distanza dovrei prendere le gocce dopo aver assunto la compressa.
Spero solo che questo nuovo farmaco non mi faccia gli stessi effetti dello zarelis e entact che mi so sentito malissimo
LA terapia cosi' prescrittami come vi sembrerebbe??

[#44]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"se cmq non ci sono contrindicazioni con l'associazione dei due farmaci"

Secondo Lei lo psichiatra quando sceglie le medicine non considera un aspetto del genere ?
Le avrà detto di prendere queste medicine al mattino o alla sera o al pomeriggio, non è che ogni dettaglio possibile debba essere specificato, ma se vuole saperlo non puà che saperlo da lui.

La terapia mi sembra sostanzialmente identica a prima (lyrica), con un'aggiunta a dose minima.
La diagnosi è indefinita: disturbo d'ansia è generico, ipocondria si capisce meglio, ma ci sono diverse forme di ipocondria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#45] dopo  
Utente 129XXX

Salve a tutti
Dopo 1 mese di terapia con trittico con 3 gocce x tre volte al di sto sempre male
Non e' cambiato assolutamente nulla
CErvicale a pezzi con vertigini da dovermi stendere xche' cado perdo equilibrio
Gambe che non mi reggono schiena a pezzi nausea e bruciori
Onestamente non so che fare
Lo psichiatra mi ha detto anche di aggiungere 3 gocce di EN al trittico ma appena prese sto peggio con vertigini ancora maggiore( POSSIBILE!!!!!))
Oggi lo richiamo sperando che sia rientrato dalle ferie ma + che secondo me aumentarmi il dosaggio non puo'
Intanto sono sempre + scettico su questi sintomi che dipendano dall'ansia
Anche xche' se sto seduto devo tenere delle posizioni scorrette x evitare che la schiena mi faccia male
E poi ricordo benissimo che di questi disturbi di dolore al collo e schiena soffro da + di 10 anni e che adesso si sono aggravati
Ora quando possa essre dovuta all'ansia e quando un aggravarsi della patologia questo non so distinguerlo
Che cavolo devo fare a questo punto??

[#46]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per il problema della somatizzazione deve rivolgersi allo psichiatra che La sta seguendo. Nel mese di luglio mi pare che stesse meglio, poi si sono accentuati nuovamente i Suoi sintomi? Circa il problema alla schiena dovrebbe farsi controllare in primis dal Suo medico curante per valutare una possibile riacutizzazione algica dovuta alle alterazioni riscontrate alla RM. Però Le aggiungo pure che un sito di somatizzazione preferenziale è proprio la schiena. Ho infatti diversi pazienti con lombalgia che non rispondono agli antidolorifici ma agli antidepressivi.
Pertanto esponga il problema al Suo psichiatra e si faccia pure controlare dal Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#47]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Intanto sono sempre + scettico su questi sintomi che dipendano dall'ansia"

Non è questione di scetticismo o di convinzione, non credo abbia compreso il significato di ipocondria e somatizzazione, non per sua colpa ma perché intanto la diagnosi rimane indefinita. Questo aspetto non sembra interessarLe più di tanto, in questa maniera ragiona sempre sui sintomi presi uno per uno (dipende dall'ansia o non dipende dall'ansia) ma non identifica i sintomi dell'ansia, cioè i pensieri, gli stati d'animo e i comportamenti che caratterizzano l'ipocondria (al di là di questo o quel sintomo).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#48] dopo  
Utente 129XXX

Grazie x le risposte
MA intanto chiedo:
Ma se neppure con gli antidepressivi ho miglioramento con che altro posso provare???
Purtroppo lo psichiatra non mi risponde sta ancora in ferie provero' domani mattina x chiedere cosa altro si puo' fare
Intanto se leggo in rete la spondilosi cervicale + le protusioni portano una marea di disturbi tra cui anche alcuni che lamento io
Ora e come chiedere chi e' nato prima la gallina o l'uovo!!
So cmq che tre gocce di trittico sono una dose bassa ma se aumento siamo sicuri che il disturbo si attenuera'??
E' questo il farmaco + adatto x questi disturbi??

[#49]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli antidepressivi più indicati non li ha utilizzati, alcuni per presunti effetti collaterali, altri per paura di assumerli. Comunque veda cosa Le dirà lo psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 129XXX

BE presunti effetti collaterali non direi
Ho avuto effettivamente grandi effetti collaterali
Entact e zarelis li ho presi con grossi effetti collaterali
LAroxyl idem ma dopo 1 settimana
Questo trittico invece dopo assunzione x 10 giorni mi ha forse alzato l'ansia poi sembra che si sia stabilizzato ma cmq non ha dato alcun effetto positivo
MA secondo lei Dott Ferraloro se mi rivolgessi anche da un osteopata sarebbe una cosa sensata o solo una sciocchezza con ulteriore perdita di tempo e denaro??

[#51]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

effetti collaterali e reazioni iniziali sono due cose un po' diverse, proprio perché le reazioni iniziali dipendono fortemente dalle condizioni in cui è il cervello quando riceve il farmaco. Un cervello che manifesta ansia è predisposto a sviluppare una serie di reazioni nelle prime 2-4 settimane.

Non esiste il farmaco più adatto se oltretutto non è definita la diagnosi.

In ogni caso, è corretto che alcuni antidepressivi decisamente indicati per i disturbi di questo tipo non li ha utilizzati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#52]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ho esperienza con gli osteopati per cui sinceramente non La posso consigliare in tal senso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 129XXX

Dott Pacini quali sono sti benedetti farmaci piu' indicati per il mio disturbo??
Per adesso ho preso entact , basso dosaggio e come effetto collaterale ho nausea lipotimie continue, agitazioni pensieri negativi, idem con zarelis che poi sarebbe la stessa cosa di effexror adesso trittico a gocce sono 1 mese che lo prendo ma sono una settimana che non so cosa mi sta succedendo se sono attacchi di panico continui oppure altro.
Inizia con senso di malessere interiore sudorazione come se stessi sotto al sole a mare,mi si blocca l'appetito ho nausea e vertigini e li la mia mente ha pensieri negativi mi sembra di morire poi dopo un 10 minuti mi passa e dopo qualche ora riprende di nuovo tutto e sto facendo questo da diversi giorni e sta mettendo a dura prova la mia salute mentale.
Ora vi chiedo aiuto che diavolo ho??
Possibile che sia l'unico essere umano che abbia sti disturbi e non si capisce da dove vengono??
Caxxo se e' depressione questi sono i sintomi oppure se e' ansia e' un'ansia 24 ore su 24, oppure e' altro.
Io non posso vivere + in questo modo mi sento veramente perso non vedo una via di uscita. Poi sto cavolo di psichiatra che sto in cura per telefono neppure un aiuto mi ha detto sentiamoci lunedi x prendere un appuntamento e io intanto come devo fare fino a che questo capisca se si tratta di ansia depressione o altro??
Mi sento veramente giu' non so neppure se posso staccare le gocce di trittico senza scalare o devo continuare
Sono appena tre gocce x tre volte al di

[#54]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

mi sembra che sia Lei l'unico a invocare una presunta "stranezza", il disturbo da somatizzazione nel caso è una diagnosi ben nota e codificata.
Ma abbiamo anche detto che la diagnosi non è definita, quindi parliamo in generale.
Ha provato un tipo di cura e non funziona ? Può essere, quindi di solito se ne provano altre.
Quindi chiedere qui quale diagnosi e quale cura ha poco senso. Dalla diagnosi discendono una serie di possibili cure, altrimenti si va "a sintomi" oppure in generale per grandi aree (disturbi d'ansia, disturbi depressivi etc).
Questo deve definirlo il medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#55] dopo  
Utente 129XXX

Ho chiamato lo psichiatra e venerdi' ho appuntamento con lui
Ci siamo sentiti x telefono e gli ho detto se potevo interrompere le gocce di antidepressivo visto che erano solo 9 al giorno, lui mi ha detto di si xche' in effetti si danno ad un bambino di 6 anni.
Ora non so che altra terapia vorra' farmi intraprendere ma gia' mi immagino che si tratta di qualche altra molecola di antidepressivo.
Io cmq continuo a dire che a me questi antidepressivi accentuano i disturbi
Allora benedetto il DIo nostro e' possibile in medicina che ci sono tipi come me che siano intolleranti agli antidepressivi???
Visto che ho sti benedetti dolori muscolari adesso mi si e' aggiunto una sudorazione fredda profusa poi ci sono sempre le vertigini e il bruciore muscolare la nausea non e' che tutti questi sintomi nascondona qualche altro prb ???
Che ne so leggo tanto di fibromialgia, spasmofilia, sindrome da stancheza cronica , carenze di magnesio calcio che diavolo e' possibile che non si possa intraprendere una strada diversa o fare accertamenti del caso??
Che ne so e' possibile fare delle analisi di questi benedetti neurotrasmettitori???
Quello che mi chiedo con i milioni di progressi che ha fatto la tecnologia e la medicina e' possibile che la diagnosi di depressione somatizzazioni si faccia solo su analisi abbiettive del paziente e non su analisi cliniche che appurano la vera carenza di elementi che portano a tali patologie???
Insomma io sto arrabbiato al max xche' e' possibile che questo mio stato di salute non prende un risvolto positivo in nessun modo ???
E che diavolo sono tre anni che sto cosi' ormai la mia pazienza e' arrivata al culmine e' normale che poi mi viene la depressione e l'ansia
E' possibile che nessun farmaco faccia effetto??
ENTACT
EFFEXOR
TRITTICO
LAROXYL
Che diavolo eppure sono molecole diverse e tutti mi aumentano i sintomi che ho, e non credo sia normale sta cosa ci sara' un motivo una causa che cavolo!!!!!!!!!!!
Li prendo a dosaggi da lattante e mi sento peggio quindi inutile che mi venga detto il dosaggio e' sottostimato xche' se a dosaggio minimo ho gli stessi sintomi accentuati non vedo come a dosaggi + alti tali sintomi possano scomparire.
DAtemi una risposta x favore non ne posso proprio + la mia ansia normalmente presente i tutti gli esseri umani si e' elevata a livelli non + gestibile

[#56]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei fa riferimento a qualcosa "di diverso" perché probabilmente ha un'idea dei disturbi somatoformi che non è quella corretta, cioè che siano "niente" organicamente, e invece ci sono zone del sistema nervoso centrale che funzionano "male" e sono il bersaglio delle terapie.

I farmaci utili nei disturbi somatoformi non sono tutti della categoria "antidepressivi" (lyrica ad esempio), ma comunque chi ha dei peggioramenti nelle prime settimane che assume molecole antidepressive non è definibile come intollerante, questo si verifica abbastanza spesso e soprattutto in chi soffre di disturbi somatoformi, all'inizio. Non è questione di intolleranza, ma di meccanismo d'azione, che non è diretto come può essere per un calmante, su cui lei misura subito l'effetto (lo prende e sente che effetto fa sul sintomo).

Per quanto riguarda fibromialgia, le cure ancora una volta comprendono gli antidepressivi, ma si tratta di diagnosi che il medico prende in considerazione e fa lui sulla base degli elementi.

I farmaci se giudicati nei primi giorni e a dose inferiore risulterebbero quasi sempre inefficaci e/o non tollerati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#57] dopo  
Utente 129XXX

Dott Pacini se i farmaci dei disturbi somatiforme non sono solo antidepressivi le chiedo quali altri farmaci allora si usano tranne LYRICA che poi adesso ho anche dimezzato su consiglio sempre dello psichiatra??
Poi lei dice che i farmaci se giudicati nei primi giorni e a dose inferiore risulterebbero quasi sempre inefficaci e/o non tollerati.
Io ho provato sia con dosi normali che ridotte idem stesso prb
Anzi prendendo lo zarelis che poi sarebbe la stessa molecola del farmaco effexor da 75 mg mi so sentito malissimo con crampi e vomito lipotimie continue e bruciori da per tutto con pensieri cattivi e piabto
Come faccio secondo lei a prenderne altre se solo 1 compressa mi fa stare malissimo ???
E' una cosa che la mia mente non potrebbe proprio accettare di continuare con la stessa compressa x altri giorni
Mi vengono i brividi a pensare come mi sentii il mese di giugno se non ricordo male

[#58]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Si possono usare neurolettici a basse dosi o combinazioni di antidepressivi e neurolettici, oltre ad alcuni antiepilettici, come il lyrica.
Efexor a 75 mg è sempre a dose inferiore a quelle mediamente efficaci, il che non significa che le dosi iniziali debbano essere alte, significa che a dosi basse si rischia di coniugare effetti collaterali e non efficacia.
Fatto sta che è noto che inizialmente si può star peggio, è chiaro che se solo su questa base si procedesse non si sarebbe appurata l'utilità di praticamente nessun farmaco antidepressivo. D'altra parte in base al meccanismo d'azione di questi farmaci è più che probabile che inizialmetne i sintomi peggiorino. Per questo si possono associare altri medicinali più sintomatici che tamponino questo primo impatto.
In questo deve seguire il suo medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#59] dopo  
Utente 129XXX

Scusi DOtt PACINI ma alla fine so sempre associazione di antidepressivi e neurolettici
Quello che attualmente sto facendo io
IO non mi spiego i bruciori muscolari addominali, adesso anche una sindrome di colon iiritabile , ho avuto due giorni di stitichezza ostinata senza motivo poi corretta con dei prodotti di base con prugne ma ancora oggi ho gonfiore eruttazioni e dolore.
Questo e' un'altro bel regalo dell'ansia???
Questo bruciore migrante poi mi da un fastidio esagerato mi porta a stare peggio di come gia' sto
In + adesso ho anche bocca secca .
Insomma noto a mio malincuore che sto peggiorando molto con tutti sti disturbi, credo proprio che non guariro' mai + da tutti sti disturbi e che staro' sempre peggio fino a mettermi definitivamente in un letto.
Possibile che l'ansia le somatizzazioni possano distruggermi del tutto.
Io domani andro' di nuovo dallo psichiatra e gli spiego di nuovo tutto ma se neppure risolvo nulla cambio medico xche' questo con settembre so tre mesi e io non sono migliorato di un granello di polvere.

[#60]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

l'ansia non produce sintomi. Il cervello produce sintomi, d'ansia e corporei. Lo stato di allarme porta a considerare "sintomi" sensazioni di vario tipo normalmente non registrate o non allarmanti.
Per il resto non capisco il "non mi spiego", perché non capisco cosa ci sia da spiegare.

I neurolettici dove sarebbero nella sua cura ? zarelis, trittico, laroxyl, citalopram, lyrica, nessuno di questi lo è.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#61] dopo  
Utente 129XXX

E quali sarebbero sti neurolettici allora
Stasera mi sento ancora peggio sudore e bruciore terribile con nausea e addome gonfissimo come se avessi una colite che sta esplodendo
Mi sono stancato e scocciato
Ufff

[#62]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"E quali sarebbero sti neurolettici allora"

Scusi ma come ne parlava prima sembrava che sapesse cosa sono, perché allora ? Comunque cosa le cambia sapere dei nomi ?

Il problema è trovare un tipo di farmaco o associazione che le consenta di arrivare ad una risoluzione dei sintomi più fastidiosi, o del meccanismo della somatizzazione in generale, dopo di che se la terapia è anche ben sopportabile nei primi giorni in attesa che funzioni, meglio.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#63] dopo  
Utente 129XXX

So tornato dallo psichiatra oggi e devo essere sincero non so se ne ho a questo punto + bisogno io o lui degli antidepressivi
Lui mi ha detto che i suoi 30 di servizio x lui non so valsi a nulla
Non ha capito il mio prb e che lui resta esterefatto che non mi faccia effetto nulla
Mi ha detto che avrebbe voluto provare con degli omeopatici ma poi ci ha ripensato e non ha voluto fare + il tentativo.
A questo punto ma liquidato dicendo che sono un caso unico e raro nella sua vita e che lui dovrebbe iniziare a studiare daccapo x capire il mio prb
Ma vi sembra professionale!!!!!!!!!!!
Allora qui due so le cose
Ho io vado da tutti medici incompetenti che mi rubano solo i soldi o io me devo fare ribattezzare
A questo punto io adesso nn ho neppure + il suo supporto xche' lui nn ma voluto dare nulla come medicinali
e continuo a stare male
Adesso che debbo fa???
Butto altri soldi da altri psichiatra oppure me suicidio e tolgo tutto da mezzo
Che caxx0 devo fa x stare bene se neppure uno psichiatra ci ha caputo na mazza??

[#64]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non ha senso che noi diamo pareri su ciò che Lei vive in prima persona come sue impressioni, per il resto cerco di esserLe utile dando dei pareri generici sul tipo di cure per il tipo di disturbi. Francamente sulla base di quanto detto fino ad ora non vedo le basi per tirare le somme e dichiarare l'incurabilità di questa situazione, fermo restando anche il punto della necessità di una diagnosi definita (somatizzazione sta in diversi quadri, le cure d'accordo, sono spesso uguali, ma non è detto).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#65] dopo  
Utente 129XXX

Siamo ormai ad ottobre e dopo essere stato da nuovo psichiatra neppure ho risolto nulla
Anche questo psichiatra non ha inquadrato il prb
Mi ha dato prima laroxl 3+3 e poi dopo 15 giorni senza risultati e stessi prb mi ha fatto passare a 5+5
Appena ho preso le 5+5 gocce dopo due giorni so stato malissimo, vertigini da non tenermi in piedi pressione del sangue che e' arrivata 100/160 mal di testa terribile mi sembrava che la testa scoppiasse
Ho richiamato lo psichiatra e dopo 1 mese di terapia anche con laroxyl e sempre lirica non ho risolto nulla
Ora ho appuntamento in settimana ma onestamente vado gia' sfiduciato
Quale altro miscuglio di farmaci vorranno provarmi addosso??
Inoltre il liryca non mi fa proprio nulla infatti da 75+75mg mattina e sera la dose di mattina lo tolta tanto ormai e' da giugno che lo prendo e non mi ha fatto alcune effetto
Il mio medico curante aveva detto di provare con la carbamazepina(TEGRATOL) in associazione con lirica
Non lo ancora preso e aspettero lo psichiatra x vedere cosa mi dice

[#66]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se il disturbo è di panico queste reazioni sono comuni, e non significano niente di particolare.
Il Lyrica non è a dose massima.
Il Tegretol è un farmaco per diagnosi diverse da disturbi d'ansia, anche se può essere utile in varie malattie.
Se non c'è diagnosi, la strategia rimane poco chiara.
Se la diagnosi è di disturbo di somatizzazione, la cura è sensata, e le dosi ancora basse.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#67] dopo  
Utente 129XXX

Oggi pomeriggio ho fatto nuova visita psichiatrica e il medico ha detto di prendere questo farmaco che non agisce come i serotinergici ma dice diversamente
Mi ha dato DENIBAN compresse da prendere 1 al mattino e la sera liryca sempre
Io spero che non mi dia gli effetti degli altri antidepressivi se non so guai
Dovrei prenderlo domani mattina e gia' ho paura di sentirmi male al lavoro
Vorrei aspettare il fine settimana
Che consigli mi date??
Visto gli effetti avversi degli altri farmaci???
Come agisce questo DENIBAN??
E poi :
Non mi ha detto x quanto tempo anche xche' vedo che lo scatolo contiene solo 13 compresse

[#68]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei segue la cura di un medico. Queste pseudo-nozioni su come agiscono i farmaci sono dei connotati che le servono a identificarli con l'immaginazione ma non li può comprendere non essendo tecnicamente il suo campo, per cui l'unica cosa chiara è che il paziente riferisce i sintomi e il medico in base all'impressione che ne ha (dei sintomi, di ciò che osserva e del modo in cui si esprimono i sintomi, che è di per sé un elemento importante), la consiglia sul prosieguo delle cure.

Ovviamente la scatola non esprime la durata di una cura. Il medico le avrà detto quando vuole risentirla o rivederla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#69] dopo  
Utente 129XXX

In verita' nn mi ha dato un tempo ma mi ha detto che poi lo devo far sapere qualcosa
intanto visto che mi metto paura di tutto ne ho preso mezza compressa e gia' ho iniziato con dei disturbi come la lipotimia improvvisa percepire odori che altri nn percepiscono e senso di freddo
Per le vertigini diciamo che e' meglio anche se so due giorni che nn ne ho tante
Domani orendero' altra mezza compressa
Volevo capire in che modo funziona questa molecola visto che sembra essere fratello del levobren
Cmq chiedo e' questo un farmaco adatto x i disturbi di somatizzazione??

[#70]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

sì, una molecola simile al levobren, ma di fatto questo che elemento le fornisce a livello operativo ? Potrebbe anche essere diversa e adattarsi al disturbo.
Dopo di che, se ha dubbi "totali", del tipo "dottore mi ha prescritto un farmaco adatto ?" direi di chiarirlo col medico stesso.
Il ragionamento sui singoli sintomi non è l'unico modo di ragionare, di solito si cerca di definire una diagnosi, in maniera da scegliere poi farmaci mirati, anche se teoricamente non hanno a che vedere con i singoli sintomi.
L'azione diretta di un farmaco su un sintomo è una cosa, l'azione sul disturbo spesso è indiretta, richiede più tempo e risolve una quantità di sintomi tra loro diversi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#71] dopo  
Utente 129XXX

Ho capito che non e' il mio campo e che forse difficilemte capirei il principio di azione
Ma almeno questo farmaco e' adatto x le somatizzazioni??
e x quando tempo si prende??
E inoltre la cosa che mi preme di + e' si risolvono definitivamente prb come il mio??
oppure saro' destinato a stare sempre da psichiatri

[#72]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Ma almeno questo farmaco e' adatto x le somatizzazioni??"

Gentile utente,

Quindi pensa che lo specialista da cui va prescriva un farmaco NON adatto a quello che lei gli riferisce. Perché questa sfiducia ?
Se è un dubbio che nasce da solo, è inutile.
Anche le domande sul futuro, tipo "per quanto si prende" non hanno una risposta precisa: come tutte le cure prima se ne valuta l'efficacia, in tempi di poche settimane di solito, poi si decide cosa farne.

In merito al farmaco, le ripeto ancora una volta che "le somatizzazioni" non è una diagnosi, e che le medicine possono agire su alcuni sintomi ma non risolvere il disturbo, che se è legato ad un tipo di preoccupazione o attenzione al corpo, non si risolve in genere bersagliando i singoli sintomi come se il problema venisse "da fuori" il cervello.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#73] dopo  
Utente 129XXX

Scusate Dott Pacini se non si risolve bersagliando i singoli sintomi che poi nn credo stia facendo quello come si risolve???
Se viene dal cervello be le cure le sto provando tentando di fare x risolvere il prb
MA a quando sembra e' difficile
Ora mi so iscritto a palestra e puo' sembrare strano ma io mi sento meglio con le gambe certo adesso ho un po di acilo lattico ma e' un dolore diverso da quello che ho sempre
Che fosse questa una strada giusta senza medicine???
Intanto oggi ho preso la seonda compressa a meta' di DENIBAN
Sembra che nn abbia avuto effetti strani
Provero' ancora con mezza e poi passo ad 1 compressa
Vorrei sapere se questo farmaco porta assefuazione e se si puo' interrompere senza grossi prb
Grazie

[#74]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Cerco di spiegarmi ancora meglio, perché non credo abbia inteso. Se uno soffre di -mettiamo- intestino irritabile, si possono utilizzare farmaci che agiscono a livello intestinale, oppure farmaci che agiscono a livello"centrale", che modificano la percezione e la comunicazione tra sistema nervoso centrale e visceri.
Idem per i dolori "somatizzati", si possono usare farmaci che agiscono su muscoli, antidolorifici, antinfiammatori, rilassanti, oppure invece farmaci che agiscono a livello del sistema nervoso centrale.
Questa è la differenza. Sempre medicine sono e sempre sintomi sono, ma è importante capire se ci sono sintomi mentali precisi, che indicano una diagnosi e non solo un insieme di sintomi corporei da trattare uno per uno.

Non deve comunicare a noi cosa fa con le medicine, deve seguire le istruzioni del suo medico e non prendere iniziative, se ha dubbi lo consulti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#75] dopo  
Utente 129XXX

Dott PACINI ho compreso bene adesso quello che ha voluto dire.
Volevo pero aggiornarla sulla mia situazione strana
Sono stato in questi giorni scorsi un po meglio dal punto di vista delle somatizzazioni( se cosi' le vogliamo chiamare)
Le vertigini sono state quasi assente e nello stesso tempo anche la rigidita' alle gambe
Io pero continuo a dire che quando mi prende quella tensione alla nuca iniziano le vertigini e la rigidita' alle gambe
Cmq oggi sono gia sei volte che prendo DENIBAN e mezza compressa e pero oggi non mi sento un gran che'
Ho un freddo interno che non riesco a riscaldarmi con nulla una cosa veramente strana
Gia' ieri sera non risuscivo a prendere sonno avevo come delle smanie e mi sentivo a volte una cosa alla gola come se uno mi premesse alla base del pomo di adamo, non so se stato chiaro!!
Veodo purtroppo che questo stato di malessere purtroppo neppure con il DENIBAN va via.
Ora non so se e' preto oppure devo aspettare ancora certo che la scatola e di 13 compresse
Aspetto con ansia il 22/10/2010 xche' dovro' recarmi alla NEUROMED nn so se la conosce sperando un aiuto diverso li
Intanto proseguo la cura ma non ho fiducia

[#76]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il problema rimane la definizione della diagnosi, la spiegazione del meccanismo con cui inquadrare l'insieme dei suoi sintomi, e di evitare di concentrarsi su collegamenti o nessi tra parti del corpo e sintomi che possono non essere altro che concomitanze cronologiche (vengono insieme, in sequenza etc ma per effetto dello stesso disturbo "centrale").
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#77] dopo  
Utente 129XXX

DoTT Pacini e come devo fare x avere sta benedetta diagnosi????
Sto facendo uan via crucis da tre anni e nessuna diagnosi
Solo disturbi da somatizzazione.
FArmaci ai voglia ma nessun risultato
Mi viene spontaneo chiederla ma questi disturbi sono curabili oppure sto a perdere tempo e solo x trovare un paliativo in quando al primo prb comunque ricomparirebbe il tutto??
Poi le chiedo ste somatizzazioni sono collegate a che tipo di disturbi??
Per esempio io non mi sento depresso e quindi escludiamo la depressione fortunatamente se non e' allora la depressione che puo' essere!!!!!
POi sti disturbi mi vengono all'improvviso senza causea o fattori esterni
>Esempio stamane ho freddo respiro aria gelita e mi sento un senso di angoscia
Poi domani se DIo vuole non ho nulla
Come diavolo devo fare???
E ho 43 anni e che diavolo mi sta uccidendio sta patologia
Non ne posso ++++
E non mi manca nulla
Ho una famiglia un lavoro e che cacchio mi succede non lo so

[#78]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"disturbo di somatizzazione" è una diagnosi, disturbi (al plurale) no, somatizzazioni no, sono solo indicazioni di sintomi. Comunque, di solito si utilizzano farmaci sintomatici all'inizio e altri che agiscono più lentamente, per sospendere poi i primi.
Quindi non direi di angosciarsi per niente, è soltanto un problema di specificità delle terapie, lei riferiva alcune terapie possibili, ad ampio spettro per così dire, ma se non funzionano bene o per niente, è opportuno chiarire se si sta trattando un disturbo somatoforme (di somatizzazione), una ipocondria, un disturbo ossessivo, una depressione, etc., così si scelgono medicine precise a seconda della categoria. La diagnosi semplicemente è uno degli obiettivi delle visite, in genere si fa con la prima o con le prime visite.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#79] dopo  
Utente 129XXX

Dott Pacini io sono invece angosciato propio xche' non riesco a stare bene e non si capisce che cosa ho??
LA diagnosi finora nessuno me la fatta
Eppure sono andato da 3/4 psichiatri non e' che me ne sto con e mani nelle mani aspetando un miracolo
Oggi poi sempre stessa storia avverto freddo come se stessi senza maglia addosso fuori all'aperto.
E' ansia??? e somatizzazioni??? mi spieghi che diovolo puo' essere.
Avverto anchela lingua secca e aria fredda nello inspirare dal naso
Mi potrebbe spiegare o dirmi nella sua esperienza se ha mai avuto pazienti con disturbi somatiformi o di ansia che accusavano questi miei disturbi???
E poi le chiedevo gentilmente quanto tempo ci vuole x dire se DENIBAn sta facendo effetto oppure non sta facendo alcun effetto???
GRAZIE

[#80]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Chiunque ha avuto nella sua esperienza pazienti con disturbi somatoformi o di ansia.
Senza diagnosi si va un po' alla cieca.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#81] dopo  
Utente 129XXX

Dr Pacini lo so che senza diagnosi si va un po alla cieca
Ma poi e' vero che la diagnosi ha la sua importanza ma alla fine scusate non si usano sempe gli antidepressivi??
Adesso + o meno so 18 giorni che prendo deniban 50mg lo sempre preso da 3/4 di compressa x paura potesse farmi male
In effetti non e' che mi abbia fatto male a 3/4 di compressa ma neppure mi ha risolto i prb
Oggi poi mi sono convinto a prendere la compressa intera
Bene appena presa dopo qualche mezzora vertigini crampi fascicolazioni e la cervicale che mi faceva un male da morire con rigidita' dei muscoli
In + non reggo bene in piedi sembra come se le gambe vengono a mancare la forza ma nello stesso tempo avverto i tendini tesi e un po di bruciore
Ora possibile che io sia cosi' sensibile agli antidepressivi che solo l'aumentare dai 3 di compressa a 1 compressa intera abbia potuto scatenare di nuovo tutti questi sintomi????
Vorrei cercare di venire a capoi di questo mio disturbo e capire se e' solo ansia depressione, ipocondria panico, fobie insomma capire che cavolo e'
Fatto sta che quando iniziano le vertigini che iniziano contemporeaneamente con il dolore aLLA cervicale si scatena un miscuglio di altri disturbi
Tipo bruciore, fascicolazioni, mi sento giu' poi sento freddo dentro che parte a volte dalle gambe e sale all'oddome e petto, inspiro aria gelida dal naso( cosa stranissima) mi sento un cerchio alla testa e mi si ottura anche a volte il naso
Che roba e' questi disturbi nel campo psichiatrico???

[#82] dopo  
Utente 129XXX

Dimenticavo di chiedere se posso prendere delle gocce di microser o supposte di torecan x queste maledette vertigini nonostante stia prendendo deniban la mattina e liryca la sera
Non danno effetti collaterali l'associazione di questi farmaci???
Come lo stesso l'efferalgan e sempre deniban e liryca

[#83]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Ma poi e' vero che la diagnosi ha la sua importanza ma alla fine scusate non si usano sempe gli antidepressivi??"

no, e non sono tutti uguali.

Per il resto, mi sembra ancora non abbia assolutamente compreso il senso della diagnosi di somatizzazione, prima di tutto perché dice "è solo ansia", quindi per Lei ansia significa sostanzialmente un qualcosa che "non c'è". Stiamo parlando di tessuto nervoso, di cervello, quindi in che senso "solo" ansia, ansia è il sintomo, il problema è un problema cerebrale che si esprime anche con l'ansia, non sempre è la parte più eclatante.
Secondo: i sintomi non psichici possono essere prodotti da un disturboc he riguarda il sistema nervoso ? certo, detto così è naturale.

Comunque, siamo al punto di partenza perché non abbiamo una diagnosi. Le cose che lei elenca sono sintomi, la diagnosi identifica un disturbo con un meccanismo che tra loro lega le manifestazioni e si lega ad alcune cure note.

Se non procede con questo passaggio logico della diagnosi è inutile che continui a ragionare ulteriormente su questi sintomi che tornano e ritornano.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#84] dopo  
Utente 129XXX

Allora Dott PAcini ci siamo bloccati sulla diagnosi che purtroppo nn riesco ad avere pur essendo stato da 4 psichiatri.
Ora mi domando e dico che debbo fare????
E' realmente cosi' importante questa benedetta diagnosi??
Daltronte se non sbaglio ad elencarli i disturbi so questi :disturbi dell'umore (depressione, disturbo bipolare, distimia), disturbi d'ansia (disturbo da attacchi di panico, agorafobia, ansia generalizzata, fobia sociale e altre fobie specifiche, ansia da prestazione, disturbo post-traumatico da stress), disturbo ossessivo-compulsivo, disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia nervosa, binge-eating disorder o disturbo da abbuffata compulsiva)
I disturbi psichiatrici se non ho studiato male si dividono in distrubi dell'umore, dell'ansia e disturbo del comportamento alimentare
Quindi volendo escludere l'ultimo disturbo quale anoressia e bulimia colegato ai disturbi alimentari ci resta quello dell'umore e dell'ansia
Per l'ansia sto a prendere liryca da 75 per 5 mesi mattina e sera ma senza risultati adesso solo di sera ma la prendo tanto xche' me la detto lo psichiatra se no secondo me nn ha senso prenderla , tanto nn faceva nulla alla dose di 150mg figuriamoci a 75mg.
Per il disturbo dell'umore che poi comprende la depressione, disturbo bipolare, distimia ho provato con farmaci SSRI e so stato male amplificando il mio prb per il disturo bipolare non credo ne sia affetto xche' nn ho momenti di euforia e tristezza, x la distemia che sembra essere una depressione minore potremmo forse essere daccordo
Ebbene il DENIBAn e' utilizzato proprio x questo ma cmq ho come ieri un riacutizzarsi dei sintomi
Infatti con sto DENIBAN qualche disturbo non lo sentivo + ma appena io avverto le vertigini ecco ripresentarsi tutti i prb quali freddo mal di testa crampi fascicolazioni, e in piu' tanto che mi fa male la ervicale non posso neppure toccarmi dietro al collo che avverto un dolore profondo un po dietro l'orecchio destro
Ora se non ho detto stupidaggini io non vedo perche' e' essenziale questa diagnosi visto che poi basterebbe provare con altri farmaci e il gioco e' fatto
Tanto mi scusi stiamo sperimentando tanti farmaci e non ho avuto ancora benefici
L'unico che mi ha tolto qualche prb sembrerebbe il DENIBAN solo che ieri e l'altro ieri si sono ripresentati la signora " depressione o ANSIA " a rompermi le scatole

[#85]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il modo in cui ragiona sulle diagnosi è incomprensibile. Lei ha preso medicine per un qualcosa che non è definito, quindi diciamo che li abbia presi in riferimento ai sintomi, senza una diagnosi precisa. Non è che gli ssri servono per l'umore, servono per diverse di quelle diagnosi, per cui mi sembra faccia una gran confusione tra sintomo, disturbo e terapie che non fanno riferimento al disturbo e spesso sono identificate con una categoria commerciale tipo "antidepressivi" che non descrive la gamma delle loro indicazioni.

Mi chiede se la diagnosi è importante, direi che in medicina lo è. Perché 4 psichiatri non gliela abbiano fatta (oppure semplicemente comunicata) non ho idea.

A questo punto secondo me o accerta questo o il presente consulto non può darle alcuna informazione in più di quel che si è già detto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#86] dopo  
Utente 129XXX

E' a questo punto io nn so che dirle dott PACINI
LA diagnosi nn me la posso fa da solo , gli psichiatri nn so capaci e quindi io che faccio MUOIO di strani sintomi???
LEi e' lontano altrimenti sarebbe stato simpatico vedere se me l'avesse fatta lei la diagnosi
Io nn credo che 5 psichiatri siano tutte e 5 incompetenti
Credo che invece la diagnosi sia molto difficile
Non so che dirle
Se mi puo' aiutarein altri modi la ringrazio ma oltre quello che le ho gia' detto e spiegato io nn so proprio + a chi santo appellarmi
Se ci fosse ancora PADRE PIO anche lui secondo me avrebbe dovuto chiedere consiglio al PADRETERNO
Me so stufato di tutte ste complicazioni
Il guaio purtroppo lo tengo io e non ne posso +++

[#87]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

per le diagnosi difficili esistono categorie apposite. Certo che una diagnosi può essere difficile da formulare se non ci sono tutti gli elementi sott'occhio, ma in questo caso ce ne sarebbe una (su 4 o cinque psichiatri consultati), poi magari non è completa.

Capisco che a Lei interessi star bene, e non che nome ha questa sua condizione. Questo più che altro serve a poter far commenti sull'andamento delle cose, altrimenti rimaniamo su un terreno del tipo "il farmaco x è adatto per il sintomo y": ma i farmaci non sono stati provati genericamente per i sintomi, ma per quei sintomi nell'ambito di un disturbo con un decorso e dinamiche precise.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#88] dopo  
Utente 129XXX

Dott PAcini abbiamo scritto la bellezza secondo me di + di 40 replice ai miei messaggi
MA giriamo sempre intorno senza arrivare al dunque
Mi rendo conto che questo e' un servzio gratuito e che nn si possono fare diagnosi on line
MA almeno suggerimenti consigli penso che siano possibili??
Io sto sempre male e non ne posso proprio +++
Questo mi sta portando a deprimermi del tutto e non e' giusto
Sono anche padre di due figlie che devo cmq portare avanti nn posso permettermi di deprimermi
Quello che chiedo umilmente e' solo aiuto x risolvere il mio prb o almeno stare meglio
Non sto a chiedere la luna

[#89]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non c'è nessun DUNQUE a cui arrivare. Io ci sono già arrivato per quel che mi riguarda, non essendoci una diagnosi le ho detto di farsela o comunicare o chiedere un altro parere.
Le ho già detto chiaramente che questo consulto può considerarsi esaurito con i soli elementi a disposizione.

Non vedo in questa sede cosa altro dovremmo dire senza ripeterci.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it