Utente 189XXX
Buongiorno, da un po' di mesi avverto un fastidioso mal di testa ogni volta che compio uno sforzo, tossisco o starnutisco con violenza . Tutto è cominciato nella primavera scorsa, quando questi sintomi erano limitati al solo abbassare la testa (tipo per raccogliere qualcosa). la rsionanza magnetica senza contrasto dell'encefalo ha dato esito negativo, così l'ecodoppler.La vìsita oculistica per la pressione e fondo oculare ha rilevato una certa disomogeneità dell'umor vitreo giudicata nei limiti (ho 58 anni). La risonanza del tratto cervicale ha rilevato alcune alterazioni spondilosiche e una rettificazione del rachide giudicati dall'ortopedico non preoccupanti. Una precedente vista neurologica, in autunno, non ha trovato nulla da segnalare e ha ipotizzato somatizzazioni legate all'ansia, ma secondo me l'ansia era legata ai sintomi provati. Ho accettato comunque di assumere un antidepressivo (citalopram 10 gocce al giorno, lo assumo da due mesi): l'ansia è ora sotto controllo ma la sintomatologia non è cambiata. Voi cosa ne pensate? Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

potrebbe essere una cefalea da sforzo, questa è comunque soltanto un ipotesi. Il neurologo quale diagnosi ha fatto?
Il dolore quanto dura? E' pulsante o costrittivo-gravativo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 189XXX

Buonasera dottore
grazie per la sollecita risposta. Il neurologo propendeva per disturbi legati all'ansia depressiva, è stato lui a prescrivere il Citalopram. Il dolore dura alcuni secondi, la definizione "costrittivo-gravativo" mi sembra perfetta, soprattutto il termine "gravativo", nel senso che avverto chiaramente un senso di "peso" come se affluisse più sangue del normale alla testa, soprattutto quando l'abbasso.Lei quali ulteriori controlli o visite specialistiche mi consiglierebbe?
La ringrazio ancora!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile inquadrare il tipo del Suo dolore perchè la natura gravativa generalmente non dura pochi secondi.
Il dolore breve è tipico delle nevralgie che però non ha la caratteristica del "peso" ma in genere è a fitte, trafittivo. Potrebbe rivolgersi ad un centro cefalee per ulteriori approfondimenti.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 189XXX

Grazie dottore
lo farò certamente. Nell'attesa di avere un appuntamento vorrei però provare con alcune sedute di agopuntura o della massoterapia, anche perchè il mio "fastidio" sembra, in qualche modo, collegato alle contrazioni muscolari. Sia quando tossisco,sia quando faccio qualche movimento che mette in azione i muscoli della schiena e del collo. Scusi il linguaggio poco specifico, ma non so esprimermi meglio. Lei cosa ne pensa? Potrebbero essere più utili l'agopuntura o i massaggi?

Ancora grazie per l'attenzione!

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che l'agopuntura sia un'opzione praticabile ma deve rivolgersi a medici seri che la praticano da tempo (non gente improvvisata e soprattutto non medici!).
Sui massaggi non posso darLe un parere non conoscendo la Sua reale situazione.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 189XXX

Sono perfettamente d'accordo con Lei.
A Milano, dove abito, c'è un centro altamente specializzato in agopuntura ,mi rivolgerò a loro nell'attesa di una visita al centro cefalee.
Cordialità e buona domenica!

...e un augurio di buona salute a tutti coloro che leggeranno queste righe.