Utente
Gentile dottore,
qualche giorno fa, all'improvviso, ho accusato formicolio all'occhio sinistro: non riuscivo più a distinguere bene cose e persone e mi sembrava di avere tanti puntini dinanzi all'occhio. A questo disturbo, dopo circa una mezz'ora, si sono aggiunti torpore alla mano sinistra e sensazione di paralisi del lato sinistro della bocca. Mi trovavo in strada, era una delle prime giornate soleggiate e calde dopo l'inverno. Trovo utile segnalare la mia pressione è tendenzialmente bassa e che questi stessi sintomi si erano già presentati anni fa.
Tutto ciò è stato dovuto forse al cambio di stagione?
Ringrazio in anticipo per la Sua risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dopo l'episodio prescritto è subentrato mal di testa, anche di lieve entità?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Si dottore, dopo questo episodio è subentrato anche un po' di mal di testa e sensazione di "testa vuota".
Aggiungo che il formicolio all'occhio si è ripresentato anche qualche giorno dopo, ma è scomparso dopo poco e senza mal di testa. In questa occasione, come in quella precedente, mi sono aiutata con delle caramelle zuccherate....

Di che si tratta?
Grazie ancora per la Sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una delle ipotesi possibili è quella dell'emicrania con aura (sarebbe il problema visivo seguito dal torpore alla mano e la sensazione di paralisi all'arto). Quando invece non segue il mal di testa si parla di aura senza cefalea.
E' ovvio che questa è soltanto un'ipotesi, per una diagnosi corretta dovrebbe effettuare una visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie tante dottore.
Il problema non si è più ripresentato.
Ad ogni modo, mi consiglia di fare degli esami o non ne vale la pena?

Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

prima degli esami è opportuno effettuare la visita neurologica in quanto lo specialista Le potrà prescrivere esami mirati in base ai riscontri della visita, altrimenti si rischia di fare esami poco indicati e quindi di nessuna utilità.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro