Utente 176XXX
Gentili,
Sono ormai 2 mesi che soffro di continui mal di testa, alcuni giorni sembra attenuarsi per poi essere piu' forte nei giorni successivi. Il dolore non è particolarmente forte e mi permette di svolgere le attività quotidiane (a volte a fatica dovendo usare il computer tutto il giorno) pero' è persistente e spesso molto fastidioso.

La luce, il movimento fisico, i pasti non fanno ne aumentare ne diminuire il dolore. Il male è un paio di giorni da un lato della testa (per lo più tempia, poco sotto di essa verso la mandibola, dietro l'occhio, sopracciglio, fronte) e i giorni successivi dall'altro. Ho delle fitte che aumentano il dolore come ho già detto continuo. La notte dormo bene e non ho nausea ne vomito.
Non trovo analgesici che siano in grado di farmi passare il male, ho provato senza successo aulin e moment act..e sono rassegnata che quando mi sveglio con il mal di testa lo devo tenere fino a quando vado a letto.

Ho fatto una visita neurologica settimana scorsa e il professore mi ha consigliato di fare una TAC senza mdc, visita che sono in attesa di fare, convinto che non verrà riscontrato alcun problema.
Mi è stata quindi diagnosticata una cefalea che secondo il medico è da imputare a stress nonostante non mi senta assolutamente stressata o stanca fisicamente.

Sono un po scettica riguardo i disturbi da ansia dato che la mia ernia al disco era proprio stata scambiata per stress.
Dopo la TAC farò dei controlli allo Stomatologico per una panoramica ai denti, dei test dall'allergoloco causa sospetta intolleranza alimentare e un esame per scongiurare ernie al collo (nonostante non avverta dolori in quella zona)

Volevo chiedere un vostro parere a riguardo e eventuali ulteriori visite da fare. Quale potrebbe essere la causa di questo dolore persistente? Pensando al peggio, chiedo cisti e tumori danno sintomi simili?

Grazie,
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il termine cefalea è altamente generico e sarebbe come dire "mal di testa", pertanto ritengo che il medico che ha fatto questa diagnosi intendeva la cefalea di tipo tensivo. Il fatto che sia persistente e che non risponda ai comuni analgesici rafforzerebbe questa idea.
Non Le è stata prescritta alcuna terapia?
Non pensi a malattie importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 176XXX

Gentile Dr. Ferraloro,
Innanzitutto grazie per la risposta.
Il neurologo ha suggerito come terapia 5 gocce di Laroxyl prima di dormire. Al momento non ho ancora seguito il consiglio perchè vorrei avere i risultati della TAC (prenotata per sabato) e, ad essere sincera, ho visto brutti effetti di antidepressivi in famiglia di conseguenza sono molto cauta a riguardo.

Negli ultimi dieci giorni il dolore ha smesso di essere continuo si è trasformato in fitte che si concentrano sulla fronte e dietro l'occhio.
I colleghi mi hanno consigliato la Tachipirina, che ho sempre e solo preso come antipiretico, e con mia grande sorpresa mi ha tolto il dolore per quasi 1 giorno intero.

So che è pressochè impossibile fare una diagnosi online, ma secondo il Suo parere non potrebbe trattarsi di emicrania unita a cefalea tensiva?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Infatti è impossibile fare diagnosi on line. Teoricamente potrebbe essere una cefalea mista (emicranica e tensiva). Per quanto riguarda il laroxyl lo può assumere tranquillamente perchè il dosaggio è davvero basso (anche se spesso efficace per questo problema) e non congruo come antidepressivo.
Se vuole può farmi sapere l'esito della TC.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 176XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
ieri sera ho ritirato i risultati della TAC, qui riportati:

**
Normale ampiezza degli spazi liquorali alla base.
Non sono evidenti alterazioni di carattere espansivo in fossa cranica posteriore. IV ventricolo in asse, di norma ampiezza. Il sistema ventricolare sovra-tentoriale appare in asse, simmetrico, di normale ampiezza. Non sono evidenti alterazioni di carattere espansivo a sede sovra-tentoriale. Trofismo corticale conservato.
**

Mi sembra di capire sia tutto nella norma, mi corregga se sbaglio.
Volevo chiederLe se a Suo parere posso considerare valido questo esame nonostante sia piu' blando di una TAC con mdc o di una risonanza magnetica e quindi iniziare a fare altri controlli (allergie, ernie, denti) per cercare la causa di questi mal di testa.
Mi potrebbe consigliare qualche altro esame che secondo lei potrebbe spiegare le cause di questi dolori?

La ringrazio in anticipo.
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo che la TC cranica è perfettamente normale.
Circa le cause di una cefalea, non sempre è possibile evidenziarle, anzi la maggioranza delle cefalee viene definita "primaria", cioè non secondaria ad altri fattori.
Le consiglio di iniziare la terapia prescritta dal neurologo (meglio se con incrementi graduali fino ad arrivare alle 5 gocce prescritte).

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, quando si recherà a fare la visita all'Istituto Stomatologico, parli anche a loro dei suoi sintomi legati al mal di testa.

Potrebbe esserci una componente orale legata a malocclusione o bruxismo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Utente 176XXX

Gentile Dottor Formentelli,
in effetti ho sofferto di bruxismo forte fino a qualche anno fa e ho qualche problema inerente il palato stretto a causa del quale la mia dentatura è a forma di 'omega'. A quanto detto dal mio dentista la situazione non sarebbe modificabile neanche con l'apparecchio fisso. Non mi è stato detto niente riguardo una possibile malocclusione ma all'epoca della visita non mi erano ancora cresciuti i denti del giudizio (che da un anno a questa parte stanno uscendo molto lentamente).
Sarà mia premura comunicare tutto al momento della visita all'Ist. Stomatologico. La ringrazio molto per l'interessamento.

-

Gentile Dott. Ferraloro,
La ringrazio molto per la risposta. Procedero' con la terapia prescritta dal neurologo senza timore per il Laroxyl. Grazie per avermi seguita.