Utente
Gentile dottore,
le scrivo perchè la mia fidanzata, soffrendo di forti mal di testa quotidiani si è sottoposta a tac.
(i mal di testa sono cominciati circa un anno fa)
successivamente si è fatta visitare da un neurologo.
Il medico in questione le ha riscontrato la calcificazione di una ghiandola, dicendole che è una cosa che non crea nessun problema e che non è la causa dei suoi mal di testa.

Invece le ha diagnosticato una emicrania e di conseguenza le ha prescritto un medicinale (un antidepresivo in gocce di cui non ricordo il nome) che effettivamente nel giro di poco tempo le ha fatto passare il mal di testa che ad oggi dopo circa tre mesi si ripresenta solo sporadicamente e che passa da se senza l'ausilio di antidolorifici.

Oltre al mal di testa però devo aggiungere che la ragazza in questione spesso soffre di vertigini e giramenti di testa, il medico ha semplicemente detto che questo non dipende dalla testa.

Tendo a specificare che lei si è già sottoposta a visita da un otorino e che non ha trovato nulla di rilevante.

Devo anche aggiungere che la ragazza soffriva di epistassi e il medico le ha prescritto una cura per rinforzare i capillari, successivamente le epistassi sono sparite.

Adesso chiedo, sulla base di queste notizie, se le diagnosi dei medici possono essere considerate valide e se soprattutto la calcificazione di quella ghiandola è una cosa di poco conto che non crea sostanziali problemi.
Esiste una correlazione con tutti questi sintomi, o come ci ha detto il neurologo sono dovuti a cause indipendenti?
(tendo a specificare che nel febbraio prossimo la ragazza verrà sottoposta a risonanza magnetica).
Nella risonanza è possibile vedere cose che nella tac non si vedono affatto?

Le chiedo anche se a suo avviso bisognerebbe effettuare qualche altro esame o consultare medici di diversa specializzazione.

In attesa di una sua risposta le mando i miei più cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i medici che menziona hanno il grande vantaggio di avere visitato la Sua fidanzata e pertanto le loro opinioni sono certamente più attendibili di quelle nostre, a distanza. Per quanto riguarda la calcificazione, potrebbe essere la ghiandola pineale, se fosse questa, tale calcificazione generalmente è priva di significato clinico ed il neurologo l'ha valutata allo stesso modo per quanto riguarda la sintomatologia descritta.
Per le vertigini, escluse cause otorino, è corretta l'effettuazione di una RM encefalica che potrebbe dare delle informazioni maggiori rispetto alla TC.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,

grazie per la tempestiva risposta, se non vado errato la ghiandola in questione dovrebbe proprio essere la pineale dunque non dovrebbe causare preoccupazioni.

Invece quali informazioni potrebbe dare una RM diversamente da una TAC?
Da cosa potrebbero essere causate tali vertigini?
E comunque vorrei aggiungere che la ragazza in questione soffre anche di pressione bassa spesso anche molto bassa soprattutto quando fa caldo.

Grazie per la sua attenzione,

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM encefalica dà delle immagini più precise e più chiare rispetto ad una TC, qust'ultima invece è particolarmente indicata come esame di prima scelta, in urgenza, in caso di ischemie o emorragie cerebrali (ovviamente non è il caso della Sua fidanzata).
Anche la pressione bassa può essere una causa delle vertigini.
Per il resto le cause sono molteplici e non è questa la sede opportuna per elencarle.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro