Utente
Salve,
mi è stata diagnostica la sindrome del colon irritabile dal gastroenterologo, dopo tutte le analisi necessarie al caso( analisi del sangue, colonscopia,gastroscopia per trovare eventuale celiachia,ecc...).
I sintomi sono dolori alla pancia quasi sempre accompagnati da diarrea, quasi esclusivamente dopo i pasti principali.
Dato che non è possibile vivere una vita normale con questi sintomi, mi sono rivolto a un neurologo che mi ha prescritto:
Daparox da assumere metà compressa al giorno per la prima settimana e poi una intera;
E in concomitanza per il primo mese Valpinax , 20 gocce la mattina , 20 il pomeriggio e 20 la sera.

Il Valpinax aiuta sicuramente, da quando lo prendo non ho avuto più coliche, al massimo raramente pancia gonfia dopo i pasti. Ma è solo un sintomatico, quando smetterò che succederà? L'antidepressivo può curare la sindrome del colon irritabile?
Tutti i dottori ( non neurologi) mi hanno sempre detto che me la devo tenere, che non passa...è vero?
Aggiungo che non so se sono clinicamente depresso, ma se lo sono la causa è la colite, che mi ha reso impossibile la vita sociale e lavorativa.

Ringrazio anticipatamente per le risposte e il tempo dedicato.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"Tutti i dottori ( non neurologi) mi hanno sempre detto che me la devo tenere, che non passa...è vero?"

Mi sembra strana come indicazione, è una sindrome curabile. Tanto è vero che poi alla fine le è stata proposta una cura. Il fatto che si tratti di un antidepressivo non significa che abbia la depressione, gli antidepressivi hanno diversi usi tra cui questo. L'effetto si vede bene in un mese e poi oltre, il valpinax presumo sia stato dato per dare da subito un sollievo in attesa dell'effetto dell'altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr.Pacini, grazie per la risposta, mi da un po' di sollievo.

Intendevo che tutti i dottori, compreso il gastroenterologo che mi ha fatto tutti gli esami, mi hanno sempre detto che si può al massimo "tenere a bada", cioè curarne i sintomi ad esempio con degli antispastici, ma non debellarla definitivamente come se fosse una malattia.
E mi hanno anche detto che si possono fare dei cicli di questi farmaci, ad esempio Valpinax, ma non prenderli a vita, perché poi ci si abitua. Insomma mi hanno sempre detto che non si può curare definitivamente come si cura ad esempio un'infiammazione allo stomaco, perché in realtà dagli esami non è stato riscontrato niente che non va a livello "fisico".
Tralaltro non si sente spesso di gente che ne è uscita definitivamente, al massimo per un breve periodo, poi si ripresenta.
Tutto questo mi ha fatto arrivare alla disperazione. Vorrei solo sapere che esistono casi di persone affette da colon irritabile che sono guarite definitivamente con gli antidepressivi. Le ho provate tutte, non voglio che sia l'ennesima delusione...


[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La prognosi è variabile come tendenza della malattia a ripresentarsi o rimanere sopita, certo è vero che almeno nei primi anni alla sospensione della cura gradualmente i sintomi riprendono, ma questo sarebbe vero per la maggior parte delle malattie, psichiatriche e non psichiatriche.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"