Utente 250XXX
Salve,
Da circa un mese ho costantemente degli strani mal di testa con sensazione quasi di pressione sull'emisfero sinistro della testa e sul braccio sinistro, accompagnato da formicolii diffusi sempre su quel lato. I formicolii si concentrano soprattutto intorno all'occhio e alla tempia anche se negli ultimi giorni ho avuto a volte anche una sensazione di intorpidimento/formicolio intorno alle labbra, alle mani e ai piedi. Da quando ho questi disturbi ho difficoltà di concentrazione che anzi spesso mi causa un aumento dei sintomi. Non escludo che questo però potrebbe anche essere dovuto all'ansia derivatami da questa condizione che mi ha portato anche a qualche attacco di panico. Il medico mi ha dato un ciclo di antibiotici (Tiloxim) e uno spray per la sinusite sospettando che la causa sia questa correlandolo anche ad un forte raffreddore che ho avuto qualche giorno dopo il manifestarsi di questi sintomi, ma non ho avuto particolari miglioramenti. Tra l'altro soffrendo di sinusite da tempo non mi è sembrato un tipo di dolore assimilabile a quelli che ho di solito.Ho anche pensato che potesse avere a che fare con alcune cure dentistiche che ho sostenuto nell'ultimo periodo, tra i quali dei granulomi formatisi sotto un dente precedentemente devitalizzato, nonchè una forte sensibilità dentaria avuta qualche giorno prima della comparsa dei sintomi, ma il dentista dice che secondo lui non sono assolutamente sintomi correlabili.
Per completare il quadro clinico (anche se forse non ha a che fare con questi disturbi) aggiungo che ho effettuato analisi del sangue di routine appena un mese fa dai quali risultavano solo i valori dei basofili (1,9) e di omocisteina (27) elevati (quasi il doppio del limite), e che soffro di protusione discale lombare che mi provoca talvolta dolori alla schiena soprattutto quando sono in posizione di riposo (seduto/sdraiato). Secondo voi questi disturbi possono essere davvero dovuti alla sinusite? I disturbi potrebbero essere legati a qualche altro disturbo tra quelli elencati? Dovrei approfondire con un consulto neurologico?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione è poco probabile che la sintomatologia possa essere correlata a problemi sinusitici.
Con quale frequenza si manifesta la cefalea? I formicolii sono correlati alla cefalea, nel senso che la precedono, la seguono o coincidono? Quanto durano? Quanto dura e come regredisce la cefalea, con farmaci o spontaneamente?
Un approfondimento neurologico sarebbe opportuno, magari accompagnato da qualche esame diagnostico se lo specialista riterrà utile richiedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Salve Dottore,
Grazie per la risposta, i formicolii persistono durante tutto l'arco della giornata, mentre la cefalea dura solitamente qualche ora e non si manifesta tutti i giorni. La cefalea coincide nella maggior parte dei casi con un aumento dei formicolii. Finora solo un paio di volte è stato necessario utilizzare farmaci per ridurre la cefalea ed ho comunque usato un farmaco blando (paracetamolo). Credo che seguirò il suo consiglio riguardo all'approfondimento neurologico anche per tranquillizzarmi date le implicazioni ansiose che mi portano tali sintomi.
Grazie ancora,
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

infatti, la soluzione migliore è la visita neurologica.
Comunque non si faccia prendere dall'ansia e dalla paura, stia sereno.
Se vuole, può farmi sapere cosa Le dirà il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 250XXX

Salve Dottore,
alla fine ho fatto la visita neurologica data la persistenza dei sintomi per quanto nel tempo si siano un po' attenuati. Il responso è stato che la cosa più probabile è che abbia avuto un episodio emicranico con degli strascichi accentuati probabilmente anche da problemi cervicali. Mi ha consigliato di aspettare la scomparsa dei sintomi dato che stanno regredendo e di fargli sapere in caso di comparsa di ulteriori sintomi o mancata scomparsa di quelli correnti nei prossimi mesi, senza perciò prescrivermi ulteriori accertamenti dato l'esito negativo delle varie prove effettuate durante la visita.
Spero che effettivamente sia stato solo uno strano e brutto mal di testa e che i sintomi scompaiano da soli.
La ringrazio nuovamente per la consulenza.

Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Utente 250XXX

Salve Dottore,
Le volevo chiedere nuovamente consiglio, dopo più di un anno dalla comparsa dei sintomi infatti ho ancora il problema. Il formicolio (sempre di entità leggera) ora si concentra nella zona intorno all'occhio sinistro, dalla zona sopraccigliare alle labbra e talvolta (non spesso) svanisce.
In particolare da settembre/ottobre dello scorso anno, dopo una serie di questioni dentistiche (tra cui trattamento di granulomi e devitalizzazioni) ho avuto una netta diminuzione della sintomatologia, che però continua a persistere. Ho chiesto anche ai dentisti che mi hanno avuto in cura se ci fossero possibilità che il disturbo fosse indotto da problemi dentari ma mi hanno risposto negativamente.
Non ho più effettuato ulteriori viste neurologiche dopo quella dello scorso anno sia perchè mi ero tranquillizzato dal primo responso sia per questa parziale "remissione" dei sintomi.
Secondo lei dovrei provare a fare una seconda visita specialistica? La causa potrebbe originarsi da disturbi dentari/gnatologici?

La ringrazio anticipatamente perla sua cortesia ed il suo tempo,

Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le cause gnatologiche della cefalea che riferisce sono possibili ma i dentisti contattati lo hanno escluso.
Pertanto un secondo parere neurologico, dopo un anno, lo vedrei opportuno, magari un neurologo esperto in cefalee.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro