Sospetta cervicalgia

Buongiorno,
sono un ragazzo di 22 anni, sono alto 1.81 cm e peso 63 chili. Da un anno a questa parte soffro di alcuni disturbi. Provo dolore (simile a bruciore) e rigidità al collo; giramenti di testa, soprattutto quando ruoto la testa o porto il mento verso il torace; mi capita anche di soffrire di capogiri quando entro in ambienti molto grandi e luminosi, come i centri commerciali, oppure se rimango in piedi per molto tempo (mi è capitato di assistere ad una lezione in università in piedi per due ore e di provare un senso di vertigine). La cosa strana è che ho come la sensazione che la luce aumenti progressivamente. Di solito i capogiri sono accompagnati da tachicardia e ogni tanto (ma raramente) da nausea. Spesso provo dolore alla testa, che si irradia dalla nuca fino agli occhi.
Ho ipotizzato che fosse un problema cervicale perché i sintomi si presentano perlopiù mentre sto studiando (quando tendo a rimanere chinato sui libri per molto tempo) e la sera dopo cena (ipotizzando che possa essere per via della stanchezza). A volte però mi è capitato di sentire il collo rigido subito dopo essermi svegliato (attribuendolo ad una postura scorretta nel sonno - tendo a dormire in posizione "fetale"), e la sensazione di fastidio mi ha accompagnato per tutta la giornata. Passo molto tempo sui libri, o in università ma faccio un'ora di palestra al giorno (flessioni, piegamenti sulle braccia, pesi, eccetera). Mi rendo conto di assumere una posizione scorretta durante lo studio, perché ho sempre avuto la tendenza a stare con la testa reclinata sui libri, ma è una cosa che sto tentando di correggere.
La mia ipotesi che possa trattarsi di problemi cervicali è corretta? O meglio, credo che il dolore al collo sia sicuramente dovuto ad un problema di cervicale, così come i capogiri. Ma gli altri disturbi, come la sensazione che la luce nella stanza aumenti, la nausea, la tachicardia possono essere correlati?
Ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

l'ipotesi dell'origine cervicale del problema è certamente possibile. Infatti considerate le posture prolungate e a volte poco corrette è facile l'insorgenza di contratture muscolari. Inoltre anche la cefalea che riferisce potrebbe essere di tipo tensivo riconoscendo le stesse cause della cervicalgia.
Gli altri sintomi potrebbero anche essere di natura ansiosa.
Ne parli inizialmente col medico curante.

Buona domenica

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa