Utente 249XXX
salve Dottore, sono un ragazzo di 24 anni, soffro d'ansia e prendo anche ansiolitico e antidepressivo da molti anni, circa un anno fà (settembre scorso) ho iniziato ad avvertire un rumore durante la deglutizione tipo un clock di cartilagine, dopo un mese dalla nascita del sintomo ho deciso di andare da un otorino e la visita andò perfettamente, mi disse solo di fare con la calma un ecografia alla tiroide. A marzo passato questo clock era aumentato, il rumore era molto più forte, e in più quando bevevo mi scrocchiava la gola, allora andai dall'endocrinologo a fare un ecografia alla tiroide e risulto tutto perfetto, dicendomi che lo scricchiolio era dovuto dall'ansia che interagiva nei muscoli della deglutizione. Sono arrivato a giugno che il problema non si era ancora risolto, con in più questo scrocchio alla gola ogni qualvolta bevevo, e quindi feci un ecografia al collo da un ecografista, e anche lui mi disse che era tutto a posto, e che questo scrocchio è dovuto dall'ansia. Io dottore non sò come posso risolvere il problema, otorino endocrinologo e ecografista mi hanno detto che non c'è nulla, ma il problema sta aumentando piano piano senza fermarsi. Può essere qualcosa di grave dottore? può essere veramente l'ansia? come devo comportarmi e nel caso a chi mi devo rivolgere? La ringrazio anticipatamenete

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se tutti gli specialisti che l'hanno visitata hanno escluso problemi organici l'ipotesi psicosomatica è concreta. A mio avviso dovrebbe parlarne con lo psichiatra che La segue per un'eventuale rivalutazione terapeutica. Infatti una modifica della terapia potrebbe essere la giusta soluzione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 249XXX

dottore, la ringrazio per la risposta, purtroppo il mio porblema va aumentando piano piano, l'unico specialista che non ho ancora sentito è il gastroenterologo, potrebbe essermi d'aiuto? in più dopo un anno e tre mesi, se fosse stato qualcosa di importante non avrei avuto anche altri sintomi? la ringrazio in anticipo.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dopo tutte le visite e gli esami diagnostici effettuati, il gastroenterologo potrebbe avere un'utilità qualora faccia un'esofagogastroscopia. L'esame potrebbe esere utile.
E' andato dallo psichiatra che La segue?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 249XXX

Sono stato dallo psichiatra, e mi ha detto che non crede sia un fattore psicologico, perchè se io deglutisco con il collo girato verso la mia destra non sento il sintomo, mentre se deglutisco con il collo dritto o verso la sinistra si crea il problema, quindi una cosa più meccanica. Il fatto che un pò mi preoccupa, è che questo fastidio è andato sempre aumentando in maniera costante, partendo da un piccolo rumorino quando deglutivo solo saliva, a uno scricchiolio durante la deglutizione di liquidi, poi anche con i solidi per arrivare fino ad ora con uno scrocchio della cartilagine anche nella semplice deglutizione, ho effettuato un'ecografia al collo che è andata pefettamente, ma sono preoccupato perchè non sò a cosa mi porterà questo problema! Lei dottore può dirmi se creda che sia qualcosa di grave? Scusi la mia insistenza, ma mi trovo in una situazione molto particolare! Grazie

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

rileggendo il consulto mi pare che manchi anche una visita neurologica, se non è stata effettuata sarebbe anche molto indicata. Poi sarà il neurologo a consigliarle eventuali accertamenti mirati, se ritenuti opportuni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 249XXX

Infatti dottore dal neurologo non sono mai andato, ora mi affiderò a lui, le chiedo un'ultima cosa, ho letto che il coflitto delle catilagini può essere dovuto anche da un diverticolo esofageo, ma dal momento che il problema non si presenta se deglutisco con il collo rivolto verso destra, può far cadere l'ipotesi? quetsa è l'ultima domanda che le pongo. La ringrazio per l'estrema gentilezza e disponibilità. Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe starci come ipotesi ma resta sempre da essere studiata mediante esofagoscopia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 249XXX

dottore, ho fissato l'appuntamento come da lei consigliato da un neurologo della mia provincia, dal momento che l'appuntamento và a finire dopo le vacanze e io sono molto ansioso, volevo chiederle se la sintomatologia che ho può riguardare una patologia importante, o se può essere collegabile anche a patologie tranquille. grazie mille dottore

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, la sintomatologia può essere associata a problemi non importanti, stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro