Paura parkinson

Salve
sono un ragazzo di 24 anni, sono ipocondriaco e ansioso e ho da tempo alcuni sintomi che mi fanno stare in angoscia e depresso.
-da circa 2 anni ho problemi vescicali, ho fatto esami urologici che hanno escluso infezioni e ostruzioni dell'uretra e problemi alla prostata e alla vescica. Urino molto spesso e con un getto breve e debole, come se non riuscissi a svuotare la vescica.
- da circa un anno mi sono reso conto di avere tremori, fascicolazioni e pulsazioni in tutto il corpo (mani, schiena, collo, piedi, mascella, testa) e negli ultimi tempi si sono molto accentuati. ho fatto 3 visite neurologiche , 2 tac , un elettroencefalogramma e una risonanza magnetica al cervello senza contrasto , tutte negative.
- da circa 2 mesi ho impulsi interni nella testa che si espandono al corpo con spasmi, soprattutto alle spalle e alle gambe , quando chiudo gli occhi.
- il 3 novembre e il 3 dicembre ho perso i sensi , ho fatto il tilt test e mi è stata diagnosticata la sincope vasovagale (la mia paura è che si tratti invece di ipotensione ortostatica , causata dalla malattia di parkinson).
Ho intenzione di fare un'altra visita neurologica da un esperto di malattia di parkinson, lei cosa ne pensa dei miei sintomi, c'è qualche speranza che non si tratti di questa patologia?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

c'è più di una speranza che non siamo di fronte alla malattia di Parkinson, ad iniziare dall'età.
Inoltre l'ipotesione ortostatica nel Parkinson insorge tipicamente nelle fasi avanzate della malattia.
Altro elemento fondamentale è l'esclusione della malattia da parte di tre neurologi!
A tal riguardo cosa Le hanno detto i neurologi che l'hanno visitata? Quale orientamento diagnostico è stato avanzato?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non sono andato da 3 neurologi, sono andato 3 volte dallo stesso, però non mi fido molto perchè era convinto fossero problemi dovuti all'ansia , tanto che non mi ha neanche guardato le mani. mi ha pescritto lorans, efexor e serenase, che ho interrotto da poco. non so se era solo una mia impressione, ma sembrerebbe che da quando ho iniziato a prendere il lorans, i tremori fossero diminuiti.
(ho rimandato il consulto con un altro account perchè vedevo che questo non veniva inviato)
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

l'origine ansiosa del tremore è possibile ma se per Lei è tranquillizzante sentire un altro neurologo nulla vieta di effettuare un'altra visita neurologica.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
ho fatto ieri la visita neurologica da un altro neurologo e nel referto ha scritto "è venuto a visita perchè convinto di avere il parkinson ma in realtà non ha niente di neurologico. l'esame neurologico è normale, non ci sono segni specifici, il tremore che presenta è un aumento del tremore fisiologico e i guizzi che riferisce sono miochimie, anche questo fisiologico. è invece presente un disordine psichiatrico molto complesso, costituito da disordine somatoforme tipo somatizzazione indifferenziata, assi con attacchi di panico e delirio somatico."
L'esame neurologico negativo esclude ogni tipo di malattia neurologica o si fa un esame specifico su determinate malattie sospette?
Ho notato che in questa visita mancavano alcuni passaggi che erano presenti in quelle che ho fatto col primo neurologo (ad esempio il movimento indice-naso o il controllo dei riflessi col martello). Queste mancanze sono accettabili o in un esame corretto devo essere presenti?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Utente,

una visita neurologica si fa generalmente in maniera completa, a prescindere da ciò che riferisce il paziente e dal motivo della visita stessa.
Poi si approfondisce sulla ricerca di segni per una determinata categoria di patologie in base al racconto del paziente.
Se alla visita neurologica è stato tralasciato lo studio dei riflessi e di qualche altra prova l'esame neurologico non è completo e fa pensare che lo specialista abbia indagato soltanto ciò che era stato richiesto, in questo caso i segni di parkinsonismo.
Considerata la conclusione diagnostica adesso lo specialista di riferimento è lo psichiatra.

Cordialità

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio