Utente 289XXX
Salve,
premetto che ho scritto in neurologia perchè non sapevo bene a chi rivolgermi. In ogni caso spiego la mia situazione. Circa un mesetto fa sentivo il mio anulare sinistro come indolenzito. Il fenomeno scompariva e ricompariva a intervalli di uno o due giorni. Intanto ho avuto una brutta bronchite e il mio medico mi ha prescritto un antibiotico, lo Zinnat da prendere ogni 12 ore per 6 giorni. Un paio di giorni dopo aver preso l'antibiotico il dolore si è ripresentato e il giorno dopo è scomparso lasciandomi per tutto il braccio una sensazione di punture da spillo sul braccio inizialmente e che poi si sono diffuse anzhe sul resto degli arti. Ieri le ho avute per tutta la giornata. Oggi meno intense ma comunque presenti. Ho spiegato il fatto di aver preso l'antibiotico nel caso in cui questa sensazione fosse legata ad un effetto collaterale (Ho letto che gli antibiotici possono provocare parestesie) o se invece il formicolio possa essere legato al dolore al dito.
Questa sensazione di "aghi" è abbastanza fastidiosa. Sottolineo anche che sono in fase premestruale se può servire a qualcosa.
Vorrei sapere cosa ne pensate e se ho fatto bene a prenotare una visita dall'ortopedico o se dovrei invece rivolgermi a un neurologo come ho pensato di fare qui solamente adesso.
Grazie mille,
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la visita neurologica la riterrei opportuna per avere una valutazione diretta del problema. Poi il neurologo, in base ai riscontri della visita, potrebbe richiedere, se lo ritenesse utile, esami diagnostici mirati, per es. un'EMG o qualche esame per indagare la colonna cervicale o l'encefalo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 289XXX

grazie mille per il consiglio.

La prenoterò il prima possibile e le farò sapere.

Un saluto cordiale

[#3] dopo  
Utente 289XXX

Gentile dottore,
mentre aspetto una visita dal neurologo, vorrei chiederle un'ulteriore informazione. È possibile che questa sensazione che sta via via scemando sia stata provocata dall'antibiotico che ho preso per sei giorni? Ho letto che gli antibiotici possono provocare carenza di vitamina B e questa mancanza può avere come effetto questa sorta di formicolio. È vero? Per sicurezza venerdì ho le analisi del sangue per accertarlo.
La ringrazio anticipatamente.

Saluti cordiali

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe essere possibile un effetto collaterale dell'antibiotico ma ovviamente non possiamo sapere nel Suo caso specifico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 289XXX

Salve dottore,
giovedì ho fatto una visita dal neurologo (con prove della sensibilità, equilibrio ecc) ma mi ha detto che non ho nulla di cui preoccuparmi.
Questa sensazione è sempre minore anche se ieri ho avuto soprattutto la parte destra del corpo in questo stato e la parte destra del collo un pò tesa. Non ho dolore ma tensione ma con questa sensazione di aghi (sempre minore). Il mio medico di base mi ha detto che potrebbe essere un pò di cervicale e di aspettare un'altra settimana d'osservazione e poi nel caso prenotare una tac o una risonanza. Ma possibile che una cervicale si faccia sentire fino alle gambe?
Non le ho detto che una volta alla settimana faccio Yoga e che le ultime due volte abbiamo fatto degli esercizi molto difficili. Potrebbe essere possibile che abbia fatto degli strani movimenti con la colonna vertebrale che mi abbiano provocato tutto questo? Lei cosa mi consiglia di fare? Intanto per questa settimana eviterò di andare a yoga.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il neurologo quale diagnosi ha fatto? Non ha consigliato nessun esame diagnostico?

Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 289XXX

Grazie per la risposta veloce dottore. Il neurologo mi ha detto che non era niente di neurologico, semplicemente questo. Mi ha detto che questa sensazione di "aghi " poteva derivare da ansia. Ma visto che ora è una settimana che continua, sono ritornata dal mio medico di base che ha escluso questa ipotesi. Dunque lei esclude che sia qualcosa di "ortopedico"?

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non si può escludere nulla, nell'ipotesi, come mi diceva, che il Suo medico voglia prescrivere una TC o una RM, Le consiglierei quest'ultima, sia encefalica che midollare ma questo lo stabilirà il medico curante.

Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 289XXX

Buongiorno dottore,
stamattina nel letto ho fatto un movimento per stirarmi e ho sentito un "clack" e un forte dolore al collo nella parte sinistra. Non riuscivo a muovermi e sono andata in ospedale. Mi hanno diagnosticato una contrattura cervicale e dato un trattamento per una settimana. Il medico mi ha detto che la sensazione di formicolio ( che ho senza addormentamento) alle gambe può essere dovuta ad un problema alle vertebre dovuto a dei cattivi esercizi che ho fatto a yoga. Diciamo che hanno tutti escluso il componente neurologico. Vorrei sapere la sua opinione, grazie.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i colleghi che hanno escluso una componente neurologica centrale hanno l'indubbio vantaggio di averLa visitata, per cui i loro pareri sono senz'altro attendibili.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 289XXX

Gentile Dr Ferraloro,
le scrivo dopo praticamente un mese in cui i sintomi non sono passati. Dopo aver terminato il trattamento della contrattura con antinfiammatorio e rilassante muscolare, mi è anche cominciata , soprattutto al mattino, una sorta di sensazione di instabilità e di sbandamento. Non sono vere e proprie vertegini ma mi sento come camminare sulle nuvole, è molto difficile da spiegare. All'inizio si pensava fosse dovuto al forte rilassante che avevo preso, ma dopo un mese è stato escluso. Nel frattempo sono stata da un otorino che mi ha trovato tutto perfetto e nella norma a parte la mandibola e i denti del giudizio che devo togliere; da un ortopedico che non mi ha notato niente di particolarmente allarmante e nuovamente da un neurologo che non ha notato nulla ma mi ha fatto fare una TAC alla testa dalla quale è risulatato tutto perfetto. Sia il neurologo che l'ortopedico mi hanno richiesto una risonanza sia del tratto cervicale (cranio e collo) sia del tratto lombare (colonna-rachide lombare) che farò tra due giorni. In realtà il neurologo mi ha detto che sarebbe stato sufficiente senza contrasto ma, sotto la mia insistenza, me l'ha richiesta con contrasto. Ultimamente sono diventata molto ansiosa dato che non si riesce a capire la causa e ho paura di malattie neurologiche gravi. La mia domanda è capire se un problema neurologico può anche essere rilevato da una risonanza senza contrasto. La ringrazio anticipatamente.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche una RM senza mezzo di contrasto è in grado di rilevare alterazioni neurologiche. In alcuni casi il neuroradiologo chiede un ulteriore approfondimento con mezzo di contrasto quando evidenzia delle alterazioni degne di nota.
Se Le hanno riscontrato problemi alla mandibola sarebbe opportuno che si rivolgesse ad uno gnatologo per una valutazione diretta del caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 289XXX

Gentile dottore,
dopo un pò di tempo le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione.
La risonanza magnetica è risultata negativa. Le riporto qui i risultati brevemente:
Risonanza magnetica celebrale: non si riscontra alcuna anomalia.
Risonanza magnetica rachide cervicale: nessuna anomalia riscontrata. La lordosi è conservata. Midollo cervicale e unione craneo-cervicale nella norma. Non è presente alcuna anomalia del contorno dei dischi nè cambiamenti cervicoartrosici, avendo il canale conservato il suo diametro.
Risonanza magnetica rachide lombare:
Scoliosi lombare destro-convessa. Non sono presenti segni di disrafismo spinale. Cono midollare in posizione normale. Il canale conserva il suo diametro a livello lombare. La lordosi fisiologica è conservata. Non si riscontra alterazione del contorno dei dischi nè artropatia.
Senza nessun altro segno riscontrabile.

La risonanza è stata effettuata senza contrasto perchè il neuroradiologo non ha ritenuto opportuno ripeterla con il contrasto.

Per quanto riguarad i sintomi, ho preso un pò di magnesio e vitamina B e non ho più avuto parestesie alle gambe, anche se quando sono molto tempo seduta o in piedi mi fa molto male la parte bassa della schiena, nella zona lombare.
Il mio problema continua ad essere il collo. Se lo piego all'indietro provo dolore, ho spesso vertigini soprattutto la mattina e a volte senso di nausea. Spesso mi sveglio con un braccio addormentato, mi pulsano le orecchie, anche se dopo un'accurata visita dall'otorino non ho riscontrato alcun sintomo di quel tipo.
Le chiedo: posso dunque escludere patologie gravi?
Crede che nonostante non sia uscito nulla di rilevante dalla risonanza possa comunque avere dei problemi a luvello cervicale magari dvuto a una cattiva postura da sveglia e nel sonno?
In ogni caso seguirò il suo consiglio e andrò anche da uno gnatologo.
Intanto sto facendo un pò di fisioterapia...Crede che mi possa far bene?
Un saluto e grazie per la disponibilità.

Ps chiedo scusa se alcuni termini della risonanza possano sembrare insoliti o non precisi, ma vivo all'estero e sono stati tradotti.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con la RM encefalica e midollare nella norma può escludere patologie importanti, quelle che Lei teme. La fisioterapia Le potrebbe essere molto utile. Condivido la visita gnatologica.
Qualora la sintomatologia dovesse persistere anche il fisiatra potrebbe diventare una figura di riferimento.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 289XXX

Salve dottore,
grazie in ritardo per i suoi consigli.
La prossima settimana mi visiterà uno gnatologo perchè il mio dentista mi ha detto che vuole far vedere la situazione mandibolare anche a lui. In più toglierò i denti del giudizio perchè sono usciti storti e mi hanno infiammato alcune ghiandole.
In ogni caso questi sintomi da me sopra descritti non passano. Quando sono troppo tempo seduta la coscia e il gluteo destro si addormentano e mi parte un dolore lungo la gamba (tipo sciatalgia). A volte ho anche dei guizzi (sempre quando sono a riposo) alla gamba destra specialmenrte ma un pò ovunque in generale, anche alle braccia. Il collo mi fa male se muovo la testa all'indietro e specialmente la sera a volte questo doloretto si riflette sulle braccia o sulle dita. A volte ho vertigini sempre soggettive come da "cervicale". Faccio una vita molto sedentaria purtroppo. Dunque, avendo fatto visite da numerosi medici, analisi del sangue buone, una risonanza encefalo e midollo dalla quale di anomalo è uscito solo una scoliosi, lei ritiene che potrebbe essere anche lo stile di vita che mi ha portato a tale situazione? Un fisiatra che tipo di medico è? potrebbe aiutarmi a sentirmi meglio?
In ogni caso il prossimo mese ho appuntamento con neurologo e ortopedico per fargli vedere i risultati della risonanza.
Grazie sempre
saluti cordiali.

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il fisiatra è un medico specializzato che si interessa prevalentemente di problemi osteo-articolari, muscolo-scheletrici (scoliosi, dolori alla colonna vertebrale, ecc.).
A mio avviso potrebbe essere indicato per i Suoi problemi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 289XXX

grazie mille dottore per i preziosi consigli,
un saluto cordiale

[#18] dopo  
Utente 289XXX

Salve dottore,

vorrei aggiornarla sulla mia situazione.

Nel frattempo ho visto un dentista, uno gnatologo, ho tolto due denti del giudizio, ho fatto un'ecografia alla tiroide con relative analisi, altre analisi del sangue e un'altra visita da un altro neurologo perchè ho cominciato a soffrire di piccole fascicolazioni ormai da mesi, ma mi ha detto che non c'è nulla di cui debba preoccuparmi.
Tutte le analisi sono nella norma. Sempre da vari mesi, ormai, come forse già le ho scritto, il dolore sordo nel collo e soprattutto nella scapola sinistra al tatto è abbastanza fastidioso. Spesso scende lungo il braccio e arriva all'anulare, che, quando e solo quando è in tensione, vibra un pochettino, idem il pollice, soprattutto quando tengo in mano (sinistra) un oggetto di piccole dimensioni.
Lei crede si possa trattare di cervicobrachialgia? anche questi doloretti al dito e piccoli tremori in tensione?
La visita dal fisiatra ancora devo farla...Come può immaginare con la sanità pubblica è lunga l'attesa. Crede che debba andare anche da un ortopedico?
La ringrazio tantissimo.

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento.
Quindi mi pare che visita gnatologica e neurologica abbiano avuto esito negativo. Una cervicobrachialgia è possibile ma il lieve tremore del dito in tensione non ha questa origine, ci sono alcuni soggetti che presentano questa manifestazione senza dovere necessariamente considerarla patologica.
Faccia la visita fisiatrica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 289XXX

Grazie a lei dottore per la disponibilità.

Le varie visite neurologiche con addetta risonanza, come le ho scritto anche in passato hanno avuto esito negativo. La visita dal fisiatra ce l'ho il giorno 2.
Il mio medico generale mi disse che io avevo una lassità muscolare soprattutto nelle braccia e nelle mani molto accentuata. Potrebbe dipendere anche da questo? La cosa strana è che il pollice e l'anulare della mano sinistra le sento abbastanza deboli, come se si riflettesse il dolore sordo che sento nella scapola e nelle braccia e nel collo, che spesso è molto fastidioso. Le fascicolazioni le ho ogni tanto un pò ovunque, anche nel pollice, sono come pulsazioni. I neurologi mi dissero che erano benigne perchè non associate e nessuna perdita di sensibilità nè di movimento nè di forza, è vero?

A volte entro in ansia perchè quando sento queste pulsazioni o tremori penso anche al morbo di Parkinson. Sono purtroppo molto ossessionata con le malattie. Credo che comunque mi serva un consulto psicologico.

Grazie in anticipo.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti un supporto psicologico sarebbe indicato.
Per quanto riguarda le fascicolazioni, in linea di massima ciò che Le ha detto il medico è corretto.
Vedremo la valutazione fisiatrica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro