Utente cancellato
Buonasera
sono un ragazzo di 28 anni
ho avuto un malore a seguito di un utilizzo di sostanze stupefacenti ( ecstasy , ketamina speed ) lo scorso novembre .
da quel momento avverto un male alla testa continuo notte e giorno , rigidità muscolare , tremore .
ho effettuato numerosi esami e visite specialistiche risultate tutte nella norma .
Sono stato in cura quindi da uno psichiatra mi è stato detto che è un disturbo ossessivo e sono stato trattato con anafranil abilify , valium akineton cymbalta ,laroxil senza ottenere alcun risultato .
a seguito di un nuovo controllo neurologico mi sono stati levati tutti i farmaci .
Cerco di fare una vita normale , esco vedo amici e l'umore e buono .
Il mio problema è questo mal di testa ben localizzato che non mi da pace sia la notte che il giorno . La notte soprattutto come chiudo gli occhi dopo qualche ora mi sveglio con questo dolore molto intenso alla testa . ho provato numerosi antidolorifici senza nessun risutato .
Volevo dire che quando ho avuto il malore mesi fa ho sentito una forte fitta alla tempia destra seguita da una scossa che mi ha percorso il corpo intero .
il dolore che sento adesso lo localizzo proprio in quel punto e alla base del collo .
E' presente ormai da quasi 9 mesi e sinceramente non so piu cosa pensare .
grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è stato da un neurologo esperto in cefalee per avere una diagnosi precisa ed una terapia di prevenzione?
Quali esami diagnostici ha effettuato?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

La ringrazio per la celere risposta , ho effettuato i seguenti esami diagnostici : Risonanza magnetica encefalo con e senza mezzo di contrasto , rmn tratto cervicale , EEG, ECG, elettromiografia ed elettroneurografia , esami del sangue completi . A questo si aggiungno i consulti neurologici risulati tutti negativi . Durante l ultima visita neurologica ( 20 giorni fa ) il neurologo non ha dato molta importanza a questo mio disturbo dicendomi che molta gente ne soffre e non c è una causa , ma che non ci sono segni che facciano pensare ad una malattia in atto .
Quello che ci tengo a precisare che non ho mai sofferrto di cefalea precedentemente e che questo dolore è presente da quasi 9 mesi ormai.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nessun neurologo ha avanzato un orientamento diagnostico? Mai nessuna terapia preventiva?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

No , in quanto le visite sono risultate negative , e quindi non cè secondo i neurologi l' indicazione a procedere con altri accertamenti ( ad esempio la pet).
Per 8 mesi sono stato trattato come se il mio problema fosse di natura psicologico senza di fatto alcun risultato , continuo ad avere questo dolore alla testa e forte rigidità con scosse lungo gli arti .
Come diagnosi hanno ipotizzato un disturbo post traumatico da stress .

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

avere una diagnosi non significa dovere fare accertamenti, in linea di massima quando la visita neurologica è negativa e si riesce ad avere un orientamento diagnostico non si procede con ulteriori esami.
Le dico pure che nelle cefalee primarie, che sono la stragrande maggioranza, alla visita neurologica non si riscontra nessuna alterazione.
Che facciamo allora? Diciamo al paziente <<non ha nulla, può andare>>? E si tiene la sua bella cefalea?
No! Si fa diagnosi del tipo di cefalea e si prescrive una terapia che può essere sintomatica o di prevenzione secondo le modalità d'insorgenza e la durata del dolore.

<<Per 8 mesi sono stato trattato come se il mio problema fosse di natura psicologico senza di fatto alcun risultato>> trattato come, con farmaci? Quali?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Il tutto è successo a Novembre dopo uno scellerato mix di sostanze stupefacenti stupefacenti .
Fatti i primi accertamenti e la prima consulenza neurologica sono stato indirizzato da uno psichiatra . Ho assunto daparox e lexotan per circa 2 mesi , dopodiche il daparox mi è stao sustituito con l entact e il lexotan con lo xanax .
Io lamentavo sempre gli stessi problemi ( rigidità dietro al collo dolore articolare alla spalla destra e gambe deboli oltre al male alla testa come da compressione ) mi è stato ripetuto che il problema era psicologico , è stato sostituito lo xanax con il laroxil ed aggiunto lo zyprexa ma ciononostante la situazione non è mutata .
nel mese di giungo sono stato un mese ricoverato presso una clinica , dove una volta visto da un neurologo che ha escluso segni extrapiramidali mi è stata data una terapia con cymbalta 60 mg akineton valium anafranil e abylify e dimesso con una diagnosi di disturbo ossessivo compulsivo .
Miglioramenti non ne ho avuti cosi mi sono rivolto ad un altro neurologo il quale dopo avermi visitato ed escluso patologie mi ha consigliato di eliminare i farmaci e mi ha detto che il mio è un disturbo da stress post traumatico e che il tempo farà passare il tutto .
Io ho eliminato tutti i farmaci e non vedo cambiamenti nel mio stato di salute .
Ci tengo a precisare che in tutta questa storia io non ho mai sofferto di attacchi di ansia depressione , il mio umore è buono ,esco cerco di fare il piu possibile però questo dolore e senzo di malessere persiste e dopo 9 mesi vorrei capire , o per lo meno essere orientato su qualcosa .

grazie

[#7] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Ci tenevo anche a dirle che avverto come un nervosismo alle gambe che di fatto non riesco a tenere ferme quando sono sdraiato , e che per esempio quando guido e ho il piede sull' acceleratore la gamba mi trema in maniera involontaria , a questo si aggiunge un dolore strano alla base del collo che non riesco bene a definire .
Potrebbe trattarsi di parkinson ?

grazie

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione non vedo sintomi parkinsoniani, ovviamente deve farsi valutare direttamente da un neurologo ma per quello che scrive lo escluderei.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Grazie per la risposta immediata , effettivamente i neurologi che mi hanno visitato l hanno escluso ... dicendomi tra latro che riconoscono un individuo affetto da parkinson già quando entrano nel loro studio .
Quello che volevo chiederle , lo psichiatra che mi ha seguito visto che la cura farmacologica non ha dato effetti vuole farmi fare una spect a settembre . ecco vorrei sapere per quale motivo , nel senso per cercare cosa secondo lei ?

grazie

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non posso sapere cosa cerchi lo psichiatra mediante la Spect, dovrebbe chiederlo a lui.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottore

ma in genere per che cosa viene fatto l'esame ?
io veramente sono in difficoltà sono 9 mesi che convivo con questi sintomi e nessuno sa darmi una risposta .
Mi dicono che va tutto bene ma non è cosi , ho questo dolore costante , questa rigidità , questo senso di perdere l equilibrio , i dolori nel sonno , sono stato visto da numerosi specialisti e il problema non è risolto . Ansia non ne ho , quindi non so proprio .

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le indicazioni della spect sono diverse, non posso sapere il motivo per cui è stata richiesta. E poi senza una visita diretta non è possibile darLe altre risposte.
Consideri però elementi positivi le visite neurologiche nella norma.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Un ultima domanda , il malore è successo il 18 di Novembre da quel momento avverto una sensazione strana alla nuca alla base , rutando il capo avverto come una sorta di resistenza , come se avessi del liquido all interno per intenderci e non mi è mai passato : Ho effwettuato anche una rm cervicale che non ha evidenziato nulla di patologico .
Ecco questa è una cosa molto invalidante alla quale non riesco a dare una spiegazione , i medici mi hanno risposto " hai fatto la risonanza non hai nulla " ma il problema persiste ho dolore sento come tirare .
Di cosa può trattarsi ?

grazie

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche una contrattura muscolare potrebbe essere presa in considerazione, per es., considerato che la RM cervicale è risultata nella norma.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

IL dolore è costante dal giorno del malore durante il quale ho avvertito una scossa percorrermi il corpo dal basso fino alla testa , e da quel momento questa strana sensazione al livello cervicale come ripeto di un liquido di qualcosa che fa resistenza nel girare la testa , in oltre se ad esempio indosso un cappello sento una forte compressione come se si schiacciasse qualcosa sempre in quel punto .
Ho effettuato delle sedute di fisioterapia , ma nulla è cambiato e soprattutto la notte ho un forte dolore .

grazie

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se nessuno specialista che l'ha visitata ha riscontrato nulla, pensi noi on line che siamo al buio. A questo punto non resta che la via psicosomatica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

A questo punto che dire , magari fosse cosi , anche se ripeto dopo 9 mesi in cui la situazione non è migliorata , non so cosa aspettarmi , mi sembra strano però questo dolore costante molto forte e localizzato , e questo senso di perdita di sensibilità agli arti .

[#18] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Scusi se riscrivo ma purtroppo la situazione è in peggioramento .
Avverto come delle punture di spillo e dei formicolii alle gambe sento la continua necessità di muoverle soprattutto la notte .
Avverto una rigidità alla mani e alle braccia , la notte sento dolore . ho delle fascicolazioni visibili , le ho fatte vedere a mio padre si muovono da soli i muscoli . Mi sento rallentato nel muovermi , nel camminare .
A questo si aggiunge questo senzo di dolore /intorpidimentodietro al collo , oltre a questo dolore alla testa . Il tutto peggiora durante il sonno. In oltre ho problemi di stomaco .
Non so a chi rivolgermi più, ho effettuato una visita neurologica un mese fa e mi stato detto che non ho nulla e si tratta di stress post traumatico , ma io sono sicuro che non sia cosi che qualcosa ci sia , sono sempre stato bene fino a quando ho avuto quella presincope nel mese di Novembre scorso .

grazie

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con le visite neurologiche negative non saprei cosa consigliarLe, la diagnosi che è stata fatta è compatibile con la sintomatologia riferita. Se i neurologi non hanno riscontrato nulla alla vista diretta non è possibile a distanza ipotizzare altre condizioni. In base alla diagnosi una terapia farmacologica di supporto potrebbe essere utile.
Si rivolga allo psichiatra che l'ha seguita in passato.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
scusi se la ricontatto ma sto avendo delle giornate molto difficili, sento come se mi stessi paralizzando , ho un forte dolore la notte a livello dello sterno come una compressione , non riesco a tenere ferme le gambe perche mi fanno male , cosi anche sento delle fitte molto forti lungo le braccia e ho difficoltà a muoverle . Ho un dolore molto forte alla testa , la sento rigida alla base del collo , come se fosse bloccata . HO conntattato lo psichiatra mi ha detto di assumere il gabapentin 200mg al mattino e 200 la sera . Avevo gia assunto in passato questo farmaco e a dosaggi anche maggiori senza risultati . sto molto male . Durante il giorno la situazione non cambia molto mi seno lento ho rigidità e questo senso di testa bloccata e dolente .
cosa mi consiglia di fare? , cosa puo essere ? mi sono fidato dei medici che mi hanno in cura ma la causa psicologica a questo punto non la ritengo possibile . il dolore è dolore !

grazie

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non posso che consigliarLe l'ennesima visita neurologica, altro non è possibile fare. Anche una terapia psichiatrica, farmacologica e psicoterapica insieme, potrebbe essere idonea per il Suo caso. Forse solo il gabapentin potrebbe essere insufficiente.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
284997

dal 2014

Gentile Dottore

grazie per la celere risposta , effettuerò l ennesimo consulto anche se sono stato visitato da diversi primari qui a Roma e non hanno riscontrato nulla di anomalo . farmaci ne ho presi per un lungo periodo senza avere miglioramenti .
Potrebbe essere che ho un danno da quell utilizzo di sostanze ; un danno funzionale e che ci voglia semplicemente del tempo ?
Perchè però la sintomatologia è in peggioramento ?

grazie

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

che l'utilizzo di sostanze abbia potuto determinare un danno funzionale è teoricamente possibile, questo lo deve valutare di presenza lo specialista a cui si rivolge. Tale eventuale danno può anche essere reversibile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Ma se gli specialisti a cui mi sono rivolto ritengono visto gli esami fatti ( (anche una risonanza magnetica con mezzo di contrasto ) che danni non ce ne sono ... perchè continuo ad avere dolore visto e considerato che psicologicamente io sto bene . Qualcosa ci dovrà pure essere mi hanno curato con farmaci per le psicosi per la depressione ma non è cambiato nulla perchè non è un problema psicologico . IO ricordo esattamente che dopo l assunzione di una pastiglia di ecstasy ( non era la prima ) ho sentito una fitta strana alla testa .Me lo ricordo perfettamente , come uno si ricorda quando si frattura un braccio . posso in quell occasione aver scatenato qualcosa di neurologico ; un parkinsonismo o peggio la sla ? nel sonno mi sento come paralizzato incapace a muovermi .

[#25] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Ma se gli specialisti a cui mi sono rivolto ritengono visto gli esami fatti ( (anche una risonanza magnetica con mezzo di contrasto ) che danni non ce ne sono ... perchè continuo ad avere dolore visto e considerato che psicologicamente io sto bene . Qualcosa ci dovrà pure essere mi hanno curato con farmaci per le psicosi per la depressione ma non è cambiato nulla perchè non è un problema psicologico . IO ricordo esattamente che dopo l assunzione di una pastiglia di ecstasy ( non era la prima ) ho sentito una fitta strana alla testa .Me lo ricordo perfettamente , come uno si ricorda quando si frattura un braccio . posso in quell occasione aver scatenato qualcosa di neurologico ; un parkinsonismo o peggio la sla ? nel sonno mi sento come paralizzato incapace a muovermi .

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sia un parkinsonismo che una malattia del motoneurone (SLA) causano alterazioni ben riscontrabili all'esame neurologico. Se le visite neurologiche sono state negative ritengo che si possano escludere, almeno per il momento, tali patologie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Le scrivo perchè anche questa notte ho auto dei forti dolori , come una compressione allo sterno , un dolore molto forte alla testa mi sentivo quasi impossibilitato nel muoverla , in piu questo senso di dover muovere le gambe in continuazione . la mia ragazza che ha dormito con me dice che ho scalciato nel sonno che muovevo le gambe in maniera molto decisa . Mi sono svegliato in oltre con una sensazione di dolore e formicolio alla gamba e braccio destro . il dolore era simile a quello della sciatica . Anche adesso che sono sveglio ho questa strana sensazione alla testa ,e questo dolore sensazione di blocco dietro la nuca .
IL neurologo mi ha detto di assumere il pineal tens , lo sto facendo da 8 giorni ma non ve3do cambiamenti .
Ho letto su internet ,facendo male probabilemente , che quando i dolori si presentano nella fase del sonno indicano un problema al sistema nervoso centrale .
Ecco a questo punto sono un po preoccupato . ho letto della sla primaria molto difficile da diagnosticare.
Avendo fatto un elettromiografia ad aprile ( a 5 mesi dall inizio dei disturbi ) ai tre arti ( 2 inferiori e braccio destro ) si puo escludere qusta patologia o forse era troppo presto ? Il neurologo che mi ha visitato 1 mese fa e vedendo qundo sono stato sdraiato sul lettino questo movimento delle gambe non l ha considerato patologico ma solo sintomo di stress . io però nopn sono stressato o altro .
Non so piu cosa fare veramente .

[#28] dopo  
284997

dal 2014
Dottore salve , avevo richiesto un altro consulto ma mi è stato rifiutato .Le mie condizioni sono in peggioramento , avverto un sempre maggiore senso di rigidità , con dolore anche alle mani oltre che le scosse a gambe e il dolore costante alla testa . La notte ripeto non riesco praticamente piu a dormire dal dolore .
Potrei aver sviluppato un parkinsonismo iatrogeno?
Il dolore è molto forte e sta prendendo anche la schiena , sento come se mi stessi lentamente irrigidendo e paralizzando . Tutto a causa di quell abuso a novembre dove sentii una forte pressione alll interno della testa .
Potrei aver avuto un crusch dei circuiti dopaminergici ?
grazie

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

finora i neurologi consultati hanno escluso questa ipotesi.
Come Le dicevo, a distanza più che consigliare un'ulteriore visita neurologica non è possibile fare.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
284997

dal 2014
Dottore ieri mi sono recato nuovamente dal neurologo ; il quale senza visitarmi (laveva fatto due mesi prima ) ha detto che il problema è psicologico visto che dagli esami precedenti non si sono rilevate alterazioni organiche . io ho esperesso le mie perplessità in quanto ho forti dolori e un senso come se mi stesssi paralizzando . la notte è un incubo ho un fortissimo dolore alla testa difficoltà a girarmi nel letto e dolore alle articolazioni , oltre al fatto che mi che devo muovere costantemente le gambe .
intanto il mio pasichiatra mi ha prescritto la spect celebrale e il quesito diagnostico è: deficit di flusso in assunzione di sostanze di abuso e per il momento mi ha prescritto : abilify 10 mg, gabapentin 600 mg al di e tavor 2,5 mg prima di dormire . il neurologo dice che la terapia va bene ma non vede la necessità di fare la spect .
Io non ho ansia , non sono stressato depresso ; ho un forte dolore e rigidità alla testa al collo da quando ho avuto quel malore .
Temo ripeto una malattia neurologica : cosa devo aspettarmi dalla spect ?

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile sapere a priori cosa potrebbe aspettarsi, anche nulla è possibile ma ovviamente non si può prevedere niente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
284997

dal 2014
Lo so dottore ma mi creda ho dei dolori molto forti , la notte soprattutto mi sveglio come paralizzato nel letto e tutto indolenzito e rigido non riesco a muovermi , poi ho notato una cosa anche di giorno se chiudo gli occhi il dolore alla testa si fa piu presente . cosa puo significare ?
io ripeto il giorno del malore ho sentito come una fitta fortissima e strana al lato temporale destro della testa .

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile stabilire a distanza la natura della cefalea che riferisce, quella tensiva potrebbe essere solo un'ipotesi on line.

Cordiqalmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
284997

dal 2014
gentile Dottore

il fatto è che non si tratta solo di una cefalea , avverto come se ci fosse un elastico all altezza della nuca che mi impedisce un movimento pulito , ho fatto fisioterapia sono stato dall osteopata ma niente . in piu questo dolore costante , questo senzo di irriquietezza .
ho letto documenti a proposito dei parkinsonismi e si riferisce di un dolore a stampella proprio come il mio , di fascicolazioni , di tremore .
un atrofia multisistemica o una paralisi sopranucleare progressiva sono facilmente riconoscibili alla visita neurologica anche in fase iniziale ?

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, sono sospettabili in base a determinati segni riscontrabili alla visita neurologica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
284997

dal 2014
Dottore salve
Ho effettuato oggi lennesima visita neurologica , è stata molto accurata , (ma non mi è stato fatto il test di babinsky ) il neurologo esclude assolutamente malattie , dice che il mio è uno stato da stress post traumatico e non è d'accordo con lo psichiatra nel fare la spect cerebrale .
Per i dolori che avverto mi ha prescritto il laroxil 5 gocce la sera .
L ho detto allo psichiatra che mi segue ha detto di aggiungerlo alla terapia con abilify , gabapentin , e tavor .
Per quanto mi riguarda invece avverto sempre un senso di estraneità alla testa , un blocco all altzza della nuca come una tensione e un tremore della testa e del corpo in generale .
Posso stare tranquillo con la visita effettuata ?
cosa mi consiglia di fare io anche questa notte non riuscivo a muovermi nel letto ero come paralizzato .

[#37] dopo  
284997

dal 2014
Dottore salve
Ho effettuato oggi lennesima visita neurologica , è stata molto accurata , (ma non mi è stato fatto il test di babinsky ) il neurologo esclude assolutamente malattie , dice che il mio è uno stato da stress post traumatico e non è d'accordo con lo psichiatra nel fare la spect cerebrale .
Per i dolori che avverto mi ha prescritto il laroxil 5 gocce la sera .
L ho detto allo psichiatra che mi segue ha detto di aggiungerlo alla terapia con abilify , gabapentin , e tavor .
Per quanto mi riguarda invece avverto sempre un senso di estraneità alla testa , un blocco all altzza della nuca come una tensione e un tremore della testa e del corpo in generale .
Posso stare tranquillo con la visita effettuata ?
cosa mi consiglia di fare io anche questa notte non riuscivo a muovermi nel letto ero come paralizzato .

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

cerchi di tranquillizzarsi e segua le indicazioni terapeutiche dello psichiatra e del neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Grazie della celere risposta , avrei però un ultimo quesito .
Come le dicevo avverto un irrigidimento da ormai diversi mesi all atezza del collo ,è come se avessi un elastico che tira e quando giro la testa sento una resistenza strana :
Ho letto qualcosa in merito alla sla primaria che colpisce solo il primo motoneurone , ed ho letto che è molto difficile da diagnosticare . Ecco io volevo sapere se questo senso di rigidità in quel punto esatto e che la notte aumenta notevolmente potesse essere sintomo di questa malattina .

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non siamo in presenza di un sintomo da SLA primaria, cioè che colpisce solo il primo motoneurone. Faccia la cura prescritta e stia sereno.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
grazie della risposta , le farò sapere come procede , anche se ripeto ho questo dolore dietro al collo dal giorno in cui ho avuto il malore a seguito di abuso , e lentamente certi sintomi sono in aumento , il dolore la notte è qualcosa di indescrivibile oltre al fatto della paralisi di fatto non riesco a muovermi .

[#42] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
scusi se la disturbo di nuovo ; anche stanotte ho avuto dei dolori molto forti , di fatto come chiudo gli occhi avverto un forte dolore di fondo alla testa che poi si irradia alle braccia e ho dei formicollii anche alle gambe con fascicolazioni .
Mi trema di fatto la lingua , la mandibola molto spesso e ho un dolore strano all inserzione tra collo e cranio , sento la testa pesante , non riesco a non pensare alla sclerosi laterale primaria .
Ho letto tra le possibili cause l eccitossicità ( glutammato ) vorrei saperrne di piu e soprattutto come si fa la diagnosi di questa malattia e se con un elettromiografia ai 4 arti effettuata 4 mesi fa si sarebbe visto qualcosa . grazie

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la Sua è un'ossessione per le malattie, prima i parkinsonismi, adesso la SLA primaria. Le ricordo che la SLA non causa dolore, se non in fase terminale.
E' malattia del neurone di moto, non dei neuroni sensitivi.
Deve curare la psiche come Le hanno detto tutti gli specialisti consultati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
Non è che la mia sia un ossessione , è che da un memento ben preciso 1 dicembre 2012 a seguito del malore ho dei sintomi in peggiornamento .
Avverto una sensazione strana al livello del bulbo rachidiano spinale ( ho letto su internet il termine esatto ) associato a cefalea atipica ( sento bruciore alla testa ) e a indolenzimento e perdita di forza alle articolazioni . ho fascicolazioni . NOn penso si tratti di un problema psichiatrico ma neurologico .

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In caso di problemi neurologici si riscontrano segni precisi durante la visita, segni che nelle diverse visite non sono mai stati riscontrati.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
A questo punto non so piu cosa pensare , io ho dolore molto forte dietro al collo e un dolore strano alla testa . Anche questa notte non ho dormito , ero come bloccato nell letto e mi salivano delle scosse molto dolorose alla testa ed ero come paralizzato . Ora alla luce di questo io non posso fermarmi nell indagare , nel cercare di capire anche con il suo aiuto e con l'aiuto di internet cosa possa essere . Finora si è parklato di stress post traumatico , ansia generalizzata , dolori psicogeni disturbo ossessivo compulsivo .io dico di no , so quello che ho fatto mi sono drogato e sentito male ed è tutto conseguente di quello .

[#47] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
le scrivo perchè sto assumendo i farmaci come prescritto dai medici , ma non vedo nessun miglioramento lo so che di solito ci vuole piu tempo , ma anche le 5 gocce di laroxil la sera non attenuano per niente i mie sintomi .. sento un continuo dolore definirei neuropatico alla testa , che la notte aumenta notevolmente coinvolgendo anche la parte posteriore della testa le spalle e la schiena , in oltre ho sempre questa costante necessità di muovere le gambe in quanto avverto dei formicolii dei bruciori non normali . Io tra l altro vivo in Germania e sono a Roma per risolvere questo problema , i neurologi mi hanno diagnosticato un distrurbo da stress post traumatico e di tornarmene in germania a lavorare e che non ritengono necessaria la spect come richiesto dallo psichiatra . Lei cosa mi consiglia di fare ? io ho dolore e non vorrei rientrare nei casi di quelli trattati come ansiogeni e che poi in realtà avevano realmente qualcosa di organico .
grazie

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve avere un po' di pazienza per vedere i benefici della cura.
Tutti gli specialisti interpellati Le hanno detto la stessa cosa. Tutte le visite sono state negative. Lei però non si tranquillizza, nulla vieta di effettuare una RM encefalica e cervicale, se non l'ha già fatta, perché a volte può avere un valore terapeutico oltre che diagnostico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
sono dieci mesi che è cominciato il tutto , e ripeto la sintomatologia è andata sempre peggiorando nonostante le cure farmacologiche . Ho gia effettuato due risonanze magnetiche all encefalo e tronco encefalico e una al rachide cervicale che sono risutate nella norma se non per la rettilizzazione e la perdita della fisiologica curvatura cervicale . sto effettuando dei trattamenti nello specifico ginnastica cranio sacrale per migliorare la situazione , ma non ottengo nessun miglioramento dal punto di vista di questo bruciore intenso alla testa e questo dolore continuo :

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Allora se ha effettuato la RM encefalica e cervicale con esito negativo può stare tranquillo. Continui la terapia in atto.
Altro a distanza non è possibile fare.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
lo so ci provo a stare tranquillo , purtroppo però i sintomi non mi fanno stare tranquillo , non si tratta di avere malattie o meno si tratta di poter stare bene e ricominciare una vita normale , al momento non è cosi perchè i sintomi sono molto forti e fin ora non si è arrivati ad una diagnosi precisa , ritengo che dire stress è un termine molto vago .

[#52] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
ho letto questo suo consulto e noto che non ha ancora sentito il parere di uno psicologo nonostante le abbiano diagnosticato disturbi che vengono curati anche da questo professionista.

Le può interessare il consulto di una psicologa, vale a dire della sottoscritta, qui su Medicitalia, relativamente al suo caso?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#53] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Grazie innanzitutto dell' interessamento ,
Ho effettuato ed effettuo tutt'ora della psicoterapia però senza venirne a capo , il suo consulto mi interessa certamente .
Quello però che ci tengo a dire è che ho dei sintomi fisici molto forti e che sia con la psicoterapia associata a terapia farmacologica continuano ad essere molto forti .

[#54] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Le scrivo perche anche questa notte ho avuto dei forti dori associati a questo senso di dover muovere sempre le gambe .
Avverto un senso di rigidità molto forte , soprattutto dietro al collo è come se avessi un elastico legato e sento la testa tirare . A questo si è aggiunto una perdita di sensibilità e un dolore strano al piede destro , me ne sono accorto anche guidando qualche ora fa .

[#55] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la necessità di dovere muovere le gambe nelle ore notturne e a letto potrebbe richiamare la sindrome delle gambe senza riposo. Qualche neurologo Le ha parlato di questa condizione se Lei ha riferito il sintomo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non mi ha cmq detto se ha consultato o se è in cura presso uno psicologo psicoterapeuta che è uno specialista esclusivamente e precipuamente formato per la terapia psicologica.

Che tipo di psicoterapia sta facendo (cognitiva, analitica ecc)? La scelta dell'indirizzo da utilizzare infatti non è completamente indifferente in relazione al disturbo da trattare e agli scopi che ci si prefigge. Nel suo caso penso sarebbero indicati l'approccio cognitivo o quello strategico.

In ogni caso qualunque psicoterapeuta dovrebbe tener conto della o delle diagnosi del medico.
La diagnosi che le è stata fatta più volte è quella di Disturbo Post-traumatico da Stress, diagnosi che collima con i sintomi lamentati.
In linea con la denominazione del Disturbo, qualunque psicoterapia dovrebbe pertanto individuare anzitutto il Trauma che le ha provocato un tale stress e, in seconda istanza, i fattori personali che hanno reso lei più vulnerabile ad esso.

Tutto ciò ovviamente al fine di trovare vie di uscita da circuiti di pensiero disfunzionali collegati alla sintomatologia.

Deve anche considerare che in genere i fattori psicologici implicati nelle somatizzazioni by-passano la coscienza o la lambiscono per cui è molto difficile per l'individuo collegarli alla sintomatologia fisica.

Infine Il DPTS è un disturbo che viene efficacemente curato, occorre ovviamente promuovere circuiti di pensiero antagonisti a quelli disfunzionali, nell'ambito di un valido rapporto psicoterapeutico.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#57] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferrarolo
Ho espresso il sintomo ai neurologi da me consultati ; 2 dei quali non hanno dato importanza al sintomo ( 2 primari tra laltro ) un terzo si ha parlato di possibile restless leg syndrome e mi ha dato una cura con del pineal teens e del magnesio , ma tutto è rimasto invariato .
La cosa che mi colpisce è che questo sintomo è iniziato a dicembre dopo l abuso di quelle sostanze che alterna serotonina e dopamina .
Nei mesi successivi la mia ragazza si ricorda che ho avuto episodi in cui scalciavo molto forte la notte nel letto .
Ho letto che la sindrome delle gambe senza riposo è presente in molti casi di malattia di parkinson e parkinsonismi .
IL tutto aggiunto alla mia forte rigidità muscolare , al dolore ditetro al collo al tremore che avverto e la lentezza oltre che ha questo senzo strano di dolore alla testa , mi fa fare 2+2 .

[#58] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa Sciubba
Io effettuo psicoterapia presso uno psichiatra psicoterapeuta che ha trattato molti casi di persone che hanno avuto problemi con sostanze stupefacenti . Sono mesi che vado senza avere risultati . Non so di che tipo di psicoterapia si tratta , io vado li e mi siedo e parlo . Sono stato indirizzato da uno psichiatra perche dagli esami, escluse le cause organiche si pensava potesse essere un problema di tipo psicologico .Ma io non mi sento stressato , non ho ansia non sono depresso .
Come ho detto sono stato ricoverato anche presso una struttura e li la diagnosi fu disturbo ossessivo compulsivo, perche ripetevo sempre i miei sintomi , trattato con farmaci ma senza risutati .

[#59] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
tra tutti i sintomi da me descritti ai neurologi cè anche quello del dolore a stampella cioè collo e spalle come un dolore da bruciatura molto intenso e anche dolori del tipo articolare sempre alla spalla .. anche in questo caso non gli è stato dato peso .
Può il parkinsonismo iatrogeno non essere riconosciuto all esame neurologico .
Ho notato in oltre un aumento di sudorazione non normale .

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le ho detto più volte un parkinsonismo di qualsiasi tipo è facilmente riconoscibile nel corso di una visita neurologica, quanto meno sospettabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
anche nel Disturbo Post Traumatico da Stress il soggetto rivive persistentemente attraverso vari sintomi, durante la veglia o il sonno, l'evento traumatico e quindi i sintomi si ripetono indefinitamente.

Se dopo mesi di psicoterapia non ha ottenuto nessun risultato le consiglierei di cambiare psicoterapeuta; tra l'altro la tossicodipendenza è problema completamente diverso da un Disturbo d'Ansia come il DPTS, quale le è stato diagnosticato più volte e che non è incompatibile con un Disturbo Ossessivo Compulsivo.

Dovrebbe piuttosto cercare uno Psicologo Psicoterapeuta (lei stesso dice nel suo post che i medici hanno pensato potesse essere un problema psicologico) esperto in Disturbi d'Ansia.

Psicologo e Psichiatra sono due professioni diverse, ognuna con proprie caratteristiche e competenze, ma non deve pernsare che le competenze dello Psichiatra inglobino quelle dello Psicologo. Lo Psichiatra non ha formazione e competenze e intuitivamente attitudini equiparabili a quelle di uno Psicologo Psicoterapeuta che, come le ho già detto, è precipuamente formato e specialista nel trattare i disturbi psicologici, vale a dire i complessi meccanismi mentali che, tra l'altro, non di rado si ripercuotono sul soma.

Le terapie psicologiche dei Disturbi d'Ansia in genere sono coronate da successo e non sono lunghe. L'approccio Strategico in particolare effettua trattamenti molto brevi, nell'ordine di 3-4 mesi in media, ma come le dicevo è indicato anche l'indirizzo cognitivo e l'utilizzo dell'EMDR, benchè io non apprezzi molto questa ultima tecnica. Troverei invece piuttosto controindicata una terapia psicoanalitica o comunque ad orientamento psicoanalitico.

Sul fatto che lei non si senta nè ansioso nè depresso, le ho già risposto nel precedente post; tenga comunque presente che sia il Disturbo Ossessivo Compulsivo, sia il DPTS sono classificati tra i Disturbi d'Ansia e che l'ansia può manifestarsi attraverso varie somatizzazioni.

cordiali saluti


Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#62] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferrarolo
Anche questa notte ho avuto gli stessi dolori e problemi nell avere un sonno continuativo , avverto la solida rigidità alla testa ed ho questo tremore che è piu del tronco della pustura che agli arti , sudo molto di piu di prima .
Se fosse un parkinnsonimo da tossici rarebbe reversibile ?
considerando che sono passai 10 mesi dall assunzione ?

[#63] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa Sciubba

Quello io ho fatto uso di sostanza stupefacenti per 6 mesi , e lultima volta a metà Novembre 2012 dove ho auto un malore , da li piano piano sono cominciati i sintomi che io vedo lentamente peggiorare , nel senso che mi sento molto lento , ho dolore , e una strana sensazione alla testa difficile da descrivere .
Sulla psicoterapia penso che sia utile , ma non risolutiva in quanto ritengo che il mio sia un problema organico . me lo sento addosso il malessere fisico , quando la mente vorrebbe fare tutto altro .

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

generalmente i parkinsonismi iatrogeni sono reversibili, alcuni casi anche nel lungo periodo.
Nel Suo caso però, da numerose visite neurologiche, è stata esclusa ogni forma di parkinsonismo.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Le scrivo nuovamente perchè anche questa non ho dormito a causa del dolore che oltre al capo si è concentrato sulla viso e dietrro l orecchio destro , in oltre accuso sempre quseta necessità di muovere le gambe e questi guizzi lungo i muscoli . IL dolore è molto forte e si attenua un pò solo se mi alzo in piedi pur rimanendo un dolore dietro al collo e la sensazione di testa piena , sento inoltre la gamba destra tirare ed addormentarsi cosi come le mani che sento strane .
Cosa mi consiglia di fare ?

[#66] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
posso chiederle se si ritiene una persona precisa, ordinata, regolare, ben educata e simili?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#67] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Mi ritengo una persona abbastanza precisa , ordinata , i miei genitori mi hanno dato una buona educazione ho frequentato delle buone scuole mi sono laureato ed ho fatto in passato molto sport .
Posso chiederle il perchè mi chiede queste informazioni ?

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che il mio pensiero adesso lo conosca, non ho consigli particolari se non quello di seguire la terapia prescritta dallo psichiatra e dopo 30-40 giorni riferire tutto allo specialista. Mi pare che Lei cerchi quello che non si può trovare, semplicemente perché non c'è!
Tutti i neurologi consultati hanno escluso parkinsonismi di ogni tipo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
sono caratteristiche che comunque ben si accordano con una personalità predisposta a disturbi di tipo ossessivo-compulsivo.

Penso che ci possa essere un nesso tra queste caratteristiche e il suo disturbo, ma dovrebbe approfondire l'argomento con uno psicologo psicoterapeuta; in questa sede non è possibile fare diagnosi, nè quindi dire molto di più che non sia fornire spunti di riflessione.
cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#70] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
sicuramente un percorso psicoterapico va fatto , per capire il perche mi sono avvicinato ad un certo tipo di cose e lo sto facendo , diverso pero ripeto è il discorso relativo alla sintomatologia dolorosa e invalidante da me avvertita e cominciata in un preciso istante con la corsa al prontosocccorso il 1 dicembre 2012 .

[#71] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Le cose non sono così semplici come le vede lei, i rapporti tra mente e corpo sono complessi e molteplici. Non perchè si ha a che fare con sintomi dolorosi o fisici vanno esclusi importanti fattori psichici che hanno un ruolo importante, a volte primum movens, dei sintomi stessi.

Se lei non si fida di quanto le ho detto in questo consulto o di quanto le hanno già detto vari medici può documentarsi su internet ad es. sulle ricerche della PNEI che attestano quanto la psiche è implicata in numerosi disturbi fisici, se non bastassero le numerose ricerche sociologiche ed epidemiologiche che hanno dimostrato da tempo come la salute in generale e molti disturbi fisici risentono delle condizioni psicologiche e sociali.

Fa bene ad analizzare con la psicoterapia perchè si sia avvicinato ad un certo tipo di esperienze, ma a mio avviso è essenziale, ai fini di una risoluzione dei suoi disturbi, che lei analizzi il tutto alla luce di quelle sue caratteristiche di personalità di cui abbiamo parlato nei precedenti post.
Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#72] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

anche questa notte non ho chiuso occhi a causa dell intenso dolore cha avevo alla testa , e la difficoltà a girarmi nel letto mi sentivo come immobile e con un dolore che mi attraversava la schiena . eè stato un incubo e lo è ormai da molti mesi .
IO non è che non mi fido di lei e di quello che la mente puo fare al nostro corpo , dico solo che io ero un ragazzo di 28 anni che conduceva una vita assolutamente serena , con amici ragazza lavoro ,in un paese straniero tra laltro .ed i suoi sintomi sono cominciati in un preciso istante quando ho giocato con la chimica per intendersi e penso di essermi fatto male visto i disturbi . avvertii una forte strana fitta alla testa ed una scossa strana attraversarmi il corpo , cosa risuccessa nei giorni successivi fino alla corsa in ospedale . da quel momento ho male alla testa tremore , dolori articolari , problemi nel dormire causa il dolore una sensazione corporea diversa da prima .
Ritengo che non sia una regola che se per ora con gli accertamenti fatti non sia uscito nulla allora il problema sia per forza psicologico , io mi sento bene di testa , lucido , e avrei voglia di spaccare il mondo , ma non riesco a causa del dolore .


[#73] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Perchè non dovrebbe essere lucido, mi scusi? Una patogenesi psichica implica una mente lucida e funzionante, ma dei pensieri disturbanti che vanno ad incidere sull'equilibrio psico-fisico.
Inoltre fattori psicologici e fisici possono coesistere..

Ad ogni modo, il mio consiglio gliel'ho dato: consulti uno psicologo psicoterapeuta per affrontare le tematiche che le ho accennato.
Sta a lei poi volerlo seguire o meno.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#74] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Lucido nel senso che quelle sostanze non hanno scatenato in me pensieri strani , psicosi o quant altro . E stato un incidente di percorso ma la sintomatologia è solo fisica , attraverso il dolore quotidiano che provo da 10 mesi quasi .

[#75] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottore
oggi ho effettuato l'ennesima visita neurologica risultata negativa , ma ho espresso alneurologo il mio dolore costante e costrittivo alla testa da ormai dieci mesi , lui tra gli esami da me effettuati ha trovato l holter pressorio effettuato a dicembre 2012 con valori anomali e dei picchi pressori molto alti la notte , al quale segui per accertamenti un ecografia completa dell addome e esami del sangue e urine specifici per lo studio della pressione risultati però nella norma .
Mi ha prescritto di nuovo un holter pressorio e poi rivalutare . secondo lei ha senso come cosa ?

grazie

[#76] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile che alti valori pressori causino cefalea ma le caratteristiche che Lei descrive mal si addicono a questa condizione, cioè, personalmente, non penso che la cefalea sia dovuta a picchi pressori elevati, sarebbe più razionale pensare che la Sua agitazione notturna possa in parte essere responsabile di questi rialzi pressori. Ovviamente è solo un'ipotesi a distanza, nessuna certezza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Il neurologo ha ritenuto questa come possibilità insieme a quella di effettuare un angio rm , ha scartato lipotesi spect . ma che prima di attribuire dei sintomi all ansia vuole esserne sicuro che non ci sia nulla di organico appunto .

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Concordo perfettamente col metodo adottato dal collega neurologo che è quello più corretto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#79] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Lesame holter è risultato nella norma , in neurologo mi ha detto di continuare la terapia con il laroxyl .
Questa terapia non sta dando miglioramento alcuno , al momento i mie sintomi sono sempre : strana senzasione alla testa non di tipo emicrania , soprattutto al lato frontotemporale destro ( dove sentii delle fitte dopo labuso di sostanze di novembre )
Blocco dietro al collo ma internamente , come se avessi del liquido al suo interno ,e un sorta di cefalea tensiva sento come tirre il cuoio capelluto all apice del cranio .
quando cammino mi stanco subito con sudorazione aumentata .
fascicolazioni alle gambe .
la notte il tutto peggiora ho difficoltà a girarmi nell letto , devo muovere sempre le gambe e mi viene un dolore strano che coinvolge collo e spalle . mi sveglio di fatto dal dolore e tremando mi trema spesso la mandibola .
lo psichiatra che mi segue mia ha prescritto l abilify , perche ritiene che un danno ci possa essere e che quel farmaco abbia delle proprietà neurotrofiche se utilizzato a basso dosaggio .
io sono un po scettico in quanto non ho problemi di psicosi , ho dolore e soprattutto ho gia assunto quel farmaco tempo addietro anche se per poco tempo ma non modifico i sintomi .
cosa ne pensa e cosa mi consiglia di fare a queto punto ?
La spect che mi vorrebbe fare fare lo psichiatra è per evidenziare eventuali deficit di flusso , i neurologi non sono d'accordo e ansi mi hanno detto che pure se ci fossero deficit di flusso non si potrebbe fare nulla .

insomma sono un pò confuso .

grazie

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il mio consiglio è di continuare la terapia prescritta e dopo 40-50 giorni riferire i risultati agli specialisti che La seguono, spetta a loro poi indicare come proseguire.

Buon fine settimana

Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
Le scrivo perche sto continuando la terapia ma al momento non vi è nessun miglioramento .
avverto sempre
sensazione strana di dolore alla testa internamente
grossa rigidità muscolare soprattutto dietro al collo
sudorazione aumentata
gambe molto deboli
sento la schiena bloccata
nel sonno il tutto peggiora
vengo svegliato da un dolore urente alla testa (come se stessi a testa in giu per intendersi) ,e dietro al collo , sento come se mi stessi per paralizzare non riesco a girarmi nel letto , e ho dei crampi alle gambe oltra alla necessita di scalciare di muovere sempre le gambe .
ho notato che anche la mia pelle è cambiata è diventata molto secca perdo pelle dal viso ( attorno al naso ) e ho forfora cosa mai avuta prima .
a questo si aggiunge una sorta di tremore del corpo che avverto internamente ed un dolore al petto quando respiro .
Ora capisco le visite neurologiche negative ma il dolore è molto forte e non mi passa con niente .
sono come sintomi di qualcosa di multifattoriale .
non so piu cosa fare ormai sono passati 10 mesi e la situazione non cambia anzi noto dei peggioramenti .

[#82] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
Le scrivo perche sto continuando la terapia ma al momento non vi è nessun miglioramento .
avverto sempre
sensazione strana di dolore alla testa internamente
grossa rigidità muscolare soprattutto dietro al collo
sudorazione aumentata
gambe molto deboli
sento la schiena bloccata
nel sonno il tutto peggiora
vengo svegliato da un dolore urente alla testa (come se stessi a testa in giu per intendersi) ,e dietro al collo , sento come se mi stessi per paralizzare non riesco a girarmi nel letto , e ho dei crampi alle gambe oltra alla necessita di scalciare di muovere sempre le gambe .
ho notato che anche la mia pelle è cambiata è diventata molto secca perdo pelle dal viso ( attorno al naso ) e ho forfora cosa mai avuta prima .
a questo si aggiunge una sorta di tremore del corpo che avverto internamente ed un dolore al petto quando respiro .
Ora capisco le visite neurologiche negative ma il dolore è molto forte e non mi passa con niente .
sono come sintomi di qualcosa di multifattoriale .
non so piu cosa fare ormai sono passati 10 mesi e la situazione non cambia anzi noto dei peggioramenti .

[#83] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

oltre la terapia farmacologica, nel Suo caso fondamentale, sta seguendo anche un percorso di psicoterapia?
Dr. Antonio Ferraloro

[#84] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
assolutamente si , Dopo che effettuai dei controlli per escludere cause organiche andai da uno psichiatra psicoterapeuta .
Ma il problema è un altro ripeto il dolore fisico mai provato cosi forte in vita mia , non è associabile alla mi a situazione psicologica .
Tant è che la psichiatra vuole farmi eseguire quest esame chiamato spect .
Stanotte ancora non riuscivo a girarmi nel letto e avevo dei forti dolori oltre alla necessità di muovermi gambe braccia , e avverto una sorta di resistenza nel camminare .
Ora io sarò ripetitivo quindi scambiato per uno con un disturbo ossessivo compulsivo , ma non è cosi ritengo che ci sia qualcosa che non vada di organico .

[#85] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentiel utente,
mi sembra di capire che sta continuando un persorso di psicoterapia.

Si è mai domandato perchè continui a farlo e con lo stesso psicoterapeuta, dal momento che non ci sono risultati sulla sua sintomatologia?

In altro post ci ha detto che si siede e parla; ma la psicoterapia non è solo questo. Lo psicoterapeuta deve anche aver un ruolo attivo, non solo di ascolto, un ruolo attivo capace di indurre modificazioni nella psiche e nel comportamento.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#86] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Ho effettuato psicoterapia presso due specialisti differenti , non avendo però avuto effetti sulla sintomatologia ahime molto gravosa .
Io conducevo una vita assolutamente normale ero contento della mia vita , non rinnego neanche l utilizzo di sostanze , certo non lo rifarei ma non ero assolutamente in un periodo triste o buoio anzi .
mi ritrovo però con questo forte dolore alla testa da ormai 10 mesi , ho provato farmaci differenti , psicoterapia , un approccio differente alla vita ma non è cambiato nulla .

[#87] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
non mi è chiaro se continua a seguire una psicoterapia o no. Nel primo caso torno a chiederle: perchè lo fa?
se invece ha smesso le chiedo: perchè lo ha fatto? e i due psicoterapeuti da cui è andato erano ambedue psichiatri?

Tenga presente che la grande maggioranza degli psicoterapeuti è psicologo, ciò vorrà pur dire qualcosa.

D'altra parte il professionista che, assieme ai medici, può avere competenza sul suo caso è lo psicologo psicoterapeuta, professionista che lei non ha consultato.

Può obiettarmi che ritiene i suoi disturbi organici e non psicologici; bene, ma allora perchè ha intrapreso ben due psicoterapie?
La psicoterapia si occupa al 100% di problematiche psicologiche e riguardo ad esse lo psicologo è sicuramente più competente rispetto al medico.

Che risultati, ha ottenuto dalle psicoterapie, almeno sul versante psicologico?

Perchè non consulta anche uno psicologo psicoterapeuta? Nel caso le consiglierei chi utilizza l'indirizzo Strategico Breve.
cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#88] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa ,

il primo specialista dal quale mi sono recato era uno psicologo clinico psicoterapeuta , ci sono andato perchè all inizio della sintomatologia ed effettuati i primi accertamenti risultati negativi potevo pensare ad un problema di natura psicologica , ho effettuato 2 sedute settimanale , una cura farmacologica ma non ho avuto nessun risultato .
Il secondo specialista da cui vado è uno psichiatra psicoterapeuta esperto nel settore dei danni da sostanze stupefacenti e continuo ad andarci perche insieme stiamo sia facendo della psicoterpaia sia portando avanti un iter diagnostico per escludere qualsiasi tipo di causa organica . Di risutlati nessuno anche qui nel senso si ho capito i miei errori , ma nulla è cambiato a livello dei sintomi che sono per me molto gravosi .

[#89] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottor Ferraloro
ho effettuato nella giornata di oggi un eccardiogrammacolor doppler , e il referto indica una disfunzione diastolica ventricolare di 1 grado , cosa non presente o almento non refertata nel ecocardiogramma effettuato a dicembre 2012 .
La Dottoressa dice che il cuore sta bene ma andrebbe rivalutata tutta la situazione ad esempio relativa alla tiroide , alle ghiandole surrenali etc .
io ho gia effettuato questi esami nei mesi di dicmbre 2012 ( ecografia completa addome + analisi del sangue con studio renina , aldosterone catecolamine ) e gennaio con il profilo tiroideo tutto risultato nelle norma .
Csa mi consiglia di fare , ho letto che alcune malattie neurologiche alterano anche certe funzioni cardiache .
cosa mi consiglia di fare ?

[#90] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per questo deve rivolgersi al Suo medico curante e farsi consigliare come e se procedere.
Escluderei che il Suo problema cardiaco possa causare danni neurologici inerenti la sintomatologia riferita, anche considerando l'esito negativo della RM encefalica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#91] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
grazie della risposta immediata , quello che volevo chiederle è se questo evidenziato dall ecocardiocolordoppler possa essere sintomo di una malattia neurologica , come ad esempio l atrofia multisitemica . ho letto purtroppo che qlcune malattie neurologiche incidono anche a livello cardiaco . abche perchè nell esame fatto a dicembre non si era evidenziato il problema . grazie

[#92] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ho già risposto che escluderei danni neurologici in correlazione al problema cardiaco riscontrato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#93] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
gli psicologi clinici non possono dare farmaci. Durante la prima psicoterapia chi le prescriveva la cura farmacologica?
Inoltre non è chiaro per quanto tempo sia andato dallo psicologo clinico, nè ci dice che tipo di indirizzo psicoterapeutico abbiano usato i due psicoterapeuti da cui si è recato. Anche la psicoterapia più breve difficilmente dura meno di 6 -7 sedute.

Gli psicologi sono un po' come i medici, se uno psicologo non ci guarisce, non per questo dobbiamo smettere di cercarne uno più bravo.

Mi dice che la psicoterapia attuale le è servita a capire i suoi errori, ma che ciò non ha portato giovamenti.
Logica vuole che ciò che non funziona sia abbandonato. A mio avviso rivangare, analizzare e sottolineare i suoi errori peggiora la sua sintomatologia.

Oltre a questo "target" (capire i suoi errori) il suo terapeuta ha un'ipotesi psicodiagnostica sui meccanismi mentali che scatenano e mantengono almeno la sua ossessività e un piano di azione per contrastarli? si ripromette di esplorare settori importanti della sua vita? relazioni infantili, attuali, lavoro ecc? Ha formulato una prognosi sull'andamento e la durata della psicoterapia?
Lei può chiedere di conoscere queste informazioni e ha diritto a delle risposte.

Una psicoterapia deve avere almeno una teoria di riferimento e delle strategie, se non si vuole procedere completamente a tentoni.

E' comunque una prassi molto comune, anche per disturbi gravi, che lo psichiatra segua il paziente per i farmaci accompagnandoli se mai con una blanda psicoterapia di sostegno e lasci la psicoterapia propriamente detta allo psicologo.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#94] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

Lo psicologo clinico da cui andavo e con il quale ho effettato la psicoterpaia per 2 volte alla settimana per 7 mesi mi prescriveva i farmaci e mi ha seguito in questo . Ha esplorato la mia infanzia , le mie prospettive , le ambizioni , non ha saputo dirmi i tempi necessari ( per me non ce ne sono perchè il problema ritengo sia un altro ) . Io vivevo all estero e conducevo una vita assolutamente felice , mi ritrovo in italia solo perchè ho accusato un malore .
Mi sono rivolto ad un atro specialista psichiatra stavolta e con il quale effettuo della psicoterapia una volta a settimana che ha lavorato principalemte con persone che sono state toccate da sostanze stupefacenti . prendo dei farmaci , ma sono come acqua fresca .
Mi ha prescritto una spect cerebrale vedere meglio se ci sono dei deficit di flusso , in quanto io ho dei dolori molto forti e un senso di paralisi soprattutto la notte .

[#95] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
il primo specialista era evidentemente un medico specializzato in Psicologia Clinica, cosa che oggi non è più consentita, in quanto tale specializzazione è riservata agli psicologi, anche perchè come vede, ingenera confusione nell'utenza.

Qualunque medico che non sia laureato anche in Psicologia non può avere la preparazione di uno Psicologo Psicoterapeuta (che ha laurea e specializzazione in psicoterapia), per il semplice fatto che sia la specializzazione di cui sopra, sia quella in psicoterapia non sono equiparabili alla laurea in Psicologia.

Come le dicevo, la psicoterapia si occupa al 100% di problematiche psicologiche.
Essa funziona utilizzando contenuti verbali, relazione, eventualmente prescrizioni comportamentali, tecniche di rilassamento o simili a quelle per la meditazione, persino ipnosi o EMDR.
Non tutte le psicoterapie sono uguali né adatte in egual misura per ogni tipo di disturbo. A volte inoltre occorre coinvolgere la famiglia o il partner per ottenere sufficienti o migliori risultati.

Ovviamente anche farmaci, dieta, riposo ecc. influiscono sulla psiche e pertanto una visita medica è sempre consigliabile o necessaria.

Pertanto lei non ha mai consultato uno psicologo psicoterapeuta.,
Il problema di una psicoterapia inefficace ovviamente potrebbe verificarsi anche con quest'ultimo professionista, ma lei noterebbe sicuramente un approccio diverso e più competente in area psicologica.
Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#96] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

E' vero non ho mi consultato uno psicologo piscoterapeute .
MIa mamma è psicologa e si era fatta dare da che le fa la supervisione il nominativo di un bravo specialista . e sono andato da questa persona ; premetto che io vivevo all estero quando mi sono sentito male ( ed è mio desiderio tornarci) e questa persona diceva che la mia condizione era dovuta allo sciegliere o meno dove vivere . Ma non è cosi io stavo benissimo fino a quell assunzione massiccia di droga . Da quel momento avverto qualcosa che non va alla testa ma a livello di dolore di strane sensazioni , nulla di psicologico o di paranoico .
Lo psichiatra da cui vado ora alla luce dei mesi passati e di una sintomatologia senmpre presente ed avendo affrontato casi simili vuole approfondire ancora di piu la cosa a livello diagnostico con degli esami . Io sono rilassato non ho ansia , ma solo dolore molto forte e senszioni corporee strane cominciate esattamente 10 mesi fa .

[#97] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
neppure il primo specialista consultato dietro ricerca di sua madre era uno psicologo?

Ad ogni modo concordo con lei che la diagnosi psicologica sulle cause fatta da questo specialista potrebbe essere errata, dal momento che lei nega di aver avuto problemi a vivere all'estero.

Il problema, almeno dal punto di vista psicologico e come già le dissi in altro post, è a mio avviso da ricercare nell'incontro tra l'episodio di assunzione massiccia di droghe, che può equipararsi a questo punto ad un trauma emozionale oltre che essere stato un insulto fisico, e le sue caratteristiche di personalità.
I traumi possono essere efficacemente curati con la psicoterapia.

Le ripeto che un medico non è la persona più preparata per affrontare e risolvere problematiche psicologiche.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#98] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa ,
il primo specialista consultato era un medico psicoanalista specialista in psicologia clinica ,
Per quanto riguarda l assunzione massiccia è stata fatta in un momento di superficialità , la vevo fatto altre volte , mi ero divertito e non era successo nulla .
Io avvertii una forte fitta alla testa seguita da una scossa attraversarmi il corpo .
Due settimane il tutto si è ripetuto , a cena e senza aver assunto nulla e da allora ho questo fastidio alla testa sempre presente .
credo poco che la psicoterapia possa aiutarmi sono sincero .

[#99] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il mix di sostanze era in tutto e per tutto uguale ad altre volte precedenti o diverso in qualcosa?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#100] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottoressa

E' stato diverso in quanto piu massiccio ,
ho sentito come una forte pressione in testa e mi sono accorto subito che qualcosa non andava che c era qualcosa di strano anche perche poi ho sentito una forte scossa attraversarmi il corpo .

[#101] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dott. Ferraloro

Le scrivo a quest ora perchè mi è capitato un evento similie a quello che mi è successo mesi fa .
Ho sentito come la testa assente e come una forte pressione , è stato un senso d'impotenza quasi non riuscivo a muovere la testa , e in oltre come un peso strano alla gola con il cuore che sembrava cambiasse di ritmo in continuazione .
sono molto preoccupato , ero con degli amici .
non sopiu cosa fare a chi rivolgermi .

[#102] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il disturbo che riferisce potrebbe essere assimilato ad un "attacco d'ansia", dico potrebbe in quanto a distanza non è possibile stabilirlo con esattezza.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#103] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sembra quindi esserci una particolarità di non poco conto nell'episodio scatenante la sintomatologia; se non ho capito male il mix di sostanze era, quanto a dosi, più consistente di altri mix provati in passato.

La dose è ovviamente in genere per le sostanze tossiche una variabile importante
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#104] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

Assolutamente; tutto è stato scatenato da quell abuso di quella sera in particolare , ripeto ho avvertito subito qualcosa che non andava .
Purtroppo ho sottovalutato i rischi possibili , le volte precedenti non mi era mai successo nulla neache un periodo di down nei giorni successivi , quella volta però è stato diverso.
che fare ora ?

[#105] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferrarolo

Le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione .
Sto assumendo Abilify 10 mg , e laroxyl 5 gocce prima di dormire .
Purtroppo la situazione non è cambiata , avverto sempre una sorta di dolore urente alla testa ( lato fronto temporale destro ) mi sembra di strae a testa in giu come sensazione di pesantezza ed come se ci fosse del liquido dietro al collo una sensazione strana , ed è ormai semre presente da 10 mesi notte e gionro . fascicolazioni e una sorta di irrequietezza interna con tremori .
Il neurologo mi ha prescritto un angio rm , mentre la psichiatra una spect a profusionale con tracciante il Tc 99m ECD e sulla richiesta cè scritto per eventuali problemi cognitivi .
Ora sul fioglio illustrativo dell esame datomi dalla psichiatra c è scritto che viene usato in casi di alzhaimer , epilessia , lesione ischemica consolidata , angiospasmo .
Ora io ho utilizzato sostanze che alaterano dopamina e serotonina , e quindi di conseguenza non avrebbe senso fare un dat Scan incvece di questo esame . il mio dubbio è quello di avere un parkinsonismo , e ritengo quindi inutile fare la spect come prescritto dalla psichiatra .
in oltre volevo chiederle alla luce di una risonanza fatta con mdc e risultata negativa , cosa ci si potrebbe aspettare da un angio rm .?
il neurologo mi ha anche detto di apporfondire la parte cardiologica in quanto ho degli sbalzi di pressione e battito sempre veloce

grazie

[#106] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

fare una spect con DaT SCAN è utile nei casi dubbi di parkinsonismo ma mi pare che tutti i neurologi contattati abbiano escluso questa evenienza, anche solo il dubbio.
Pertanto Le consiglio di riferire l'inefficacia della terapia farmacologica allo specialista che l'ha prescritta.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#107] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

e invece riguardo all'angio Rm , possibile che nonostante una rm con mdc negativa ci possa essere qualcosa che sia la causa dei miei sintomi ?

[#108] dopo  
284997

dal 2014


[#109] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che l'angio-Rm sia stata prescritta per non lasciare nulla di intentato.
Cosa potrebbe dire questo esame? Ovviamente non lo possiamo sapere adesso ma in correlazione alla Sua sintomatologia non mi sembra molto.
Però non conosco eventuali segni che lo specialista abbia potuto riscontrare, pertanto Le consiglio di seguirne l'indicazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#110] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Gle specialisii all esame clinico non hanno riscontrato nessun segno anomalo .
L angio rm mi è stata prescritta perche avverto sempre ormai da 10 mesi un senso di dolore alla testa .
Quest ultima pero è associata ad altri disturbi per me molto gravosi .
non si tratta infatti di una normale cefalea , ma è qualcosa di strano che soprattutto di notte mi colpisce anche agli arti con un senso di bruciore molto doloroso . potrebbe trattarsi di fibromialgia ?

[#111] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Fibromialgia? Teoricamente potrebbe starci ma la diagnosi va fatta mediante visita medica diretta.

Dr. Antonio Ferraloro

[#112] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Qual è lo specialista in questione che potrebbe visitarmi per escludere o meno questa patologia ?
e potrebbe essere stata causata dall uso di droghe ?

[#113] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Lo specialista di riferimento è il reumatologo.
La fibromialgia non è causata dall'utilizzo di droghe.
La causa è sconosciuta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#114] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Grazie della risposta , la terrò aggiornata sull evoluzione dei miei sintomi e speriamo su una imminnte guarigione .

[#115] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
"che fare ora ?"

Gentile utente,
mi scusi se le rispondo solo ora, ma perchè mi ha fatto questa domanda? Le ho già detto almeno tre volte di consultare oltre ai medici anche uno psicologo psicoterapeuta.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#116] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

Le ho fatto quella domanda perche in ogni caso un percorso di psicoterapia era ed è tutt ora in atto . Ripeto però che non ho miglioramenti per quanto riguarda i disturbi fisici , quelli psicologici di fatto non ci sono o omunque sono solo in apprensione per come stanno andando le cose da 10 mesi a questa parte .

[#117] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
gentile utente,
dovrebbe lasciare allo psicologo l'accertamento se ci siano o no problemi psicologici che sarebbe opportuno trattare.

Questo consulto si sta trasformando in temi di politica professionale. Poichè le ho già detto che lo psicologo ha maggiore preparazione in area psicologica rispetto ad uno psichiatra, è anche ovvio che è più preparato anche a diagnosticare l'esistenza di problematiche psicologiche di rilievo rispetto allo stesso professionista..

Lei si affida ai medici per avere una diagnosi medica, (anche se poi è libero di rifiutarla) perchè non fa lo stesso con gli psicologi per avere una diagnosi su eventuali problemi psicologici? E' dell'idea che tutti sappiano fare gli psicologi? E' certo che la sua diagnosi (assenza di problematiche psicologiche di rilievo) sia giusta? Lei sembra dimenticare del tutto che da quasi tutte le scuole di psicoterapia è riconosciuta l'esistenza di una sfera psicologica inconscia della quale non è difficile rinvenire la forza nella vita quotidiana.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#118] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

io non metto in dubbio le sue parole ci mancherebbe , quello che dico è che di diagnosi ne sono state fatte parecchie ( disturbo ansioso depressivo , disturbo depressivo con fibromialgia , disturbo ossessivo compulsivo ) e nessuna cura o psicoterapia ha risolto il problema . Io continuo ad avere la testa che mi fa male e dei dolori ai muscoli molto forti , tremori continui, fatica .
Ma è il dolore che non mi lascia in pace , per questo credo poco alla causa psicologica .

[#119] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferraloro

la contatto per dirle che martedi saranno 4 settimane di terapia con laroxyl e purtroppo non ne ho avuto nessun giovamento .
Al momento i miei sintomi sono :
Una grossa rigidità muscolare , sento come tirare le braccia e camminare mi risulta molto faticoso tant è che sudo molto e sento le gambe molto pesanti .
Averto spesso delle fascicolazioni soprattutto alle gambe .
Ho un dolore/indolenzimento dietro al colloè una sensazione molto strana che è presente dalla sera del malore accusato il 1 dicembre 2012 ( effettuai una risonanza al rachide cervicale ma risultò solo una perdita della normale curvatura del rachide )
Ho uno strano dolore alla testa localizzato nella zona fronto temporale destra e sento la testa come se fosse piena .
La notte il quadro peggiora in quanto devo muovere in continuazione le gambe che mi dormicolano e mi fanno male , le braccia in oltre le sento come bruciare e ho difficoltà a muoverle e quando ci riesco mi muovo come a scatti, avverto in oltre un trempore alla mandibola .
Questa è la situazione attualmente , non nascondo la preoccupazione ma sono fiducioso nel fatto di poterne uscire .
Grazie

[#120] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riferisca tutto agli specialisti che La seguono in modo da fare il punto dopo il primo mese di terapia.

<<sono fiducioso nel fatto di poterne uscire>>, certamente, ne sono convinto anch'io!

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#121] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferraloro

Ho riferito al neurologo che mi sta seguendo l inefficacia della terapia e mi ha programmato una altra elettromiografia .
La psichiatra invece mi ha fissato una spect cerebrale perfusionale .
Vorrei farle qualche domanda ?
Ha senso rifare un elettromiografia quando risultò negativa ad aprile ?
esattamente ora ci troviamo a 10 mesi dall esordio dei sintomi .
Cosa studia la spect cerebrale perfusionale ? ( non il dat scan )
e se risultasse positivo l esame ?
farebbe vedere anche alterazioni riferibili a patologie del disturbo del movimento ?
grazie

[#122] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'EMG dopo sei mesi dall'ultima potrebbe avere un senso se si sospettano patologie neuropatiche e/o muscolari.
La spect perfusionale valuta la distribuzione del sangue al cervello ed in alcuni casi può essere utile per una diagnosi differenziale dei disturbi del movimento.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#123] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferraloro

Grazie della risposta le farò sapere l'esito della spect e dell Elettromiografia .
Per quel che riguarda i miei sintomi , la mia cefalea è localizzata nella parte frontotemporale destra ed è costante da 10 mesi sento come pulsare dentro , anche il sonno è disturbato da ciò ( in aggiunta agli altri dolori ), mi è stata prescritta anche un angio rm è utile farla o con la spect se ci fosse qualcosa di anomalo a livello di circolazione qualcosa verrebbe fuori ?
grazie

[#124] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sono due esami che si possono completare a vicenda, nel senso che uno non esclude l'altro.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#125] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Grazie della risposta le farò sapere l esito degli esami .

[#126] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Le scrivo perche domani ritirerò il referto della spect cerebrale di perfusione .
Al momento però i miei sintomi non sono migliorati con la terapia farmacologica . avverto infatti :
Testa pesante come se fossero tirati i muscoli facciali e cranici ,
dolore ai polpacci che prima non avevo soprattutto alla gamba destra
Un dolore toracico e rigidità alla schiena soprattutto la notte
Sempre la notte avverto difficoltà nel girarmi nell letto sono come bloccato .
la notte sempre avverto una sensazione di mancanza d'aria , e una cefalea a strana ma molto dolorosa .
mi sento in difficoltà nel compiere movimenti fini con le mani .
La visita neurologica effettuata a settembre risultò negativa , ma il neurologo sentita la mia storia e la mia paura per un adanno alla dopamina mi ha risposto dicendo che invece della dopamina potrebbe essere il glutammato , e leggendo su internet di glutammato ci si riferisce subito alla sla .
Il 12 effettuerò un altra elettromiografia ,
volevo cheiderle cosa ne pensava e se con un elettromiografia effettuata ad aprile 2012 posso stare abbastabza tranquillo .

grazie

[#127] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

più che per l'EMG può stare tranquillo in seguito all'ultima visita neurologica con esito negativo, infatti, come Le dicevo precedentemente, in caso di SLA si riscontrano delle alterazioni all'esame neurologico riconducibili a problemi del primo o secondo motoneurone.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#128] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Ho ritirato oggi il referto della spect con radiofarmaco Tc-HMPAO che è il seguente :
Lo studio non ha messo in evidenza significativi deficit di captazione del radiocomposto al livello delle regioni corticali esaminate , delle strutture sottocorticali e degli emisferi cerebellari
le dimensioni ventricolari appaiono nella norma .
Conclusioni : assenza di significativi deficit di perfusione cerebrale regionale .

Alla luce di questo esame e del fatto che i miei disturbi continuano , soprattutto questo senso di dolore e rigidità alla testa , cosa ne pensa ?
Ormai è passato quasi un anno da quella massiccia assunzione di sostanze e non vedo la soluzione .



[#129] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esame perfettamente nella norma, lo faccia visionare al medico che l'ha richiesto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#130] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore


Ho fatto visionare l esame al neurologo che mi segue ( primario di un ospedale ) ed è come diceva lei perfettamente nella norma .
IL neurologo ha poi effettuato un EMG ed elettroneurografia risultata nella norma .
MI ha fatto una nuova visita neurologica dove ha notto si i miei tremori e la tensione e alla luce di questo mi ha prescritto un dat-scan , e dosaggio anticorpi canali del potassio e una tac total body .
Mi ha detto che secondo lui non cè malattia di parkinson ma è giusto andare a vedere con il dat scan se cè qualche anomalia .
NOn le nascondo la mia preoccupazione ho solo 29 anni .

[#131] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente il neurologo ha prescritto l'esame per tranquillizzarla, importante che l'ennesima visita sia negativa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#132] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Le scrivo perchè ormai è passato piu di una anno dall inizio dei miei disturbi .
Al momento avverto un dolore e rigidità al collo che è presente ormai da un anno , sento i muscoli come contrarsi da soli , a volte alle gambe a volte sulle braccia e a volte la schiena .
Sento in oltre la testa come pesante e piena e a questo si è aggiunto una continua sensazione di orecchie tappate .
Le gambe le sento deboli e ho la necessità di muoverle in continuazione soprattutto la notte dove non riesco a riposare bene a causa del dolore e della rigidità che sento addosso soprattutto a livello di collo torace e parte lombare oltre a questo strano senso alla testa , sento in oltre un senso strano nel muovere gli occhi , li sento come tirare .
Per riposare qualche ora la notte assumo dello xanax prima di dormire e per qualche ora dormo senza avvertire dolore .
Le visite neurologiche sono risultat negative cosi come EMG e risonanza magnetica cerebrale e cervicale .
NOn ho effettuato il dat - scan .

L ultimo controllo neurologico risale a circa 3 settimane fa , mi sono recato da un altro neurologo il quale non ritiene necessario fare altri esami ed essendo un parkinsonologo primario di un ospedale mi ha detto nella maniera piu assoluta che il dat -scan non è da fare in quanto non ce nè lindicazione .

io a questo punto non so piu cosa devo fare . continuo i colloqui con lo psichiatra , assumo i medicinali , ma i sintomi non accennano a diminuire ne tantomeno migliorare .

grazie

[#133] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, per un neurologo è agevole sospettare un parkinsonismo, a maggior ragione per un parkinsonologo, pertanto da questo punto di vista deve stare tranquillo.
Ok la psicoterapia che sta facendo ma faccia il punto con lo psichiatra per quanto riguarda la terapia farmacologica per eventuale sostituzione di farmaci o per aggiustamenti di dosaggi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#134] dopo  
284997

dal 2014
Dottore Buonasera

Le scrivo perche nonosante il cambio di terapia ; sto assumendo abilify 15 mg al di e tavor la sera da 2,5 i miei sintomi non migliorano .
Avverto una grossa rigidità muscolare con dolore dietro al collo , sensazione di mani che tirano e tremano e mi sento lento nel muovermi e ho sempre la necessità di muovere le gambe . inoltre ho questo costante dolore alla testa con senso di testa vuota che peggiora in posizione sdraiata . la notte di fatto mi sveglio dal dolore .
Ho letto qualcosa a proposito della sindrome di ShY -Drager , dove si dice che il paziente lamenta un senso di vertigine quando sta in piiedi e c è un insufficenza del sistema nervoso autonomo , ampie oscillazioni della pressione arteriosa , tremore intenzionale e senso di testa vuota .
I miei esami erano ok tranne appunto per la pressione che nelle vnetiquattrore presentava alcune oscillazioni .
Ho riferito questo sia allo psichiatra ch al neurologo e mi è stato risposto che non so neanche di quello che parlo .
Non so piu cosa fare per questo dolore continuo ormai da 14 mesi che non ha risposto a nessuna terapia farmacologica .
Cosa mi consilia di fare ?

[#135] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
ho letto con attenzione la sua richiesta e sono molto perplesso dal suo racconto.
C'è verosimilmente un concatenarsi di sintomi spesso generici che possono voler dire molto o pocoi, e una lunga storia di farmaci spesso inefficaci.

E cosa potrei dirle io, on-line, semplice dentista, di più degli specialisti che l'hanno visitata?

Solo avanzare un sospetto.
Che parte della sua sintomatologia derivi dall'ambiente orale.
Nel suo racconto non sembra che nessun dentista abbia considerato la situazione, o forse non ce ne ha raccontato perchè non l'ha ritenuto attinente.

Lei potrebbe avere la bocca disastrata come un campo di battaglia, e soffrire quindi di malocclusione, o avere comunque una bocca "a posto" e soffrire di bruxismo.

Faccia un rapido test per capire se c'è da indagare in questo senso o se abbandonare la pista.
Vada in farmacia, compri quel dispositivo che si chiama "dr.Brux", segua le istruzioni per automodellarselo, e ci dorma di notte indossandolo.
Poi ne riparliamo.
Il primo sintomo che mi aspetto subisca delle modifiche, forse già dalla prima notte, è la rigidità nucale.
NON che il sintomo sparisca, ma che il miglioramento sia nettamente percepibile.

Pur essendo dr.Brux uno strumento largamente inadeguato (E' INEFFICACE contro il bruxismo, nonostante il nome evocativo), introduce dei cambiamenti nella sua bocca liberando la mandibola e lasciandola scorrere dove vuole, rilassando quindi i muscoli che collegano la mandibola stessa al resto della testa.

Dr.Brux costa poco meno di una ottantina di euro.
Non pensi di risolvere tutti problemi con questo dispositivo.
Lo prenda come un test.
Se non serve a nulla, abbandoniamo l'ipotesi orale.

Ci risentiamo fra qualche giorno.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#136] dopo  
284997

dal 2014
Dottore Buonasera

Le scrivo perche nonosante il cambio di terapia ; sto assumendo abilify 15 mg al di e tavor la sera da 2,5 i miei sintomi non migliorano .
Avverto una grossa rigidità muscolare con dolore dietro al collo , sensazione di mani che tirano e tremano e mi sento lento nel muovermi e ho sempre la necessità di muovere le gambe . inoltre ho questo costante dolore alla testa con senso di testa vuota che peggiora in posizione sdraiata . la notte di fatto mi sveglio dal dolore .
Ho letto qualcosa a proposito della sindrome di ShY -Drager , dove si dice che il paziente lamenta un senso di vertigine quando sta in piiedi e c è un insufficenza del sistema nervoso autonomo , ampie oscillazioni della pressione arteriosa , tremore intenzionale e senso di testa vuota .
I miei esami erano ok tranne appunto per la pressione che nelle vnetiquattrore presentava alcune oscillazioni .
Ho riferito questo sia allo psichiatra ch al neurologo e mi è stato risposto che non so neanche di quello che parlo .
Non so piu cosa fare per questo dolore continuo ormai da 14 mesi che non ha risposto a nessuna terapia farmacologica .
Cosa mi consilia di fare ?

[#137] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Grazie per la celere risposta : effettuai lo scorso anno una visita gnatologica . il medico non nontò niente di particolarmente anomalo , mi fece delle prove e d un ortopanoramica , mi consiglio un bite ma all epoca non lo feci per lelevato costo . Possibile che il mio dolore costante dietro la nuca derivi da tutto cio ?
La notte non riesco a riposare proprio a causa del dolore .

[#138] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci perdere la ricerca on line per autodiagnosi, quella presunta che riferisce fa sorridere, non pensi a nulla di tutto questo.
Metta in pratica il suggerimento del dr. Formentelli, provare non nuoce.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#139] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

La ricontatto perchè questa notte sono stato molto male , mi sono ritrovato nel letto impossibilitato a girare la testa come se fosse bloccata e in piu avevo la mano destra paralizzata e sono stato svegliato da un dolore di tipo urente su tutto il corpo con un senso poi di dover muovere in continuazione le gambe .
Anche ora che sono sveglio avverto come una resistenza e un dolore nel girare la testa , la sento come tirare in piu mi sento lento e impacciato nei movimenti .Al tatto ho dolore ai polpacci e anche alla schiena .
Domani mattina effettuero l'ennesima visita neurologica perchè cosi non posso continuare , sento come se giorno dopo giorno io mi stia paralizzando .
Mi chiedo se questi possano essere sintomi di qualcosa di neuromuscolare anche perchè in un anno la situazione è solo che peggiorata .
Avverto in oltre dei guizzi sottopelle i muscoli di fatto li sento pulsare soprattutto alle gambe sulle coscie e sulla schiena .
>Che cosa potrebbe essere ?
orami e visto l evoluzione dei miei sintomi non credo piu ad una causa psicogena anche perche ripeto fino a quell assunzione di sostanze io stavo bene .
grazie

[#140] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza devo solo basarmi sulle visite neurologiche effettuate e su quello che Le hanno detto i vari specialisti e sugli esami diagnostici negativi, cioè che non c'è nulla di organico.
Aspetti domani cosa Le dirà l'ennesimo neurologo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#141] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Ho effettuato nella giornata di oggi l ennesima visita neurologica .
Lo specialista ha notato il tremore , una certa rigidità , ma mi ha detto che secondo lui non ci sono segni di malattie del sistema extrapiramidale ne neuromuscolare e che quindi non cè nulla che si possa diagnosticare con i metodi di adesso e visti gli esami fatti esclude patologie al momento conosciute . altri esami e visite le ha escluse compreso il dat-scan prescrittomi da un altro neurologo .
Mi ha detto in poche parole che devo convivere con questi sisntomi che non sono al momento sintomo di malattia .
Mi ha consigliato in oltre di chiedere allo psichiatra che mi segue di iniziare a sospendere i farmaci in particolare l abilify che nel mio caso potrebbe solo che far aumentare la rigidità da me avvertita e di cominciare a fare sport a camminare a rimettere in moto tutto il sistema muscolare .
Io ho risposto che non è facile in quanto questi dolori sono molto forti e questo senso di rigidità soprattutto alle gambe mi impediscono di farlo ma ci proverò con la speranza che il quadro dei sintomi possa non dico sparire del tutto ma almeno migliorare .
E d'accordo con il collega o secondo lei cè qualco altro da fare in merito ?
Grazie

[#142] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo perfettamente con quanto detto dal collega neurologo, cerchi di mettere in pratica i consigli dati.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#143] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottore

Le voglio chiedere un ultima cosa , io sento dolore ai muscoli anche alla palpazione .
a gennaio 2013 il mio valore di CK era 77 con indice di riferimento 171 quindi nella norma .
a maggio 2013 il valore era salito a 99 sempre con indice di riferimento 171 . IO mi sono accorto di questa cosa sapendo che spesso in caso di sla quel valore è molto lto . dovrei rifare l' esame ?
il neurologo non se ne è accorto o non gli ha dato peso . da che cosa puo dipendere un aumeno del genere ?
grazie

[#144] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la CPK, come tutti i valori variabili del nostro organismo, è soggetta a variazioni anche nell'arco di poche ore. In questo momento potrebbe averla, per es., 150 senza per questo essere considerata patologica. Basta uno sforzo, un'attività fisica, ecc. per farla aumentare.
E poi da 77 a 99 l'aumento è davvero minimo, insignificante, per cui il neurologo giustamente non ha dato nessuna importanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#145] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
Oggi sono tornato dal neurologo che mi aveva visitato la settimana scorsa , il quale ha notato una perdita di muscolo alla gamba destra e sempre alla gamba destra spasmi e tremore piu rispetto alla sinistra . mi ha prescritto infine un elettromiografia agli arti inferiori . Avevo effettuato gia un elettromiografia 2 mesi fa con esito negativo .
Come sintomi avverto sempre un senso di bruciore alla testa con una rigidità dietro al collo , in oltre sento come delle scosse alle gambe ( coscie e polpacci ) e un formicolio continuo che non mi permette di dormire di fatto dovrei camminare sempre . la rigidità è tanta e a volte mi risulta difficile deglutire . in oltre se sto seduto e fermo con gli arti in scarico mi trema la testa .
La nottte non dormo di fatto dal dolore , mi basta sdraiarmi e chiudere gli occhi per avvertire questo senso di bruciore della testa .
Al momento sono abbastanza preoccupato perche temo di avere qualcosa di grave e soprattutto sia i numerosi farmaci assunti e la psicoterapia non hanno migliorato la sintomatologia che ansi sento in peggioramento .
Cosa potrebbe essere ? potrei avere la sla ? nonostante un elettromiografia negativa 2 mesi fa ?

grazie

[#146] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

finora le numerose visite neurologiche effettuate hanno avuto esito negativo.
Cosa potrebbe avere non posso saperlo, faccia l'EMG prescritta e mi faccia sapere. La SLA? Con la sintomatologia dolorosa non ci sta così come i formicolii.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#147] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Grazie della risposta le faro sapere l esito dell esame .
Un ultima cosa ho notato negli ultimi giorni un alterata percezione del gusto, avverto come una sensazione metallica in bocca . sono preoccupato da ciò , ho petto che nel Parkinson il gusto è spesso alterato .

[#148] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

eventuali alterazioni del gusto, non sempre presenti, nella Malattia di Parkinson non si manifestano in uno stadio precoce, preclinico, cioè prima della diagnosi con sintomatologia conclamata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#149] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Un ultima domanda , durante la prova di mingazzini agli arti inferiori la gamba destra aveva degli spasmi può essere anche per questo che è stata richiesta l elettromiografia ?

Grazie

[#150] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certo non posso saperlo con certezza ma può essere possibile che l'EMG sia stata richiesta anche per questo.
Le ricordo però che movimenti dell'arto durante la Mingazzini agli arti inferiori possono essere anche normali e dovuti a tensione muscolare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#151] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Grazie della risposta immediata . le faro sapere l esito sell esame , anche se sono preoccupato in quanto anche questa notte non ho dormito causa la rigidità e il dolore e sono sicuro di avere qualcosa . sento le gambe strane e poi questo dolore dietro al collo .

[#152] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Ho effettuato l elettromiografia agli arti inferiori ed è risultata nella norma.
La dottoressa che ha effettuato l esame ha parlato pero di un possibile problema alla schiena .
Ora volevo chiederle in base alla sua esperienza :
I miei sintomi sono cominciati nel novembre 2012 , ho effettuato numerosi esami tra i quali 3 elettromiografia , bastano queste ad escludere una patologia neurom muscolare ed in particolare la sla ?
Da che cosa può dipendere allora questa ipotonia e queste parestesie che io avverto soprattutto la notte ?
Ho notato che la mia mano destra se tesa assume una forma che ricorda la mano di scimmia , so che quest ultima è sintomo di qualcosa che non va , l ho detto oggi alla dottoressa ma non mi ha dato retta .
Grazie

[#153] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è chiaro che tre EMG e tutte le visite neurologiche effettuate finora escludano la SLA.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#154] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Scrivo in quanto i miei sintomi non mi danno tregua .
Avverto uno strano dolore urente dietro al collo, testa pesante nel senso che non riesco a tenerla dritta , debolezza e tremore delle braccia , debolezza delle gambe sento difficoltà nel camminare e sento come bruciare la gamba destra in oltre ho difficoltà a muovere le dita del piede .
La notte purtroppo una volta preso sonno vengo svegliato da un dolore atroce come se avessi la sciatica ma su tutto il corpo , non riesco a girarmi nel letto e ho appunto tanto dolore.
In oltre ho fasciColazioni diffuse e rigidità alla schiena .
Il mio psichiatra mi ha dato una cura a base di seroquel che non sta dando il minimo risultato .
Ormai sono passati 14 mesi dal malora avuto a seguito di utilizzo di stupefacenti e nel corso del tempo le cose sono solamente peggiorate nonostante terapia farmacologica e psicoterapia.
A me non spetta fare diagnosi in quanto non sono un medico ma sinceramente penso che ci sia qualcosa che non va di organico . il dolore è tanto .

[#155] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non saprei più cosa suggerirLe, ha fatto numerose visite neurologiche e vari esami diagnostici tutti con esito negativo, per cui per me non c'è nulla di neurologico come detto dai colleghi che l'hanno visitata.
Altri colleghi in questo consulto hanno suggerito nuove strade, perchè non provare?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#156] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Grazie della risposta , purtroppo anche questa notte non ho dormito a causa del dolore e della rigidità avvertita . anche da alzato avverto rigidità su tutto il corpo e un senso strano alla testa , sinceramente ho la sensazione di camminare con una resistenza e questo mi rende la vita difficile . non penso che un bite possa risolvere il problema . continuerò con la terapia e continuerò a fare controlli periodici .
Grazie

[#157] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Le scrivo di nuovo perche i miei sintomi sono in peggioramento .avverto una strana sensazione alle gambe , è come un impaccio nel camminare , con meno ampiezza. I muscoli quadricipiti e flessori delle coscie sono molto diminuiti . avverto una grossa rigidità e tremore . la testa la sento piena e il collo molto rigido , quando giro la testa devo forzare perché ce come una resistenza .
La notte ho dei dolori molto forti.
Le mani anche le sento diverse ho difficoltà nei movimenti fini e ho notato negli ultimi giorni mi cascano spesso oggetti dalle mani .
Cosa mi consiglia di fare ?
Sto assumendo il seroque ma non cambia nulla , io poi non sono un tipo ansioso .
Tutto è cominciato quella maledetta sera con quel malore dopo aver assunto sostanze stupefacenti .

[#158] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è da mesi che ci teniamo in contatto, capisco che non abbia risolto ancora il Suo problema, cosa pensa di risolvere in Rete?
Quale consiglio pensa che Le posso dare?
Come personalmente posso risolvere il Suo problema?
Si è posto queste semplici domande?
Ha fatto tutti gli esami possibili, numerose visite neurologiche, cosa altro posso aggiungere da neurologo? Sarei ridicolo se Le consigliassi l'ulteriore visita neurologica.....non pensa?
Le dico queste cose per cercare di darLe una "scossa", mi capisca.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#159] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Effettivamente lei ha ragione ;
Purtroppo questa situazione che si è creata mi ha portato alla disperazione e alla continua richiesta di consulti e rassicurazioni .
Detto questo io ormai ho perso le speranze , so che quella maledetta sera ho danneggiato irreversibilmente il mio sistema nervoso .
Non è possibile avere cefalea continua notte e giorno da 14 mesi ; dolori muscolari etc etc.
Nessun farmaco ha funzionato e soprattutto nessuna diagnosi precisa .
Scusi lo sfogo ma tutto ciò è molto frustrante .
Grazie

[#160] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua la strada anche della psicoterapia associata alla farmacoterapia, potrebbe essere quella giusta.
Le ricordo che le rassicurazioni durano poco, come Lei certamente avrà notato, e rischiano di cronicizzare il problema per cui questa continua ricerca non è la soluzione, anzi.........

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#161] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
mi scusi se mi permetto ancora di intervenire sul suo caso, ma colpisce la sua frustrazione.
Mi rendo conto che è molto difficile, per molti motivi recarsi da uno psicologo.

Modi di pensare, pregiudizi, luoghi comuni, scarsa conoscenza di questa figura, il volersi aiutare da sé, scarsa fiducia nelle capacità degli psicologi, costo e quant'altro, rendono questo passo oltremodo difficile anche per noi che siamo del ramo.
Oltretutto nel suo caso l'esperienza familiare di un genitore psicologo non aiuta perchè è perfettamente normale e anzi necessario che i figli nel loro percorso evolutivo si differenzino e contestino, almeno in parte, i propri genitori.
Tuttavia lo psicologo resta il professionista più indicato a discernere se ci siano, e quali, dei meccanismi mentali capaci di causare sintomi psichici e/o psicofisici e anche a curarli a motivo della sua preparazione e delle sue attitudini.
Le rinnovo perciò il mio consiglio di consultare questo professionista preferibilmente specializzato in psicoterapia.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#162] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

La psichiatra con la quale faccio anche psicoterapia , dice che i miei disturbi sono delle cenestopatie dovute alla utilizzo di sostanze stupefacenti .
In 16 mesi sono stato curato con daparox cymbalta entact anafranil gabapentin lyrica abilify seroquel zyprexa risperidal valium xanax laroxyl lexotan tavor , ho effettuato psicoterapia anche con un altro specialista con incontri bisettimanali , un ricovero psichiatrico in day hospital diagnosi disturbo di personalità e disturbo somatoforme , un ricovero di un mese in una clinica neuropsichiatrica diagnosi disturbo ossessivo compulsivo .
Bene sono passati 16 mesi e io continuo ad avere una strana cefalea associata a fascicolazioni e dolori crampiforme notturni . il tutto ha inizio il 18 Novembre del 2012 a seguito di un malore avuto a seguito di utilizzo di sostanze .
Ho fatto una visita presso un altro psichiatra consigliatomi dal mio neurologo ( primario di un ospedale nonché amico di mio padre) che esclude patologie organiche .Bene questo specialista non vede in me ne un disturbo ossessivo compulsivo ne un disturbo d ansia ne un psicosi .
Mi ha detto che è chiaro il nesso tra il malore e i disturbi fisici , si è tenuto le mie risonanze e spect cerebrale per farla visionare in una clinica neurologica altamente specializzata .

[#163] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
in genere si ritiene che sia condizione "necessaria ma non sufficiente", affinchè si ottengano buoni risultati da un trattamento terapeutico, che il paziente abbia fiducia nel proprio o nei propri curanti.
Il trattamento sanitario è attività particolarmente delicata, ma in realtà questa regola vale probabilmente per qualunque prestazione d'opera, anche ad es.di un artigiano.

Le teorie costruttiviste infatti sostengono, e in ciò sono supportate anche dalla fisica quantistica, che noi costruiamo la nostra realtà la quale pertanto si nutre delle nostre aspettative.

Pertanto è ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIABILE fare il contrario, cioè affidarsi a professionisti (o in generale a prestatori d'opera) nei confronti dei quali si nutre poca o nulla fiducia.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#164] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottor Ferraloro
Le scrivo per aggiornarla sulla situazione .
Ho effettuato una visita presso un altro psichiatra , il quale dopo aver sentito la mia storia e preso atto dei numerosi interventi farmacologici fatti senza risultato alcuno mi ha chiesto le mie risonanze magnetiche per farle visionare a dei suoi neuroradiologi di fiducia .
Sono tornato percio da lui il quale mi ha riferito che nella mia risonanza è presente una leggera atrofia dell ippocampo di destra che secondo lui in termini psichiatrici stanno ad indicare una persona particolarmente sensibile alle sostanze stupefacienti e quindi persona piu soggetta a psicosi . Secondo lui i dolori che riferisco sono delle cenestopatie e mi ha dato come cura oltre al seoquel il mutabon antidepressivo che dovrebbe aiutarmi nel dolore .
Ora io non so bene cosa si intende per cenestopatie so solo che ho dei dolori lancinanti la notte ,sento una forte cefalea associata ad una sensazione di mani e gambe che tirano , il dolore è molto forte e parte dalla nuca per passare alle braccia schiena e gambe non riesco a girarmi nel letto .Il movimento migliora un po questa sensazione dolorosa ma persiste una grossa rigidita' associata a fascicolazioni ben visibili diffuse ad un senso di testa che tira coe se i muscoli cranici fossero tesi ( ho effettuato in passato sedute di terapia cranio sacrale , agopuntura ,e sedute dall osteopata senza risutati ).
purtroppo se tengo in tensione la gamba destra questa trema subito a differenza della sinistra ed invece se eseguo il test di mingazzini per gli arti superiori sento il braccio sinistro tremare e poi cedere noto anche che sono flaccidi i bicipiti cosi come i quadricipiti . Ho episodi frequenti un cui mi manca l aria e quando scendo le scale le gambe sono tese tremano . Mi sono inscritto in palestra per vedere come va riattivando il sistema muscolare ma devo dire che faccio fatica a fare il tapis roulant mi sembra di camminare contro un muro ed è come se l ampieza del passo si fosse ridotta . La situazione è molto pesante non è questa vita io sono sicuro di avere qualcosa di neuromuscolare ma non perchè è una mia fissazione è proprio cambiato qualcosa la rigidita è troppa e da troppo tempo , io ho giocato a calcio per una vita e sento proprio qualcosa che non va . tutto è cominciato quella sera di novembre , dove secondo me ho avuto un danno eccitotossico del glutammato con conseguente danno ai motoneuroni .
nessuno mi crede perche si associa la droga a danni psicologici .
Mi chiedo è possibile che a 16 mesi di distanza dalla comparsa dei sintomi e con tre EMG fatte non si è trovato nulla . lutima EMG la neurologa parlava di possibile protusione alla schiena cosa non presente nelle atre due fatte presso lo stesso medico .
ho letto di casi di sla che le prime elettromiografie parlavano di radiculopatie ma alla fine era SLA .
ho 29 anni ho compromesso tutto per a follia di una sera

[#165] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Mi pare pienamente condivisibile quanto detto dallo psichiatra riguardo le cenestopatie.

<<se eseguo il test di mingazzini per gli arti superiori sento il braccio sinistro tremare e poi cedere noto anche che sono flaccidi i bicipiti cosi come i quadricipiti>> però le varie visite neurologiche hanno dato tutte esito negativo.

A distanza di 16 mesi una SLA sarebbe certamente emersa e dopo tre EMG negative non deve pensarci più. E poi nessuna "follia di una sera" causa una SLA, penso che lo capisca da solo.

<<secondo me ho avuto un danno eccitotossico del glutammato con conseguente danno ai motoneuroni>> anche questa elaborazione è tipica di un soggetto con disturbo di origine psichica.

Faccia la cura prescritta e non dimentichi di associare la psicoterapia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#166] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Grazie per la celere risposta e scusi ancora per il disturbo .
Iniziero la terapia sperando sia la volta buona .
Quello pero che mi lascia perplesso è questo dolore dietro al collo e alla testa sento come i muscoli tirare ed il collo pieno . Questo disturbo è venuto fuori la sera che sono finito in ospedale e non mi ha mai abbandonato mi sembra chiaro quindi che quelle sostanze qualcosa hanno fatto .
I dolori notturni poi sono atroci sento come bruciare la testa il collo le braccia e gambe e la schiena è bloccata . anche qui mi sembra chiaro il nesso , i primi disturbi di dolore nel sonno sono infatti cominciati la prima notte uscito dalla ospedale e sono andati mano a mano peggiorando Infatti piano piano la rigidità è aumentata , la difficoltà a girarsi nel letto anche , gli arti hanno cominciato ad essere intorpiditi e gonfi al mattino . capisce la mia situazione so che passo per ripetitivo ma il disagio e dolore è tanto e lo dice uno che ha giocato parecchi anni a calcio riportando numerosi infortuni , due interventi chirurgici e che ben sopporta insomma il dolore ; ma stavolta è diverso è un dolore sempre presente e di tipo centrale .
Grazie e scusi ancora

[#167] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Volevo aggiornarla sui miei sintomi ,che sono in peggioramento.
Nonostante la terapia farmacologica continuo ad avere dolore alla testa come se i nervi cranici fossero tirati , uno strano d'ore dentro al collo , parestesie con dolore alle gambe e d'ore urente al corpo la notte con difficoltà a girarmi nella letto .
Sono esasperato da questa storia e visto che non ne posso più sono tornato oggi dal neurologo il quale ha riscontrato riflesso debole gamba DX con deficit di forza e atrofia , sospettando una radiculopatia .
Ora a me sembra strano visto che non. Ho mai avuto problemi di questo genere alla schiena e soprattutto tutto è cominciato da quella evento tossico .
Se poi so o sdraiato sento una scossa
continua partire dalla nuca fino ai piedi con acufeni annessi .

[#168] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
le segnalo il consulto https://www.medicitalia.it/consulti/Psicologia/408773/Perdita-della-percezione-del-proprio-corpo

perchè per molti versi presenta affinità con il consulto da lei aperto; forse le può essere utile.
Come può vedere nel consulto segnalato il medico di base ha parlato di stress, ovviamente di stress psicologico, che può dar luogo, a quanto sembra, ai sintomi più strani.
Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#169] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
gradirei un riscontro al mio ultimo post. Le è stato utile il consulto, analogo al suo per argomento e inserito in Psicologia, che le ho segnalato?

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#170] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Mi scuso con lei ma ci deve essere stato un problema tecnico in quanto avevo risposto ma evidentemente non inviato correttamente .
Purtroppo non mi riconosco nel esperienza della ragazza.
Io avverto dolore rigidità ho fascicolazioni e il neurologo ha evidenziato un ipotono gamba destra riflesso debole deficit di forza e consigliatomi una visita presso un professore esperto in malattie neuromuscolari . anche lo psichiatra mi ha ridotto i farmaci in attesa di questa visita.
Purtroppo secondo me viene troppo spesso usata la parola ansia quando non si trovano cause.
È dal primi momento che io sapevo che c eta qualcosa che non andava.

[#171] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non le ho chiesto della sua vita familiare; è figlio unico? o l'unico maschio?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#172] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
La mia famiglia è composta da mia madre mio padre e mia sorella.

[#173] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Come vanno i suoi sintomi?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#174] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa

Grazie per l interessamento ; purtroppo la situazione non migliora avverto questa grossa rigidità , fascicolazioni tremore e dolori alla testa e tutte le notti ho dei dolori molto forti a tutto il corpo .
sono in attesa di questo consulto da un neurologo molto esperto cosi come concordato con la psichiatra visto la mancanza di risultati con la terapia farmacologica e psicologica . in attesa sto assumendo seroquel e gabapentin.
Grazie

[#175] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
nonostante lei non si riconosca nella ragazza del consulto analogo per argomento, ci sono delle forti analogie.
Anche lei come la ragazza ha adottato comportamenti un po' rischiosi che sono culminati in un abuso di sostanze che le ha dato nell'immediato un malore.

Converrà che episodi di questo genere talora hanno avuto gravissime conseguenze tra i giovani.

Inoltre stride molto questo suo comportamento con l'immagine che ha descritto di sé di ragazzo abbastanza ordinato e preciso, che ha studiato in ottime scuole, bene educato e che ha fatto molto sport.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#176] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Lei non mi conosce , non conosce la mia storia , non stride proprio niente glielo assicuro , l episodio accadutomi si riferisce ad un periodo di vita in cui vivevo alla estero e ho fatto delle esperienze totalmente diverse al mio vissuto passato .
Per quanto riguarda le scuole poi non penso sia necessario allegare il curriculum o altro .
Io non vedo associazioni con l esperienza della ragazza .
Ho solo dolore cronico alla testa e sto perdendo massa muscolare e forza in maniera inspiegabile .
Mia madre è psicologa e conosco questo sistema di dover trovare per forza qualche causa comportamentale caratteriale

[#177] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
ho semplicemente riportato a memoria (cambiando per errore la parola "buone" con "ottime") le sue parole del post 67

"Mi ritengo una persona abbastanza precisa , ordinata , i miei genitori mi hanno dato una buona educazione ho frequentato delle buone scuole mi sono laureato ed ho fatto in passato molto sport ."

non ho aggiunto altro, come vede. Inoltre lei cade in contraddizione con se stesso quando da una parte dice: "non stride proprio niente" e dall'altra "vivevo alla estero e ho fatto delle esperienze totalmente diverse al mio vissuto passato".

Quello che volevo farle notare è proprio questa notevole differenza tra le esperienze e i comportamenti avuti all'estero con quelli tenuti in precedenza nel suo passato.

Non si tratta di dover trovare per forza qualche causa psicologica, ma semplicemente di prendere atto delle sue parole.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#178] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Sinceramente non capisco dove lei voglia arrivare .
Quello che è successo è successo se conoscevo bene i rischi non l avrei fatto questo è chiaro . la mia esperienza alla estero è durata alcuni anni e solo nella ultimo periodo ho utilizzato sostanze .fatto la prima volta mi è piaciuto e occasionalmente l ho rifatto ma nella ultima volta ho esagerato con i dosaggi . 6 tra psichiatri e psicologi hanno fallito .

[#179] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
bene, tanto più lungo è stato il periodo di tempo, se vogliamo chiamarlo "ordinato", tanto maggiore la sua forza e maggiore il contrasto con il breve periodo di "disordine".

Non è opportuno ed è vietato fare diagnosi e terapia in questa sede, ma a mio avviso la soluzione del problema da un punto di vista psicologico non è lontana.

Psichiatri e psicologi hanno fallito forse perché non hanno preso la strada giusta ma è presumibile anche perchè, nel suo caso, potrebbe essere necessaria la collaborazione dei familiari.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#180] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Il problema è un altro e non è da ricercare certo in periodi di ordine o di trasgressione della mia vita .
Qui si tratta di qualcosa assunta e che magari non era pura tagliata male . la presincope avuta e per cui è stato necessario l ospedale non è certo inventata .
Il fatto stesso che sono stato visitato da diversi noti specialisti e che non è stata fatta una diagnosi certa con una cura certa è data proprio dal fatto che non si sa cosa ho assunto per ora mi si è detto solo che con i metodi attuali la medicina non arriva ha capire cos è .

[#181] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
io non posso negare che la o le sostanze possano aver fatto danni neurologici; non ho la competenza per farlo.

Ciò che posso vedere e ragionevolmente ipotizzare, basandomi sui suoi post, sono le problematiche psicologiche che la caratterizzano, anche in relazione all'evento "pre-sincope" che ha vissuto. Problematiche che, alla luce degli stretti rapporti mente-corpo esistenti nel nostro organismo, è plausibile e probabile abbiano una influenza sulla sua sintomatologia.

La prova contraria potrebbe darla soltanto un trattamento psicoterapeutico mirato, sulla base delle indicazioni che le ho fornito.

Un musicista possiede abilità che non tutti hanno; allo stesso modo uno psicologo o un medico hanno un'abilità diagnostica che di norma il resto della popolazione non ha.

Dopodichè se lei non si fida delle mie parole non mi resta che augurarle di trovare qualcuno che sappia trovare e comunicarle la giusta diagnosi e curarla.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#182] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Io apprezzo il suo tentativo di aiutarmi ma quello che voglio dirle è che tentativi del genere sono stati già provati . hanno tutti alzato le mani di fronte ad una sintomatologia che peggiora .
Non riesco ripeto più a dormire tant è il dolore corporeo, e tutto è cominciato la prima notte uscito dalla ospedale un anno e mezzo fa . non più una notte senza dolore quindi con tutto il rispetto Accetto il consiglio ma come dettomi da l ultimo psichiatra e psicologo da me consultato non è stata riscontrata nessuna patologia psichiatrica e il nesso tra quella abuso e la comparsa dei sintomi non è casuale e che mentre sostanze come la cocaina e l eroina soni conosciute dalla A alla Z con queste nuove droghe sintetiche si trovano in grossa difficoltà in quanto non sanno dove agiscono le sostanze .

[#183] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
mi scusi se intervengo ancora, lei dice che tentativi analoghi al mio sono già stati fatti, però a quanto appare nessuno le aveva fatto notare il contrasto tra i suoi comportamenti prima e durante il periodo di trasgressione, osservazione di partenza secondo me per il trattamento psicoterapeutico, nessuno probabilmente le ha detto che è necessario un coinvolgimento della famiglia nella psicoterapia...quindi di quale somiglianza parla? a quanto pare i tentativi che sono stati fatti da altri non sono poi così analoghi....
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#184] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
I miei genitori sanno tutto quello che è successo , e consulti con uno psicologo che si occupa di terapie familiari sono stati fatti su consiglio appunto della mia psichiatra .
Del resto ce poco da discutere , ho assunto una mezza compressa di ecstasy di troppo si vede ; e dopo 10 minuto ho sentito una fitta dolorosa alla testa che mi fa male tutti ora a distanza di un anno e mezzo . poi uno può discutere di cosa mi ha spinto a farlo e posso essere d accordo ma non aiuterà a far passare i sintomi . sono co e un giocatore di calcio che facendo un intervento rischioso si è fratturato una gamba . cosa ce da analizzare in questo ?
Niente appunto
La situazione è questa ed è molto grave

[#185] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
si è parlato abbastanza poco degli argomenti trattati dallo psicologo nelle psicoterapie che avete intrapreso, per cui non mi è possibile dare un parere sulla loro congruità.

Come le ripeto, una cosa sono gli eventuali danni fisici, un'altra le problematiche psicologiche (personali e familiari). Mi occupo solo di queste ultime e, secondo quanto lei ci ha detto nei suoi post, non mi risulta che siano state adeguatamente diagnosticate e risolte. Il problema principale infatti non è a mio avviso ciò che lo ha spinto a fare uso di droghe.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#186] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
I miei sono disturbi fisici che non mi permettono una vita normale . a me interessa solo che passino ma purtroppo stanno peggiorando.

[#187] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Parlando in generale (non mi riferisco necessariamente al suo caso), trascurare le componenti psicologiche delle malattie è molto pericoloso, perchè esse, continuando ad agire, portano la patologia fisica a complicarsi e ad aggravarsi.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#188] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Sono d accordo con lei , ma qui siamo ancora a cercare di capire di cosa su tratta se di qualcosa di organico o meno.
I miei genitori Mi hanno fatto vedere privatamente da alcuni dei più noti e preparati professionisti sia per quanto riguarda la neurologia che per quanto riguarda psichiatri esperti in sostanze stupefacenti ed i pareri sono contrastanti sulla presenza o meno di danni.

[#189] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non mi pronuncio per ciò che riguarda i danni organici, posso dirle, a mio avviso, che il suo caso presenta delle problematiche psicologiche personali e familiari che non mi sembra siano state affrontate e risolte.

Purtroppo come le ripeto non è opportuno ed è vietato dire di più perchè equivarrebbe a fare diagnosi e terapia, le ho dato tuttavia delle indicazioni di partenza da seguire.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#190] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottor Ferraloro
Le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione .
La settimana scorsa ho effettuato una nuova visita neurologica da un noto professore responsabile delle malattie muscolari alla ospedale Gemelli di Roma .
La visita è andata bene , è stata riscontrata solo una grossa rigidità muscolare non considerata pero patologica e mi è stato prescritto il pineal teens che sto assumendo da ormai 5 giorni senza miglioramenti.
Al momento i miei disturbi sono una cefalea cronica sempre che parte da dietro al collo , strano dolore a braccia e gambe come se tirassero . se pigio con le dita a ad esempio su avambracci e polpacci o scapole sento del dolore .girare gli occhi verso l alto mi provoca fastidio. le mani se le apro e chiudo velocemente sono molto rigide e mi fanno male . ho fascicolazioni e il sintomo peggiore pero accade in fase di riposo ovvero dopo qualche ora mi sveglio a causa del dolore alla schiena alle gambe e alle braccia all altezza delle spalle e quando mi sveglio le sento addormentate e tremanti. Ho difficoltà a girarmi nel letto e devo alzarmi e muovermi per migliorare il dolore .
So che a poco senso chiedere a lei che non mi ha mai visto consigli sul da farsi ma per ora i medici mi hanno sempre detto di cosa non si tratta senza mai fare una diagnosi precisa e una cura efficace .
Volevo chiederle se secondo lei divreu rivolgermi ad altre branche della medicina o rassegnarmi a vivere in questa condizione di dolore cronico che ormai è presente da un anno e mezzo.
Grazie e scusi di nuovo il disturbo

[#191] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il Prof. a cui si è rivolto su cosa si è orientato?
Come interpreta tutta la Sua situazione?
Dr. Antonio Ferraloro

[#192] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Il Prof .M.S del Gemelli appunto esclude al 100 per cento patologie neurologiche e ripeto ha notato solo una rigidità muscolare e tensione che sarebbero la causa dei mie dolori ( ha accennato di casi di fibromialgia) prescrivendomi peeneal teens e muscoril , mi ha detto dal colloquio anche se era la prima volta che mi vedeva che non vedeva in me un soggetto ansioso e quindi è rimasto sorpresobda tutti i farmaci che mi sono stati prescritti in questi mesi e dei due ricoveri .
Detto questo mi ha consigliato di tornare in Germania ( dove vivevo ) e riprendere le mie attività .
Ripeto il mio umore è buono ma combatto con questi sintomi da ormai tanto tempo .

[#193] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La sintomatologia sembrerebbe di origine psichica anche se nessun farmaco Le ha dato benefici. Anche una visita reumatologica potrebbe essere utile, un'altra opzione potrebbe essere rappresentata dai farmaci utilizzati nel dolore neuropatico, ne parli col Suo medico curante o col reumatologo qualora decidesse anche per la visita reumatologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#194] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Volevo aggiornarla sulla mia situazione .
Sono andato dal re umatologo che ha escluso patologie rimandando tutto al neurologo.
I miei sintomi al momento sono un forte bruciore alla testa giorno e notte formicolio alle braccia , senso strano al collo , dolore utente la notte al corpo , con sensazione di piedi che bruciano e necessita di muovere le gambe . la mia ragazza ha notato che sfalcio spesso .
Ho tremore intenzionale ad esempi o quando in portò un bicchiere d acqua alla bocca .
Ho senso di rigidità oculare e ho notato ultimamente una perdita di sensibilità ai genitali .
Ho dimenticato di dirle che a causa del dolore la notte sono costretto ad alzarmi e camminare un po per migliorare le cose .
La psichiatra mi sta facendo assumere cymbalta e clozapina . i sintomi persistono.
Ripeto tutto è sorto dopo aver assunto un ultima mezza compressa di ecstasy e aver sentito una forte scossa trafittiva attraversare il mio corpo dal basso fino alla testa .
Grazie

[#195] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Caro Ragazzo,
La ringrazio per avermi aggiornato ma purtroppo non so più cosa aggiungere in merito al Suo caso. Mi pare di averLe detto tutto quanto sia possibile dire a distanza, altro non saprei consigliarLe, mi creda.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#196] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non le sembra strano che sua madre, Psicologa, abbia cercato per lei un Medico, anche se specializzato in Psicologia Clinica, e non un suo collega psicologo/a?
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#197] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
Il medico in questione è un medico psicoanalista , specialista in psicologia clinica .
È stato il mio medico fino a luglio 2013 dopodiché mi sono rivolto ad un altro specialista psichiatra e psicoterapeuta .
Non mi sembra strano , il medico fu consigliato a mia madre dalla persona a cui si rivolge mia madre per la supervisione .

[#198] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Penso di aver articolato male la mia domanda, avrei dovuto aggiungere e formulare: "considerati gli scarsi risultati terapeutici ottenuti finora e considerato che gli psicoterapeuti psicologi sono, se non erro, almeno il doppio degli psicoterapeuti medici e tale proporzione è destinata ad aumentare, non le sembra strano che sua madre non abbia cercato per lei anche uno psicoterapeuta psicologo?"

Sua madre ha sicuramente cercato "il meglio" per lei, pur non apprezzando evidentemente nessuno dei suoi colleghi.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#199] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottoressa
apprezzo il suo tentativo di propormi un consulto presso uno psicologo .
Non ne vedo la necessita sinceramente , non ho problemi di ansia , di ipocondria , niente di niente .
Sono solo un ragazzo che ha fatto una grossa cavolata .
ho assunto una compressa di ecstasy di troppo ed ho sentito una fitta trafittiva interna alla testa , ormai presente da un anno e mezzo giorno e notte associata a crampi fascicolazioni e rigidità notturna . Ciononostante io non me ne sto a casa a piangere o a rimproverarmi e a pensara ai miei sintomi . cerco di vivere nonostante questi disturbi molto forti .
Se la medicina non ha trovato risposte , non ha fatto diagnosi certe , ha solo di fatto escluso quello che non è e non detto ciò che puo essere , non significa di certo che il problema e quindi l approccio sia di tipo psicologico .
Tant è che sia i colloqui e sia le medicine non hanno proprio modificato niente .
persiste il dolore cronico .
e la causa non è difficile da trovare , in ospedale ci sono finito dopo un abuso scellerato , mica per l ansia .

[#200] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
credo che questo sarà il mio ultimo intervento e spero possa esserle utile.
Concordo con lei che probabilmente nel suo caso non ci siano importanti problemi di ansia, né ipocondria.
Sicuramente sostanze come quella citata possono provocare danni, tuttavia penso che meriterebbe di essere considerato il possibile ruolo patogeno dell'immagine che lei ha di se stesso.
Cordiali saluti


Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#201] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
P. S.
gradirei comunque un riscontro al mio post del 12.7.2014.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781