Utente 229XXX
buongiorno mi scuso per il disturbo ma vorrei sapere cosa si intende per sofferenza neurogena stabilizzata?
E' un referto compatibile a una malattia neurodegenerativa quale sla ?
Riporto il referto scritto dell emg eseguite il giorno 01/10/2013
L'esame neurografico documenta valori normali di eccitabilità e conduzione sensitiva e motoria lungo tutti i tronchi nervosi esaminati agli arti inferiori.
Risposte F dal nervo tibiale nei limiti della norma bilateralmente.
All'esame elettromiografico non si registra alcun elemento di denervazione ( fascicolazioni o fibrillazioni) in atto, ma solamente i segni di una sofferenza neurogena stabilizzata a carico dei distretti muscolari esplorati.
In relazione ai dati elettromiografici utile eventuale approfondimento diagnostico mediante esame neuroradiologico (RM rachide lombo-sacrale)

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il referto elettromiografico che Lei riporta non è compatibile nè suggestivo per una SLA bensì per una radicolopatia lombare cronica tant'è che il collega le ha prescritto una RM rachide lombisacrale.

Con cordialità

Dr. Otello Poli
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 229XXX

Grazie per avermi risposto ancora una volta Dott, Mi scuso se le sono sembrato insistente, ma purtroppo questa situazione mi sta facendo preoccupare da oltre un anno ormai, e il fatto che questi sintomi li provo anche agli arti superiori mi provoca molta paura.
Se posso vorrei porle un altra domanda in merito al prescrizione del Cipralex che la neurologa mi ha fatto nell'ultima visita, dicendomi che anche se i miei sintomi potrebbero non essere di natura somatoforme, mi ha consigliato questo farmaco per tranquillizzarmi dalla preoccupazione di avere una malattia degenerativa come la sla, Vorrei sapere che probabilità ci sono che questo farmaco possa creare problemi di natura sessuali, come impotenza e mancanza di desiderio? sinceramente se ci fosse solo un ritardo dell'eiaculazione non sarebbe un problema , ma gli altri effetti collaterali mi impaurisco molto.
La ringrazio ancora
Saluti

[#3] dopo  
Utente 229XXX

Dott le trascrivo l'unica parte, dove sono state trovate anomali nell'elettromiografia.
Dalla sua esperienza mi può quindi confermare il sospetto di radicolopatia lombare cronica?

S.VASTO LAT (L3)-L4 :
Pum Amp 1+, Dur 1+, Polif Talora,

D. TIBIALE ANT L4-L5-(S1)
Pum Amp 1+, Dur 1+, Polif Talora,

S.GASTROCN MED S1-S2
Pum Amp 2+, Dur 2+, Polif Mediam,

[#4] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In rapporto alla parte di referto che mi invia si evince una sofferenza radicolare cronica estesa da L3 ad S1 (lombosacrale).
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#5] dopo  
Utente 229XXX

Da qui la mia paura per qualcosa di grave, ho fatto molte visite neurologiche nell'arco di questo 14 mesi, che sono sempre risultate tutte negative, ora dovrò fare una rm rachide lombo-sacrale e cervicale, e fra qualche mese ho prenotato anche i potenziali evocati motori e sensitivi .
Mi chiedo che tipi di malattia possa sviluppare questa radicolopatia cronica cosi estesa? Ho fatto uso per molti anni di betametasone per orticaria cronica idiopatica , può il cortisone centrare qualcosa?

[#6] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gent.le utente,
le scrivo ancora poichè la sento particolarmente allarmato.
Vero è che io non conosco i disturbi per i quali si è sottoposto all'esame Emg suddetto.
Ritengo, in ogni caso, che preliminarmente dovrebbe sottoporsi ad una seria ed approfondita valutazione clinica neurologica diretta (semplice visita neurologica) portando con sè la Emg di cui sopra ed eventuale documentazione sanitaria in precedenza acquisita.
Fino ad ora emerge solamente una sofferenza radicolare cronica.
La cosa più probabile è che si tratti di problemi del rachide lombosacrale.
Verifichiamo clinicamente il suo status clinico.

Cordialmente,
Dr. Otello Poli
http://www.europeanhospital.it/uos/neurologia_clinica.html
http://trepinilab.it/servizi/specialistica/neurologia/
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#7] dopo  
Utente 229XXX

Buongiorno ho effettuato la risonanza magnetica cervicale e lombo-sacrale
riporto quanto segue
Esame eseguito in condizioni basali mediante apparecchiatura RM operante a bassa intensità del campo magnetico (0.3T) con sequenze T1 e T2 dipendenti orientate secondo i piani sagittali e gradient Echo T2 secondo piani assiali.

Non disponibili eventuali indagini precendenti per confrento .
Rettilineizzazione della fisiologica lordosi cervicale e lombare e Allineamento metamerico posteriore conservato.
Minimo bulging discale a sviluppo posteolaterale dx che importa lievemente l'imbocco dei forami di congiunzione omolaterali ai livelli compresi tra c3 e c6.
Lieve bulging concentrico dei dischi intersomatici compresi tra l3 ed l5 con modesto impegno dell'imbocco foraminale bilaterale.
Ampiezza del canale vertebrale nella norma.
Non si osservano alterazioni dell'intensità del segnale dei segmenti scheletrici in esame rilevabiòli con la metodica utilizzata riferibili ad aree di edema della spongiosa ossea di significato patologico.


Dott vorrei porvi due domande; è giustificabile questo intorpidimento e debolezze articolari dato il risultato di questa risonanza magnetica? Considerando che mi è stata data dopo il risultato dell' elettromiografia agli arti inferiori!
Effettuando un esame con una rm a basso campo magnetico è possibile vedere lesioni demineralizzanti caratteristiche della sclerosi multipla?

Grazie
Cordiali saluti